sabato 25 settembre 2021

5 suggerimenti per interpretare al meglio il linguaggio del corpo dei nostri cani

Ecco 5 consigli su come interpretare al meglio il linguaggio del corpo dei nostri cani durante l’International Dog Day, la Giornata Internazionale dedicata ai nostri amici a 4 zampe

1) Il movimento della coda è il primo segnale importante sull’umore dell’animale: se scodinzola velocemente, questo è un momento completamente gioioso; Quando la coda rimane immobile in aria, è probabile che il cane sperimenti una situazione che provoca ansia o nervosismo, mentre quando è rigida e alta, l’animale assume un atteggiamento minaccioso o un’eccessiva concentrazione nei confronti della preda. Non è raro vedere un cane nascondere la coda tra le zampe posteriori, soprattutto quando attraversa una situazione insolita di paura o stress emotivo.

2) Gli occhi dei cani hanno una struttura simile a quella umana che consente loro di interpretare con precisione le emozioni che stanno vivendo. Ad esempio, è molto facile riconoscere la tristezza negli occhi di un cane con la stessa facilità con cui la riconosceremmo negli occhi di un umano. Se il nostro animale domestico è triste o stanco, i suoi occhi saranno socchiusi e abbassati. Quando le pupille sono immobili e puntano in una certa direzione, il cane può sentirsi minacciato e quindi adottare una postura aggressiva. Se gli occhi sono ben aperti e le pupille dilatate, l’animale è calmo e felice di ciò che lo circonda.

3) La posizione delle orecchie può variare a seconda della razza del tuo cane. Pertanto, è necessario imparare a riconoscere le peculiarità del movimento delle orecchie. Solitamente se tenuto basso e leggermente respinto, l’animale è docile e pronto a farsi coccolare. Se le orecchie, invece, sono tese, puoi percepire il pericolo vicino e prepararti a reagire. Sporgersi in avanti o dritto indica che il cane si sente minacciato e, in alcuni casi, può diventare aggressivo.

4) In un ambiente abbastanza tranquillo, la bocca del cane assume una forma rilassata, si apre leggermente, a volte esponendo le zanne. Quando un cane è stressato, può leccarsi le labbra o sbadigliare: si tratta di risposte fisiologiche innate che i cani adottano per ripristinare uno stato di calma e benessere. Se la bocca è chiusa e la mascella serrata, l’animale è quasi certamente nervoso e può diventare molto aggressivo se avverte una minaccia troppo vicina. In quest’ultimo caso, l’animale tende a mostrare i denti, ansimare e ringhiare.

5) I cani possono abbaiare per tanti motivi: lo fanno per avvertire quando stanno giocando, ma anche quando sono eccitati o annoiati, se vogliono fare qualcosa e in qualche modo gli impediamo di farlo. L’abbaiare può indicare sentimenti di ansia, e se il cane è particolarmente territoriale, l’abbaiare può trasformarsi in ringhi di dominio e aggressività. In questo caso non esistono regole univoche, l’unico consiglio è quello di osservare il proprio cane, e piano piano impareremo a capirlo.