venerdì 07 maggio 2021

11 modi naturali per pulire l’aria interna

L’aria interna pulita è così importante poiché la maggior parte di noi spende in media 93% del proprio tempo all’interno. Peli di animali domestici, anidride carbonica e composti organici volatili (COV) sono solo alcune delle tossine che troverai galleggianti nell’aria interna. Questo è uno dei motivi per cui usiamo quotidianamente un filtro dell’aria per interni e teniamo piante d’appartamento in tutta la casa.

Quanto è dannosa l’aria interna?

la maggior parte delle cose, la qualità dell’aria dipende da diversi fattori. Vivere vicino a città affollate, autostrade e campi agricoli spruzzati chimicamente crea un rischio maggiore di inquinamento dell’aria interna. Secondo gli scienziati dell’EPA, alti livelli di temperatura e umidità aumentano anche alcuni inquinanti.

Un enorme 30 – 50% di tutti gli edifici è abbastanza umido da incoraggiare crescita di muffe e batteri secondo i rapporti dell’EPA sulla qualità dell’aria e l’asma. Questi agenti patogeni aumentano quindi il rischio di determinate condizioni di salute, come l’asma e le malattie infettive. La Guida alla qualità dell’aria interna dell’EPA conferma anche che “l’aria all’interno delle case e in altri edifici può essere più inquinata dell’aria esterna anche nelle città più grandi e industrializzate”.

Ovviamente, spendendo altrettanto il tempo possibile fuori nella natura è l’opzione migliore. Ma quando è necessario essere al chiuso, è importante avere aria pulita all’interno! Maggiore è l’inquinamento atmosferico, maggiore è il rischio di problemi di salute immediati e cronici a lungo termine.

Che cosa causa l’inquinamento atmosferico negli ambienti interni?

Dipende da molti fattori, ma la buona notizia è che gran parte della qualità dell’aria interna è sotto il nostro controllo. Alcune fonti comuni di inquinamento atmosferico all’interno includono:

  • Polvere
  • Inquinamento atmosferico esterno che fuoriesce da
  • VOC fuoriuscita di gas da vernice, mobili, pavimenti, ecc.
  • Pet peli
  • Detergenti convenzionali, deodoranti per ambienti e altre fragranze
  • Stufe a gas e altri apparecchi (soprattutto quelli più vecchi)
  • Umidità e crescita di muffe
  • Moquette, tende e altri arredi che raccolgono polvere e sporco

Modi naturali per purificare e pulire l’aria interna

Prima di passare alla pulizia dell’aria interna, devo affrontare ciò che lo rende sporco in primo luogo. Polvere, muffa e peli di animali domestici sono solo alcune delle cose che si nascondono in casa, causando l’inquinamento atmosferico. Gli acari della polvere amano le aree umide e abitate dall’uomo, come materassi, mobili e moquette.

Sebbene siano microscopici, i rifiuti degli acari della polvere possono portare a problemi di salute come asma, malattie intestinali ed eczema. citarne alcuni.

Fase uno per purificare l’aria interna: estrarre l’aspirapolvere e lo spray per spolverare fai da te.

Aspirare l’inquinamento atmosferico

Investi in un buon aspirapolvere e usalo regolarmente. Molti esperti raccomandano i filtri HEPA, anche se non è sempre necessario. Il mio aspirapolvere preferito (e durevole) è questo. Poiché i tappeti nascondono l’inquinamento e gli allergeni (anche quando vengono aspirati), ridurre al minimo la quantità di moquette in casa aiuterà. Solo un metro quadrato di tappeto può ospitare 100, 000 acari della polvere!

Se tieni moquette e tappeti in giro, in profondità pulirli occasionalmente aiuterà ulteriormente a purificare l’aria interna.

Ecco di più su come ridurre al minimo gli allergeni e l’inquinamento con una pulizia regolare:

  • Continua a spolverare e pulire (portare fuori la spazzatura, pulire le superfici, ecc.)
  • tende, persiane e biancheria da letto regolarmente
  • Lascia le scarpe sulla porta per evitare di rintracciare polline e letame in casa
  • Diventa minimalista, c’è meno polvere!

Tutto questo detto, esiste una cosa come troppo pulita. Come il nostro intestino, la nostra casa ha un microbioma. I bambini che sono intorno agli animali domestici e agli animali da fattoria in realtà hanno meno rischi di sviluppare l’asma. Mantengo la mia routine di pulizia semplice, senza detergenti fantasiosi e uso Homebiotic (che è come un probiotico per la tua casa!).

Brush Fido

Per quanto amiamo i nostri amici pelosi, gli animali domestici sono un’altra fonte comune di inquinamento dell’aria interna. Gli animali domestici dovrebbero essere regolarmente lavati e curati, soprattutto se hanno accesso all’esterno. Questo aiuterà a ridurre peli, peli di animali domestici e sporco in casa.

