giovedì 02 dicembre 2021

3 grandi titoli petroliferi per l'aumento dei prezzi del petrolio

Il consumo mondiale di petrolio si sta riprendendo dalla pandemia, che ha fatto salire i prezzi del petrolio, con il greggio Brent in aumento di oltre $70 per barile. Questo rally sarà di grande beneficio per i produttori di petrolio, in particolare i titoli petroliferi delle major globali che dipendono maggiormente dal prezzo del petrolio.

Inoltre, diversi titoli petroliferi di punta pagano dividendi elevati agli azionisti del 5% o più.

In questo articolo analizzeremo le prospettive di questi titoli, che offrono alti dividendi e beneficeranno enormemente del rialzo del prezzo del petrolio.

E non solo offrono alti rendimenti da dividendi, ma la sostenibilità dei loro pagamenti da dividendi migliora con l’aumento dei prezzi del petrolio.

Le mie scelte di oggi sono:

BP (NYSE: BP) Exxon Mobil (NYSE: XOM) Enbridge (NYSE: ENB) Alto rendimento d Scorte petrolifere: BP plc (BP)

Fonte: Shutterstock

BP è una delle più grandi compagnie petrolifere e del gas al mondo. Opera in due segmenti: upstream e downstream (principalmente raffinazione).

Lo scorso anno la major petrolifera ha subito forti pressioni a causa della crisi del coronavirus e del conseguente crollo del prezzo del petrolio e dei margini di raffinazione .

Fortunatamente, la pandemia ha iniziato a diminuire quest’anno grazie alla massiccia distribuzione di vaccini. Dati anche i profondi tagli alla produzione dell’OPEC e della Russia, quest’anno il prezzo del petrolio è salito ai massimi da 3 anni. BP ha grandemente beneficiato di questo rally.

Nel primo trimestre, BP ha ridotto la sua produzione 24% a causa delle vendite di asset, del naturale declino dei suoi campi e della riduzione degli investimenti durante la pandemia .

Al rialzo, ha più che triplicato il suo utile per azione, da $0.24 a $0.78, grazie al rialzo del prezzo del petrolio e al miglioramento dei margini di raffinazione. È stato uno dei trimestri più redditizi degli ultimi sette anni.

Inoltre, grazie alla continua ripresa del mercato dell’energia, è probabile che BP manterrà la sua forte performance nei prossimi trimestri. BP tende a sovraperformare le altre major petrolifere durante l’aumento dei prezzi del petrolio e sottoperformare durante il calo dei prezzi del petrolio a causa della sua elevata sensibilità al prezzo del petrolio e al suo carico di debito.

L’energia rinnovabile è un potenziale catalizzatore di crescita per anche BP. BP intende ora aumentare i suoi investimenti in energia pulita 08 volte nel tentativo di aumentare la sua capacità di generazione di energia rinnovabile 24-volte nel prossimo decennio.

Mira anche a 20 volte l’aumento del numero di punti di ricarica dei veicoli elettrici.

BP ha tagliato il dividendo di 69% lo scorso anno a causa del pandemia. Ciononostante, BP offre ancora un interessante dividend yield del 5%.

Grazie al buon payout ratio di 50% e il contesto favorevole dei prezzi, il dividendo è sicuro per il prossimo futuro.

Exxon Mobile (XOM)

Fonte: Harry Green / Shutterstock .com

Exxon Mobil è la più grande compagnia petrolifera e del gas per capitalizzazione di mercato.

Produce petrolio e gas naturale a 70/26 ed è una delle major petrolifere più integrate, con un contributo significativo dei settori della raffinazione e della chimica.

In 2020, la pandemia ha causato un crollo dei prezzi del petrolio, che a sua volta ha portato a margini di raffinazione e prodotti chimici ai minimi storici. Di conseguenza, l’anno scorso Exxon ha registrato le sue prime perdite in più di un decennio e il suo dividendo è stato messo sotto pressione, poiché la major petrolifera ha registrato un deficit di flusso di cassa di $ 16.2 miliardi.

