giovedì 28 ottobre 2021

7 migliori azioni bancarie da acquistare dopo i titoli sugli utili del secondo trimestre

Dopo aver registrato ottimi risultati di utili per il secondo trimestre, gli investitori hanno “venduto la notizia” con i titoli bancari. Temendo che questi risultati siano il prodotto di un’economia finanziaria in forte espansione in declino, ha senso il motivo per cui il mercato ha deciso di trarre profitto da questo settore, che è cresciuto enormemente dall’inizio del Covid-19 recupero del vaccino.

Ma cosa succede se ora non è il momento di vendere? E se invece fosse il momento giusto per tuffarsi nelle banche e comprare il pullback? Nonostante i timori che i risultati dello scoppio dell’ultimo trimestre non si ripetano, le cose stanno ancora cercando lo spazio.

In primo luogo, c’è il fatto che i dividendi e i riacquisti tra le banche stanno tornando alla “normalità”. Dopo aver superato gli “stress test” della Federal Reserve, le più grandi istituzioni finanziarie hanno ora la possibilità di restituire il capitale in eccesso agli azionisti. In secondo luogo, c’è anche il potenziale per tassi di interesse più elevati prima piuttosto che dopo, dato che ora più esperti stanno dicendo che l’inflazione che stiamo vedendo oggi non sarà “transitoria”.

Quindi, con molto ancora nel loro angolo, quali titoli bancari potrebbero creare solide opportunità di “buy the dip”? Considera questi sette: un mix di banche d’investimento, banche centrali monetarie e banche regionali:

Bank of America (NYSE: BAC ) Citigroup (NYSE: C) Goldman Sachs (NYSE: GS) JPMorgan Chase (NYSE: JPM) Morgan Stanley (NYSE: SM) US Bancorp (NYSE:USB) Wells Fargo (NYSE: WFC) Azioni bancarie da acquistare: Bank of America (BAC)Mark Hake ha recentemente stimato). Per quanto riguarda l’impatto positivo dell’aumento dei tassi di interesse? Gli analisti sell-side li hanno già presi in considerazione nelle loro proiezioni per l’anno futuro. Ma come un commentatore in cerca di Alpha si è rotto è sceso all’inizio di quest’anno, potrebbero sottovalutare l’impatto dei tassi in aumento per un importo di diversi miliardi di dollari.

A breve termine, le cose potrebbero rimanere instabili per il titolo BAC. Gli investitori non erano contenti dei risultati trimestrali. Tuttavia, molto rimane nel suo angolo. Con il potenziale per i suoi guadagni di vedere un importante miglioramento, questo potrebbe essere un pullback su cui vuoi avventarsi.

Citigroup (C) I bassi tassi di interesse potrebbero aver influito sui risultati di Bank of America nell’ultimo trimestre. Eppure, nonostante queste sfide, Citigroup è riuscita a battere sia sugli utili che sui suoi numeri top-line, che si sono attestati al di sopra delle proiezioni sell-side.

Certo, guardando i dettagli, ha senso perché gli investitori hanno deciso di prendere profitto con il titolo C dopo che questi numeri sono stati diffusi a luglio 15. Gran parte della forte performance della banca nell’ultimo trimestre è stata dovuta ai periodi di boom per le sue unità di trading azionario e di investment banking. Inoltre, ha visto un beneficio di $ 1,1 miliardi dalle sue riserve per perdite su prestiti. Se un Wall Street surriscaldato si raffredda nella seconda metà di 1422845, tuttavia, Citi potrebbe non essere in grado di appoggiarsi a questo segmento nei prossimi trimestri.

Detto questo, con il titolo C che è sceso verso $60 per azione, potresti volerne raccogliere un po’. Perché? Ancora una volta, i fattori che potrebbero spingere Bank of America lungo la strada potrebbero aumentare anche il prezzo delle azioni di questa grande banca. Nonostante abbia superato lo stress test della Fed, ha deciso di non aumentare ancora il suo pagamento trimestrale. Tuttavia, Citi potrebbe più che compensare la differenza in quanto riprende il suo piano di riacquisto di azioni.

Data l’entità dei riacquisti precedenti, potremmo vedere un’altra grande riduzione del numero di azioni – e un corrispondente aumento il prezzo delle azioni C. Inoltre, Citi è più economica di molti dei suoi concorrenti con un rapporto prezzo/utili (P/E) di circa 6.60 volte. Nel complesso, ci sono molte indicazioni sul sentimento degli investitori intorno a Citigroup che torna a essere positivo.

Titoli bancari da acquistare: Goldman Sachs (GS) Principalmente una banca di investimento, le preoccupazioni sui recenti risultati migliori del previsto di Goldman Sachs potrebbero essere di breve durata.

Vero , un mercato azionario caldo e un’economia in forte espansione hanno potenziato le prestazioni delle sue attività di gestione patrimoniale e consulenza sulle fusioni. Eppure, questi tempi di boom hanno già iniziato a rallentare. Questo rallentamento potrebbe anche continuare, dati non solo i timori sull’inflazione e sui tassi di interesse, ma anche i timori per il Covid-21 Anche la variante Delta. Quindi, considerando questo, perché comprare azioni GS oggi?