Usa deodoranti per ambienti naturali

I deodoranti per ambienti convenzionali in realtà non rinfrescano l’aria, la ricoprono semplicemente di tossine. I deodoranti naturali funzionano in modo diverso. Invece di nascondere gli odori, li neutralizzano alla fonte. Ovviamente se c’è qualcosa di puzzolente in casa (come un sacco di vecchi rifiuti o oggetti ammuffiti), dovremo rimuoverlo.

L’uso di deodoranti naturali e la diffusione di oli essenziali può aiutare a rimuovere il persistente odori lasciati alle spalle. Questi aiutano anche a ridurre microbi, batteri e acari della polvere nell’aria.

Candele di cera d’api

Le candele sono accoglienti e hanno un profumo invitante, ma non sono tutte uguali. Le candele di paraffina e cera di soia inquinano l’aria, ma la cera d’api fa il contrario.

Pronto per un po ‘di scienza interessante ??

L’inquinamento nell’aria ha ioni caricati positivamente. Quando bruciamo cera d’api, crea ioni negativi che si legano poi agli ioni caricati positivamente. I risultati sono aria più pulita e una casa profumata.

Le candele di cera d’api sono spesso utili per chi soffre di asma o allergie e rimuovono efficacemente gli allergeni comuni come polvere e peli dall’aria. Le candele di cera d’api bruciano anche più lentamente delle candele di paraffina, quindi durano molto più a lungo.

In casa mia uso solo candele di cera d’api. Li compriamo per custodia e i nostri preferiti sono:

  • Candele di cera d’api a luce di tè
  • Candele votive in cera d’api

Controlla il sistema HVAC

Anche se non è così divertente come gli oli essenziali e le candele di cera d’api, un buon sistema di condizionamento e riscaldamento è un must per un’aria più pulita. Per chi vive in zone più inquinate, un sistema AC aiuta a filtrare l’aria in entrata. Se vivi in una zona in cui l’esterno non è un grosso problema, aprire le finestre e arieggiare la casa è una buona idea.

È anche importante cambiare regolarmente i filtri HVAC. Puoi anche aggiungere qualche goccia di un olio essenziale purificante ai filtri usa e getta. Limone, lime, arancia, citronella e chiodi di garofano sono alcuni dei miei preferiti per purificare l’aria interna.

Evita muffe e micotossine

Secondo l’EPA, circa 30 – 50% degli edifici ha condizioni di umidità primo per la crescita della muffa. La muffa e le micotossine che produce possono causare una miriade di problemi di salute. Per un’aria interna più pulita, rimuovere qualsiasi fonte di umidità e riparare prontamente le perdite.

È importante rimuovere eventuali oggetti porosi, ammuffiti o ammuffiti da uno spazio interno (come cartongesso, legno o carta). Gli elementi non porosi che sono stati esposti a muffe (come metallo, vetro e alcune materie plastiche) possono essere puliti e asciugati accuratamente.

Scegli arredi a basso contenuto di VOC

Quella casa HGTV perfetta per le immagini potrebbe avere uno sporco segreto nascosto dietro quella chaise longue. Alcuni tessuti e materiali di rivestimento emettono composti organici volatili (COV) che contribuiscono all’inquinamento dell’aria interna. Pavimenti, vernici, muri a secco, spray per ambienti e molti detergenti sono fonti comuni di COV.

Secondo l’EPA, i COV sono noti per causare una serie di problemi di salute tra cui mal di testa, vertigini e cancro.

Scegli materiali da costruzione e arredi a basso VOC quando acquisti nuovi. I mobili nuovi possono anche trascorrere alcune settimane in garage per scaricare il gas prima di portarli in casa. Optare per detergenti naturali e saltare i deodoranti sintetici ridurrà anche i COV in casa.

Riduci l’inquinamento in cucina

È difficile da immaginare, ma l’arrosto della domenica potrebbe aumentare l’inquinamento dell’aria interna. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha fissato il limite di esposizione indoor al biossido di azoto (NO2) a 106 ppb durante un periodo di un’ora.

Secondo un rapporto del Rocky Mountain Institute, Gas Stoves: Health e impatti e soluzioni sulla qualità dell’aria, la cottura in un forno a gas emette 130 – 546 ppb. Questo supera di gran lunga i limiti di sicurezza. Cucinare su un fornello a gas orologi in a 82 – 300 ppb. Le stufe a gas possono anche emettere livelli pericolosamente alti di monossido di carbonio, un gas che non si vede né si sente.

Per le case con fornello a gas, è importante avere un gas ben mantenuto e adeguatamente regolato stufa. Le stufe più recenti emettono una quantità significativamente inferiore di monossido di carbonio rispetto alle versioni precedenti, secondo l’EPA.

