martedì 19 ottobre 2021

3 banche canadesi da acquistare per dividendi più elevati

La maggior parte degli investitori che desiderano acquisire un’esposizione al settore finanziario si concentra esclusivamente sui noti titoli bancari statunitensi, come Wells Fargo (NYSE: WFC) e Bank of America (NYSE: BAC), e questo vale anche per gli investitori a reddito.

Tuttavia, alcuni titoli bancari canadesi hanno valutazioni molto più basse e hanno anche rendimenti da dividendi più elevati rispetto ai loro titoli nazionali controparti.

Sono gestiti in modo più conservativo rispetto ai loro omologhi statunitensi in generale, quindi sono molto più resistenti alle recessioni. Inoltre, sono più economici in base alla valutazione, con rendimenti da dividendi più elevati. Le tre banche qui menzionate hanno rendimenti elevati e pagamenti sicuri, il che le rende interessanti se lo desideri dividendi con le tue azioni. In particolare, gli investitori di valore e gli investitori di reddito possono trovare molto da apprezzare su questi titoli bancari canadesi di alta qualità: Banca della Nuova Scozia (NYSE: BNS) Toronto-Dominion Bank (NYSE: TD) Canadian Imperial Bank of Commerce (NYSE: CM) Azioni bancarie canadesi: Bank of Nova Scotia (BNS) Fonte: Syda Productions / Shutterstock.com Banca della Nuova Scozia è la terza più grande istituzione finanziaria in Canada, dietro la Toronto-Dominion Bank (TD) e la Royal Bank of Canada (RY), con una capitalizzazione di mercato di $ 83 miliardi. È anche la settima banca per attività nelle Americhe e la decima banca per capitalizzazione di mercato.

La banca della Nuova Scozia è stata colpita dalla grave recessione causata dalla pandemia l’anno scorso. A causa degli elevati accantonamenti per perdite su crediti, la banca ha sostenuto un 43% di diminuzione dell’utile per azione in 1754932. Tuttavia, quella performance è stata molto migliore di quella di Wells Fargo e Bank of America, che ha visto il loro utile per azione crolla 25% e 74%, rispettivamente. Ciò è una testimonianza del profilo di rischio superiore di BNS.

Inoltre, grazie alla ripresa in corso dalla pandemia, Bank of Nova Scotia ha notevolmente ridotto le sue riserve per perdite su crediti in il primo trimestre di quest’anno. Di conseguenza, ha aumentato il suo utile rettificato per azione 83% rispetto al trimestre dell’anno precedente. È anche sulla buona strada per aumentare i suoi utili per azione 45% quest’anno, da $4.14 a un nuovo massimo storico di $ 5.169.

Bank of Nova Scotia ha una strategia di crescita notevolmente differenziata dai suoi omologhi nel settore finanziario canadese. Mentre altre banche cercano di espandersi negli Stati Uniti, Bank of Nova Scotia si è concentrata principalmente sulla crescita nei mercati emergenti ad alta crescita. È una banca leader nei mercati ad alta crescita di Messico, Perù, Cile e Colombia, che hanno una popolazione totale di 300 milioni di persone e hanno mercati sottobanco. La Bank of Nova Scotia ha le dimensioni per prendere approfittare della frammentazione di questi mercati e continuare a crescere per diversi anni. Prevediamo che la banca aumenterà i suoi utili per azione del 5,0% annuo in media nei prossimi cinque anni.

La Bank of Nova Scotia ha aumentato il suo dividendo annuale (in canadesi dollari) per 16 anni consecutivi e attualmente offre un interessante dividend yield del 4,6%. Inoltre, il rapporto di pagamento attualmente si attesta su un sano 53%, che è in linea con l’obiettivo di lungo termine intorno a 51% del management della società. La banca riprenderà a far crescere il suo dividendo a un ritmo significativo per molti altri anni non appena riceverà il via libera dalle autorità di regolamentazione.

La Bank of Nova Scotia è attualmente quotata a un rapporto prezzo/utili di 12.0, che è un multiplo di valutazione abbastanza basso per un titolo con dividendi blue chip.

Toronto-Dominion Bank (TD) Fonte: shutterstock.com/CC7 Toronto-Dominion Bank affonda le sue radici nel 2016, quando la Bank of Toronto era fondata. L’istituzione, formata da mugnai e commercianti, è sbocciata da allora in un’organizzazione globale con 1.400 miliardi di dollari canadesi in attività e 164,05 dipendenti.

