domenica 16 maggio 2021

7 Azioni da dividendo con rendimenti insostenibili

Nell’attuale contesto di tassi di interesse bassi, le azioni con dividendi rimangono calde. Le azioni con dividendi di alta qualità, come gli aristocratici dei dividendi, offrono il potenziale per pagamenti che aumentano nel tempo. Per non parlare, l’apprezzamento del prezzo delle azioni aggiunge anche guadagni di prezzo a lungo termine.

Tuttavia, questa strategia di investimento è tutt’altro che una cosa sicura per un investitore di reddito. Rapporti di vincita elevati – la percentuale di guadagni pagati come dividendi – possono essere motivo di preoccupazione per questi tipi di giochi.

Per molti nomi, compresi quelli più blue chip, i rapporti di pagamento hanno raggiunto livelli insostenibili. Il risultato? Ad un certo punto, queste società dovranno rallentare la crescita dei loro pagamenti. O peggio, tagliare o sospendere completamente il dividendo. Le azioni di società che seguono questa strada potrebbero subire una forte pressione al ribasso in entrambi gli scenari.

Quindi, dando un’occhiata alle azioni con dividendi, quali nomi potrebbero finire per rallentare o sospendere i loro pagamenti? Questi sette rischiano di farlo:

  • IBM (NYSE: IBM )
  • Coca Cola (NYSE: KO )
  • Altria Group (NYSE: MO )
  • PPL Corporation (NYSE: PPL )
  • AT&T (NYSE: T )
  • Vector Group (NYSE: VGR )
  • ExxonMobil (NYSE: XOM )

Azioni da dividendo: IBM (IBM)

Con una resa di circa il 4,9%, le azioni IBM possono essere viste come uno dei dividendi di prima qualità. recentemente si è rotto In caso contrario, l’imminente divisione di IBM in due società: una per il cloud / intelligenza artificiale in più rapida crescita e l’altra per un fornitore di servizi IT a crescita più lenta potrebbe cambiare le cose. Il segmento in più rapida crescita potrebbe raffreddare il payout, al fine di investire nella crescita. Il pezzo a crescita più lenta potrebbe avere il flusso di cassa per continuare una politica di dividendi elevati. Tuttavia, senza la componente cloud in rapida crescita, potrebbe non essere in grado di tenere il passo con gli aumenti dei pagamenti.

La cessione in attesa di IBM potrebbe aiutare a sbloccare il valore per gli azionisti. Ma se il tuo obiettivo è il reddito, non l’apprezzamento, potresti non volerlo acquistare solo per il suo rendimento.

Coca-Cola (KO )

Le azioni Coca-Cola sono state a lungo una delle partecipazioni a lungo termine preferite dagli investitori, incluso il leggendario investitore Warren Buffett. Ma, solo perché Buffett, il cui Berkshire Hathaway (NYSE: BRK.A , NYSE: BRK.B ) possiede il titolo da decenni, lo tiene, non significa che sia un acquisto da urlo per coloro che vogliono entrare in una posizione iniziale oggi.

Con il suo dividendo del 3,2%, sostenuto in gran parte dal suo profondo fossato economico, questo sembra un altro ottimo veicolo per generare reddito da dividendi. Tuttavia, con il suo rapporto di pagamento ora a 78. 3%, la sua resa inizia a sembrare insostenibile.

Certo, con 58 anni consecutivi di crescita dei dividendi, è difficile vederlo tagliare il suo pagamento. Proprio come con IBM, la crescita dell’utile per azione (EPS) delle azioni KO continua a superare il tasso medio di crescita dei dividendi. Tuttavia, data la maturazione della sua attività principale nel settore delle bevande analcoliche, la società potrebbe dover impiegare più capitali per diversificare la sua offerta nel tempo.

Con quasi 80% dei suoi guadagni in uscita dal porta come dividendo, questa potrebbe essere una sfida. Con il rischio che l’azienda deve ridurre il suo payout, o almeno rallentare il suo tasso di crescita, altri giochi di dividendi nel settore dei beni di consumo di base potrebbero offrire migliori opportunità.

