lunedì 30 novembre 2020

5 titoli di fast-food che hanno avuto un successo maggiore grazie alle notizie sul pacchetto federale sugli stimoli

                

Fai clic qui per le risorse di The Motley Fool su Coronavirus e il mercato.

                                     

                                     

                                                                                          

Due conquistati 000% oggi.

                            

                                                                                                                           

    

        

             

    

                                                                                                                                                                                                                                                         

Quello che è successo?

Le azioni dei fast-food si sono unite al rialzo sulla notizia di oggi che il Congresso si stava avvicinando all’approvazione di $ 2 trilioni come stimolo economico mentre l’America si avvicina a quella che è probabilmente la sua caduta più rapida in recessione negli ultimi decenni.

Azioni di Jack in the Box ( NASDAQ: JACK ) e Restaurant Brands International ( NYSE: QSR ) finito mercoledì più di 13%, mentre YUM! Marche ( NYSE: YUM ) ha guadagnato oltre il 5%. di Wendy ( NASDAQ: WEN ) e McDonald ( NYSE: MCD ) ha terminato il trading con guadagni modesti dopo aver trascorso gran parte del pomeriggio oltre il 5%.

Fonte immagine: Getty Images.

E allora

Mentre il S&P 500 e Dow Jones Industrial Average ha chiuso la giornata con guadagni relativamente modesti dell’1,2% e del 2,4%, rispettivamente, entrambi i principali indici si sono ripresi molto più in alto nel pomeriggio scambiando la notizia che il Congresso era vicino a raggiungere un accordo. Questa notizia si è spostata notevolmente al rialzo, sulla base delle aspettative che il governo ha previsto il sostegno diretto agli individui e alle imprese attenuerebbe il colpo dell’arrivo (o probabilmente già sta accadendo) recessione.

L’industria della ristorazione è stata una delle più colpite dalle azioni intese a rallentare la diffusione di COVID – 19, con ordini statali per ridurre i contatti pubblici che richiedono a migliaia di ristoranti di chiudere le loro sale da pranzo e offrire solo asporto o consegna . Oltre al colpo di nessun servizio di ristorazione, ci si aspetta che milioni di americani abbiano perso il lavoro o siano già stati licenziati, e questa perdita di reddito influenzerà in qualche modo tutti i ristoranti.

I fondi del governo per mantenere le spese delle persone durante la prossima recessione e per aiutare più imprese a rimanere solventi, dovrebbero attenuare il colpo imminente della recessione in una certa misura.

Ora che cosa

Non si può dire quanto tempo ci vorrà per limitare la diffusione di COVID – 19, che è molto più mortale dell’influenza e potenzialmente più contagiosa a causa del numero di diffusori asintomatici. Mentre il presidente Trump è ottimista sul fatto che alcuni limiti al contatto personale potrebbero essere sollevati non appena Pasqua, gli esperti in sanità e malattie infettive affermano che è altamente improbabile.

In altre parole, l’ottimismo odierno da parte dei mercati, oltre all’enorme mossa in rialzo di martedì, potrebbe non durare a lungo. Il numero di COVID – 03 i casi negli Stati Uniti continuano a salire, con quasi 64, 000 in questo scritto e il numero di vittime si avvicina a 1 , 000. Man mano che vengono diagnosticati più casi, il sistema sanitario potrebbe avvicinarsi a un punto di non ritorno che vede le persone sane iniziare a morire semplicemente perché non c’è abbastanza capacità per fornire un trattamento adeguato.

Il messaggio qui non è che gli investitori dovrebbero vendere i grandi salti di martedì e di oggi. Sì, potrebbero esserci giorni brutti a venire, ma le scorte sono più appropriate come investimenti a lungo termine e queste scorte di fast food sono ancora in calo tra 25% (McDonald’s) e 57% (Jack in the Box) dai loro massimi in questo scritto.

Quindi, mentre è possibile che i prezzi scendano di nuovo nei giorni e nelle settimane a venire, la storia chiarisce che le flessioni del mercato come questo sono il momento migliore per acquistare, purché tu sia disposto e in grado di resistere la volatilità in modo da poter godere dei grandi profitti quando le cose tornano alla normalità.

Non sappiamo quando accadrà, ma lo farà. E quando lo fa, puoi stare certo che tutte e cinque queste aziende di fast food varranno la pena più lontano rispetto alle loro scorte commerciali per oggi.

                                                                                                                                                                                                                 Jason Hall possiede quote di Yum! Brands. Il Motley Fool non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                    

                                                                                               

                             

                     

Articolo originale di Fool.com