È anche importante sfiatare le stufe con un aspiratore. Se la stufa non ha un ventilatore, un’altra opzione è una finestra aperta con una ventola per tirare fuori i fumi di cottura.

Alcuni oli da cucina, come l’olio extravergine di oliva, hanno una temperatura di cottura bassa . Quando vengono utilizzati sui fornelli possono creare rapidamente fumo e vapori nell’aria. Optare per oli con una temperatura di cottura più alta, come l’olio di cocco naturalmente raffinato e l’olio di girasole alto oleico.

Ottieni più piante!

Molti di noi hanno sentito parlare dello studio della NASA che ha esaminato le piante per pulire l’aria interna. Tuttavia, è un po ‘più complicato di così. Lo studio vecchio di decenni è stato condotto in una stanza sigillata e strettamente controllata. Una recensione 1993 in Environmental Science Pollution Res ha dato un’altra occhiata allo studio originale della NASA alla luce di ricerche più recenti.

Mentre la capacità della pianta di l’assorbimento dei COV è ben documentato in studi di laboratorio, l’effetto delle piante sull’aria interna in ambienti complessi come gli uffici richiede ulteriori indagini per chiarire la piena capacità delle piante in contesti reali.

Alcuni esperti sostengono che ci vorrebbe un numero impossibile di piante per intaccare l’aria degli edifici interni. Altri indicano prove che dimostrano che avresti solo bisogno di 15 – 18 piante d’appartamento in un 1, 800 spazio di piede quadrato.

Sorprendentemente, potrebbe non essere l’unica pianta che pulisce l’aria.

Ricerca in 2004 ha scoperto che i microbi della sporcizia svolgono un ruolo importante nella purificazione dell’aria interna. I microrganismi nella rizosfera della miscela di invasatura svolgono la maggior parte del lavoro. In alcune specie di piante, la pianta stessa ha svolto anche un po ‘di lavoro sulle gambe per la purificazione dell’aria.

Anche se la giuria potrebbe essere ancora fuori su questo, il mio voto è per più verde in casa. Potrei anche avere una leggera dipendenza dalle piante. Puoi leggere di più qui su quali piante ho testato nel corso degli anni e ho scoperto che sono le migliori piante per la pulizia dell’aria interna.

Usa lampade di sale

Le lampade di sale sono un altro modo naturale per pulire l’aria interna. Questi sono fatti di cristalli di sale dell’Himalaya e, proprio come le candele di cera d’api, rilasciano ioni negativi. Sebbene la quantità di ioni negativi possa non essere sufficiente per pulire bene l’aria, le lampade di sale possono aiutare a purificare l’aria in altri modi.

Sono anche una bellissima fonte di luce. L’unico aspetto negativo…. ai miei figli piace leccarli!

Non facciamo luci notturne nelle stanze dei nostri bambini, ma se lo facessimo o se avessimo bisogno di una fonte di luce notturna per leggere, usiamo lampade di sale. Il bagliore arancione naturale non disturba gli ormoni del sonno come fanno le luci fluorescenti o blu e lo trovo molto rilassante.

Abbiamo una lampada di sale da 8 pollici che usiamo regolarmente (è anche la più conveniente per le sue dimensioni, poiché le lampade più grandi possono diventare molto costose).

Metti carbone di bambù in casa

Un’altra opzione di purificazione naturale dell’aria che ho scoperto di recente è il carbone di bambù. Ho parlato di alcuni dei miei usi insoliti per il carbone prima e usiamo un filtro per l’acqua a blocchi di carbone per rimuovere le tossine dalla nostra acqua.

Il carbone attivo è un adsorbente chimico, il che significa che si lega alle tossine e prodotti chimici e li neutralizza. Il carbone può avere lo stesso effetto di rimozione delle tossine nell’aria. Usiamo carbone di bambù in sacchetti di tela da imballaggio in casa nostra. Fanno miracoli per rimuovere gli odori e rimuovere le tossine dall’aria.

Ho scoperto che sono ottimi anche per rimuovere gli odori dalle auto o dal bagno (specialmente se hai recentemente vasino che indossano ho sempre una mira perfetta!).

Usiamo queste borse Mosu in ogni stanza della nostra casa.

Investire in filtri dell’aria

Sebbene ci siano molti modi economici e facili per pulire l’aria interna, un filtro dell’aria è comunque una buona idea. Le piante d’appartamento e l’apertura delle finestre non possono fare altro che pulire l’aria interna. La nostra famiglia utilizza una combinazione di tutto quanto sopra, incluso il mantenimento dei filtri dell’aria in casa. Ecco quali filtri dell’aria funzionano meglio e sono i miei preferiti personali.