sabato 02 luglio 2022

500mila studenti affrontano il compito di italiano per la maturità 2022

Partono le prime indiscrezioni sulle tracce della prova di italiano, la prima, dell’esame di maturità 2022. Per l’analisi del testo, sarebbero stati scelti Giovanni Pascoli, con il brano “La via ferrata” e per la prosa  Giovanni Verga con il brano “Nedda. Bozzetto Siciliano”. Per le altre tracce è la volta del brano “La sola colpa di essere nati”, di Gherardo Colombo e Liliana Segre, con al centro una riflessione sulle leggi razziali.

Impegnati a svolgere la prova di italiano oggi, per la Maturità 2022, per oltre 500mila studenti. Impegnati in un esame di Stato che vedrà la conclusione del percorso del quinquennio Le prime indiscrezioni si  leggono sul portale Skuola.net  a cui si aggiunge anche la possibilità che una delle possibili tracce abbia come protagonista Giorgio Parisi, recente premio Nobel per la Fisica, con un passaggio di un suo discorso sui cambiamenti climatici tenuto alla Camera dei Deputati nell’ottobre del 2021, in vista della Cop26, la Conferenza Onu sul clima.

Verga e Pascoli erano gli autori più gettonati alla vigilia così come l’anniversario della marcia su Roma, di cui quest’anno ricorreva il centenario. Gli studenti potrebbero anche scegliere di  affrontare “il tema della musica e della sua importanza per l’essere umano, utilizzando un brano del medico e scrittore inglese Oliver Sacks, tratto dalla sua opera ‘Musicofilia'” e invece per il tema di attualità scegliere Luigi Ferrajoli, “Perché una Costituzione della Terra?”, con al centro la pandemia e le sue conseguenze per il Pianeta.

Traccia quest’ultima che gli studenti si aspettavano a due anni dall’inizio della pandemia. Meno attesa invece la possibilità di scrivere di Vera Gheno e Bruno Mastroianni autori di “Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello”: una traccia sul mondo dei social network che lascia libera possibilità di espressione ai maturandi.

In bocca al lupo  a tutti gli studenti dalla nostra redazione !