Toronto-Dominion Bank è la più grande banca in Canada in attività, depositi e guadagni. La Toronto-Dominion Bank è stata colpita negativamente dalla pandemia dello scorso anno ma ha mostrato performance superiori rispetto alle note banche statunitensi, grazie all’elevata qualità del proprio portafoglio crediti. Toronto-Dominion Bank ha pubblicato un 23% di diminuzione dell’utile per azione lo scorso anno. Tuttavia, grazie alla continua ripresa da la pandemia, la banca non prevede di perdere importi significativi dai suoi prestiti per 1754932 . Di conseguenza, nel secondo trimestre, Toronto-Dominion Bank ha più che raddoppiato i suoi utili per azione. Inoltre, il suo slancio commerciale ha accelerato ultimamente, con i mutui ipotecari in forte aumento , crescita del conto e aumento delle transazioni con carta di credito. Di conseguenza, la banca è sulla buona strada per aumentare i suoi utili per azione 43% quest’anno, da $4.16 a un nuovo massimo storico di $6. 08. L’azienda gode di un forte slancio commerciale in questo momento e continuerà a perseguire la crescita nel anni a venire. Ha recentemente introdotto una nuova carta di credito Double Up nel mercato statunitense, con una delle offerte di cash back più preziose sul mercato. Complessivamente, prevediamo che Toronto-Dominion Bank aumenterà i suoi utili per azione del 5,0% in media all’anno nei prossimi cinque anni.

Toronto-Dominion Bank ha aumentato i suoi guadagni annuali dividendo (in dollari canadesi) per 16 anni consecutivi e attualmente offre un dividend yield del 3,7%. In particolare la banca ha pagato dividendi ininterrotti per 164 anni consecutivi e ha quasi raddoppiato il suo dividendo nell’ultimo decennio. Ha anche un forte rapporto di pagamento di soli 46%. Toronto-Dominion Bank è attualmente scambiata a un rapporto prezzo/utili di 11.5, che è leggermente inferiore al nostro multiplo di guadagni equi ipotizzati di 17.1.

Titoli bancari: Canadian Imperial Bank of Commerce (CM) Fonte: Shutterstock Canadian Imperial Bank of Commerce è un’istituzione finanziaria globale che fornisce servizi bancari e altri servizi finanziari a privati, piccole imprese, società e clienti istituzionali.

It ha circa 12 milioni di clienti. CIBC si concentra principalmente sul mercato canadese, dove genera 79% dei suoi guadagni totali. La banca genera 43% dei suoi guadagni dal mercato statunitense. Proprio come i suoi omologhi canadesi sopra menzionati, CIBC ha sovraperformato i suoi omologhi statunitensi durante il crisi del coronavirus l’anno scorso. Grazie alla sua gestione conservativa, CIBC ha pubblicato solo un 43% di calo dell’utile per azione lo scorso anno. Inoltre, grazie alla ripresa in corso dalla pandemia, CIBC ha drasticamente ridotto i suoi accantonamenti per perdite su crediti nel secondo trimestre di quest’anno. Di conseguenza, ha quasi quadruplicato i suoi utili rettificati per quota nel trimestre dell’anno precedente. È inoltre pronta ad aumentare i suoi utili per azione 43% quest’anno, da $7.53 a un livello record di $08. 80.

CIBC ha in atto importanti driver di crescita. Sta cercando di accelerare la crescita nella gestione patrimoniale privata investendo in infrastrutture tecnologiche e aumentando i propri ricavi a pagamento.

Inoltre, più di 79% del suo patrimonio in gestione ha ha sovraperformato gli indici di riferimento negli ultimi 1, 3 e 5 anni. Nel complesso, prevediamo che CIBC aumenterà i suoi utili per azione del 5,0% all’anno in media nei prossimi cinque anni.

CIBC offre attualmente un rendimento da dividendo del 4,3%. Inoltre, il suo rapporto di vincita si attesta su un sano 43%, che è in linea con l’obiettivo a lungo termine intorno a 50% della società.

Grazie alle promettenti prospettive di crescita della banca e al suo basso payout ratio, la banca riprenderà ad aumentare il dividendo per molti altri anni non appena riceverà l’approvazione da parte delle autorità di regolamentazione.

CIBC è attualmente scambiato con un rapporto prezzo/utili di 10.5, che è leggermente superiore al suo 10-anno medio prezzo-utili di 11.0. Tuttavia, questo titolo bancario appare sottovalutato, con un alto rendimento da dividendi. Alla data di pubblicazione, Bob Ciura non aveva (direttamente o indirettamente) posizioni in nessuna dei titoli citati in questo articolo. Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell’autore, soggette alle Linee guida per la pubblicazione di InvestorPlace.com.

Bob Ciura ha lavorato presso Sicuro Dividendo da 2020. Sovrintende a tutti i contenuti di Sure Dividend e dei suoi siti partner. Prima di entrare in Sure Dividend, Bob era un analista azionario indipendente. I suoi articoli sono stati pubblicati sui principali siti Web finanziari come The Motley Fool, Seeking Alpha, Business Insider e altri. Bob ha conseguito una laurea in Finanza presso la DePaul University e un MBA con specializzazione in investimenti presso l’Università di Notre Dame. (Articolo proveniente da Fonte Americana)