Altria Group (MO)

Come ho discusso in articoli precedenti sulle azioni con dividendi, sono un grande fan di MO azione. Ma, mentre in precedenza ho discusso le preoccupazioni sull’elevato rapporto di pagamento di questa azienda del tabacco, ammetto ora che, nel lungo periodo, potrebbe diventare una preoccupazione più grande.

Perché? Negli ultimi decenni, gli aumenti dei prezzi hanno aiutato l’azienda a contrastare il declino secolare del fumo di sigaretta negli Stati Uniti. Ma ciò che ha funzionato in passato potrebbe non funzionare in futuro. Altria potrebbe essere in grado di ammorbidire il colpo, attraverso la diversificazione. Ma finora la giuria è ancora fuori su questo.

Il suo investimento nel produttore di sigarette elettroniche Juul è stato più o meno un fallimento. Partecipazione di MO nella società di cannabis Cronos Group (NASDAQ: Anche CRON ) deve ancora pagare. Potrebbe avere successo con i suoi prodotti a base di tabacco riscaldato a rischio ridotto. Ma ancora una volta, è ancora troppo presto per dirlo.

I guadagni continuano a crescere nelle cifre singole basse, il che potrebbe essere sufficiente per consentirgli di mantenere il suo attuale pagamento annuale ($ 3. 44 per azione) così com’è. Ma, con più di 75% dei suoi guadagni pagata come dividendo, ammetto che, a un certo punto, qualcosa deve dare.

Pochi mesi indietro, quando le azioni erano ai minimi e cedendo quasi 10%, questa era un’opportunità più forte. Ma, dopo il suo rimbalzo, torna a circa $ 51 per azione, potrebbe essere meglio evitare di aggiungere alle posizioni qui.

PPL Corporation (PPL)

Proprio come Altria, il titolo PPL è un altro nome incentrato sui dividendi I ‘ ho coperto un bel po ‘qui suha scritto di recente , la società in attesa di vendita delle sue attività nel Regno Unito e il successivo acquisto di Narragansett Electric, potrebbero comportare un taglio dei dividendi da parte di PPL per risparmiare denaro. Questo non vuol dire che taglierà completamente il suo dividendo. Ma qualsiasi tipo di riduzione potrebbe causare una certa volatilità.

Con questo in mente, acquistarlo solo per il rendimento potrebbe non essere una grande idea al momento. Gli investitori più concentrati sui guadagni, tuttavia, potrebbero trovare opportunità qui. Se questo scambio di asset funziona come previsto, potrebbe aiutare a spostare ancora una volta l’ago per il titolo.

Trading lateralmente tra $ 25 e $ 30 per azione nell’ultimo anno, il successo con questo accordo potrebbe aiutare a riportarlo ai massimi dell’anno precedente (sopra $ 35 per azione). In breve, questo potrebbe essere un ottimo gioco di svolta. Ma una grande idea per gli investitori in dividendi? Non così tanto.

AT&T (T)

Cerca la frase “azioni con dividendi” e il titolo T sarà uno dei primi nomi che vengono visualizzati. Ma, mentre AT & T è 6. 83 Il rendimento in% è allettante, i timori di vecchia data sulla sua sostenibilità rimangono sul tavolo.

Il problema è il bilancio gonfio del gigante delle telecomunicazioni e dei media. Le società di telecomunicazioni in genere utilizzano molto debito nelle loro strutture di capitale. Ma una grossa fetta del debito di AT&T proviene dal suo ritardo – 2010 s acquisto di società di media, tra cui TimeWarner (ora WarnerMedia). Il suo servizio di streaming HBO Max lanciato di recente ha funzionato bene.

Il CEO John Stankey ha affermato che non è necessario tagliare i dividendi. Ma, sebbene a breve termine possa essere in grado di ripagare il suo grasso rendimento e la crescita finanziaria, ciò potrebbe non andare avanti all’infinito.