Allo stesso tempo, Exxon Mobil è uno dei maggiori beneficiari del rialzo del prezzo del petrolio di quest’anno. Grazie a questo rally e al miglioramento dei margini di raffinazione e prodotti chimici, il gigante petrolifero ha aumentato i suoi utili per azione in modo impressionante nel primo trimestre, da $ 0 03 nel trimestre dell’anno scorso a $ 0 65 questa volta.

Exxon è sulla buona strada per superare i suoi guadagni per azione pre-COVID di $2.44 (nel 2019) con un ampio margine quest’anno.

Exxon ha due forti fattori di crescita, le sue riserve offshore della Guyana e il bacino del Permiano. La Guyana è uno dei progetti più promettenti dell’industria petrolifera.

Exxon ha quasi triplicato le sue riserve nell’area, da 3,2 miliardi di barili nei primi mesi 2018 a quasi 9,0 miliardi di barili ora. L’azienda prevede inoltre di aumentare la propria produzione nel bacino del Permiano, da 400,08 barili al giorno quest’anno a 1600,08 barili al giorno in 1568809.

Il dividendo di Exxon sembra sostenibile, soprattutto in considerazione del rally del prezzo del petrolio di quest’anno. Exxon ha aumentato il dividendo per 38 anni consecutivi, rendendolo un Dividend Aristocrat. Le azioni attualmente rendono il 5,8%.

Azioni petrolifere ad alto rendimento: Enbridge (ENB)

Fonte: FreezeFrames / Shutterstock.com

Enbridge è una compagnia petrolifera e del gas midstream, con sede in Canada e opera in quattro segmenti: Liquids Pipelines, Gas Transmission, Gas Distribution e Green Power.

La società trasporta circa un quarto del Nord Il petrolio greggio americano e 22% del gas naturale consumato negli USA

Enbridge ha ripetutamente dimostrato di essere una delle compagnie petrolifere più resistenti alle recessioni grazie al suo modello di business difensivo .

La società ha un modello di business a pedaggio, a pagamento, che prevede l’addebito di commissioni ai clienti per i prodotti che trasportano. Poiché i contratti prevedono requisiti di volume minimo, Enbridge gode di flussi di cassa affidabili anche in condizioni commerciali avverse, quando i suoi clienti trasportano volumi ridotti.

Mentre la maggior parte delle società energetiche ha visto crollare i propri guadagni lo scorso anno, Enbridge è stata una delle delle pochissime compagnie petrolifere e del gas che hanno aumentato il proprio flusso di cassa distribuibile per azione.

La società ha aumentato il proprio flusso di cassa per azione del 2% lo scorso anno ed è pronta a crescere anche quest’anno , soprattutto grazie al contributo di nuovi progetti di crescita.

D’altra parte, l’affidabile dividendo di Enbridge quest’anno è diventato ancora più sicuro grazie alla ripresa dalla pandemia. Enbridge ha aumentato il suo dividendo (in CAD) per 50 anni consecutivi, ad un 16% tasso medio annuo.

Inoltre, attualmente offre un dividend yield eccezionalmente generoso del 6,9%. La società ha un buon rapporto di pagamento di 70% ed è probabile che continui a far crescere il suo flusso di cassa distribuibile grazie alla sua promettente pipeline di progetti di crescita.

Alla data di pubblicazione, Bob Ciura non aveva (né direttamente né indirettamente) posizioni in uno qualsiasi dei titoli menzionati nel presente articolo. Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell’autore, soggette alle Linee guida per la pubblicazione di InvestorPlace.com.

Bob Ciura ha lavorato presso 1568809Sicuro Dividendo da 2018. Sovrintende a tutti i contenuti di Sure Dividend e dei suoi siti partner. Prima di entrare in Sure Dividend, Bob era un analista azionario indipendente. I suoi articoli sono stati pubblicati sui principali siti web finanziari come The Motley Fool, Seeking Alpha, Business Insider e altri. Bob ha conseguito una laurea in Finanza presso la DePaul University e un MBA con specializzazione in investimenti presso l’Università di Notre Dame.

(Articolo proveniente da Fonte Americana)