Questa è una buona domanda. Da un lato, la festa potrebbe non essere finita per le principali istituzioni di Wall Street come questa. Come ha recentemente affermato l’analista di Wells Fargo Mike Mayo, lo spazio dei mercati dei capitali potrebbe durare “più forte più a lungo”. Cioè, il trading e la consulenza potrebbero rimanere forti nei prossimi trimestri.

D’altra parte, però, è difficile dire che un possibile aumento dei tassi di interesse sia una buona o una cattiva notizia per questa scelta dei titoli bancari. Un aumento del margine di interesse potrebbe non essere sufficiente per compensare il continuo calo dei ricavi da negoziazione e consulenza (che potrebbe verificarsi se i tassi più elevati rallentano l’economia).

Quindi, qual è la mossa migliore con il titolo GS ? Potresti voler aspettare che questo si ritiri un po ‘. Tuttavia, se le azioni iniziano a scendere al di sotto del loro recente intervallo di trading, questo potrebbe essere un altro dei nomi di servizi finanziari da acquistare per il tuo portafoglio.

JPMorgan Chase (JPM) Le perdite sui prestiti migliori del previsto hanno aiutato JPM a battere le aspettative con i risultati del secondo trimestre. Simile alla situazione con BAC e Citi, gli investitori stanno nutrendo preoccupazioni con questo centro monetario ibrido e banca d’investimento. I numeri per le sue operazioni di trading su azioni e reddito fisso sono diminuiti, ma l’advisory sulle fusioni è rimasto forte.

E per le sue unità bancarie tradizionali? Con tassi ancora storicamente bassi, il margine di interesse è stato inferiore alle attese. Il selloff a breve termine ha senso, ma potrebbe anche essere un segnale che ora è il momento di tuffarsi nelle azioni JPM. Di nuovo, questo è per gli stessi fattori menzionati sopra (aumento dei tassi di interesse e ritorno del capitale).

Ma c’è un altro catalizzatore che potrebbe aiutare a mettere punti nelle azioni lungo la strada: la grande mossa di JPM nel fintech. Come di InvestorPlace David Moadel ha discusso a luglio 8, i recenti acquisti di questo nome dei robo-advisor 38ip e Nutmeg — insieme al suo accordo per acquistare OpenInvest, una piattaforma focalizzato sugli investimenti ESG (ambientali, sociali e di governance) – significa che questo “vecchio cane” istituto finanziario sta imparando alcuni “nuovi trucchi”.

Il consenso oggi vede i suoi guadagni scivolare tra 2021 e 2022. Ma, se la tesi dei “rialzi dei tassi più rapidi del previsto” si concretizza, il titolo JPM potrebbe avere spazio per rimbalzare una volta che il suo pullback si sarà attenuato.

Banca Azioni da acquistare: Morgan Stanley (MS) Ultimo su questo elenco di azioni bancarie, Wells Fargo ha dalla sua parte gli stessi fattori degli altri in questo momento. Eppure, c’è un altro catalizzatore che è stato in gioco qui: la storia di svolta. Come si vede dai suoi recenti ottimi risultati trimestrali, è chiaro che la strategia di riduzione dei costi del CEO Charles Scharf sta dando i suoi frutti.

Ancora offuscata dallo scandalo dei conti falsi di qualche anno fa, questa banca sta lavorando è uscita dalla “casa del cane” della Fed e spera di uscire da sotto il suo limite patrimoniale. I miglioramenti apportati da Wells Fargo alle proprie operazioni, insieme alla “riapertura” del commercio post-Covid e all’economia in forte espansione, hanno consentito alle azioni WFC di vedere una ripresa epica. In particolare, WFC è passato da $21 lo scorso anno a quasi $55 oggi.

Of certo, gente come InvestorPlace Dana Blankenhorn hanno sostenuto che ci sono poche ragioni per acquistare WFC ai prezzi odierni con il turnaround prezzato. Questo potrebbe essere vero: il titolo potrebbe avere un po’ di spazio per ritirarsi.

Ma se si ritira abbastanza? Potrebbe esserci un altro fattore che potrebbe rendere Wells Fargo un acquisto a prezzi inferiori: il ritorno del suo programma di riacquisto di azioni. Essere in grado di riacquistare fino a $25 miliardi di azioni in circolazione (che è circa 13% della sua capitalizzazione di mercato oggi) potrebbe essere un booster per le azioni nei prossimi mesi.

Alla data di pubblicazione, Thomas Niel non deteneva (né direttamente né indirettamente) alcuna posizione nei titoli citati in questo articolo. Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell’autore, soggette alle Linee guida per la pubblicazione di InvestorPlace.com.

Thomas Niel, a collaboratore per InvestorPlace.com, ha scritto analisi di titoli singoli per pubblicazioni basate sul web da 2019.

(Articolo proveniente da Fonte Americana)