Se la performance dell’azienda nel prossimo anno non sarà all’altezza delle aspettative , ed è necessaria una spesa in conto capitale aggiuntiva per rimanere competitivi, una riduzione del suo payout potrebbe essere inevitabile.

Certo, con il dividendo che cresce ad un tasso anemico (una media di 1. 93% al di sopra di negli ultimi cinque anni), AT&T potrebbe essere in grado di mantenerlo costante al livello attuale. Tuttavia, c’è un motivo per cui gli investitori non hanno offerto di aumentare le azioni, che rimangono bloccate a circa $ 30 per azione nell’ultimo anno.

Mentre l’incertezza continua, cerca altrove un gioco di reddito.

Vector Group (VGR)

Rispetto agli altri nomi discussi qui, Vector Group è un relativamente piccolo avannotto. La società, che possiede un produttore di sigarette scontate ( Liggett Vector Brands ), una società di intermediazione immobiliare focalizzata sul mercato di New York City ( DouglasElliman ), e un’infarinatura di interessi immobiliari ( New Valley Realty ), è un interessante mix di partecipazioni .

Ma ciò che può essere più interessante è il suo dividendo.

Rendendo 5. 67%, lo stock VGR ha è stato un nome ad alto rendimento per gli investitori focalizzati sul reddito disposti a uscire dai sentieri battuti. Tuttavia, anche dopo aver dimezzato il suo dividendo in 2020 (a partire dal 40 centesimi per trimestre, a 20 centesimi per trimestre), il suo livello dei pagamenti potrebbe ottenere un altro taglio di capelli.

Mentre la società nel tempo è diventata più un gioco immobiliare, il tabacco rimane la sua mucca da soldi. La maggior parte delle sue vendite proviene ancora dalla sua attività di sigarette scontate. E, mentre il business dei servizi immobiliari potrebbe essere pronto per un ritorno, dato il forte rimbalzo delle vendite di immobili residenziali a New York, le proiezioni di una crescita degli utili sostanzialmente pari a zero per Vector tra 2021 e 2022 sottolineano che questo non aiuta a spostare l’ago nel complesso di molto.

Allo stato attuale, intorno a 90% degli utili di Vector viene pagato come dividendi. Se la crescita degli utili rimane debole, la società potrebbe nuovamente rivalutare quanto paga agli investitori.

ExxonMobil (XOM)

L’aumento dei prezzi del petrolio ha contribuito a ridurre i timori che il colosso petrolifero ExxonMobil debba tagliare i suoi pagamenti. Gli utili sono destinati a rimbalzare in grande stile quest’anno e il prossimo.

Ma, come si è visto nel recente downgrade del rating del credito da parte di Moody’s, la società potrebbe dover cambiare la sua attuale serie di priorità dividendo in primo luogo, il debito riguarda in secondo luogo). Prendendo in prestito pesantemente per mantenere la sua vincita durante las In un contesto di prezzo del petrolio depresso dell’anno, il gigante petrolifero stava sostanzialmente prendendo in prestito da Peter per pagare il dividendo di Paul. Ma, con la prospettiva che riprenda a effettuare il pagamento dal flusso di cassa operativo, c’è stato un enorme cambiamento nel sentimento degli investitori riguardo alle azioni XOM.

Le azioni sono aumentate di più di 73% negli ultimi sei mesi, principalmente a causa del rapido rimbalzo dei prezzi del petrolio. Ma ha aiutato anche la fiducia che il suo dividendo sia ora di nuovo sostenibile. Tuttavia, mentre l’anticipazione di tempi migliori futuri ha dato impulso al titolo, acquistare ora per il rendimento potrebbe non essere la mossa migliore.

La nuova politica di Exxon di tagliare la spesa in conto capitale per mantenere il dividendo potrebbe significare il suo no facendo leva più a lungo sul proprio bilancio. Ma anche prendere in prestito dal futuro per soddisfare il presente non è affatto un’idea sostenibile. Dopo la sua straordinaria ripresa, potrebbe non valere la pena di inseguire questo gioco ad alto rendimento ancora rischioso.

(Articolo proveniente da Fonte Americana)