sabato 17 aprile 2021

7 titoli biotecnologici che sono da considerare al di là dei vaccini Covid-19

È passato un anno da quando abbiamo ufficialmente riconosciuto il nuovo coronavirus come una seria minaccia. E mentre sembra che sia passato molto più tempo per noi per gestire la nostra “nuova normalità”, il fatto che stiamo assistendo a un calo dei numeri e che ci sono più di una dozzina di vaccini disponibili in tutto il mondo, dimostra il potere della tecnologia.

Gli iniziali vaccini per il Covid-19 che sono stati lanciati negli Stati Uniti sono stati i primi del loro tipo mai approvati. Usano l’RNA messaggero (mRNA), l’elemento costitutivo del DNA, per aiutare il nostro corpo a sviluppare l’immunità al virus. Ciò richiede una notevole quantità di know-how tecnologico.

Inoltre, il fatto che i vaccini abbiano impiegato solo un anno per svilupparsi è incredibilmente veloce. Di solito ci vogliono anni per eliminare il virus, potenziali vettori per fermarlo, ecc. La pista è stata notevolmente accorciata dalla tecnologia attualmente disponibile.

Tuttavia, quando si cercano azioni biotecnologiche da acquistare, quelle che producono i vaccini non sono gli unici a cui prestare attenzione. In quanto tali, vale la pena considerare questi sette titoli:

  • Denali Therapeutics (DNLI )
  • Moderna (MRNA )
  • Mirati Therapeutics (MRTX )
  • Zai Lab Ltd (ZLAB )
  • Novavax (NVAX )
  • Seagen (SGEN)
  • Fate Therapeutics (FATE)

Il lavoro che stanno facendo queste biotecnologie di secondo livello continuerà a conquistare i titoli dei giornali in un mondo post-coronavirus.

Denali Therapeutics

Sono un grande fan di questo titolo biotech in fase clinica per un bel po ‘di tempo per un paio di motivi.

Innanzitutto, DNLI ha ottenuto ottimi risultati in passato 12 mesi, che rappresenta un’azienda ben gestita in un settore mirato che non ha concorrenti significativi e mirati.

In secondo luogo, il suo mercato chiave sono le malattie neurodegenerative come il Parkinson, la SLA, la demenza e l’Alzheimer. Con i farmaci in cantiere per tutte queste sfide e altre ancora, DNLI sta affrontando una delle maggiori richieste nel mondo sviluppato: l’ingrigimento della popolazione. DNLI ha alcuni farmaci molto promettenti in fase di sperimentazione ora. Nell’agosto dello scorso anno un importante biotech ha accettato di collaborare con DNLI su due programmi utilizzando l’esclusiva piattaforma televisiva di attraversamento della barriera emato-encefalica di DNLI. Questa è una grande conferma per quanto riguarda la tecnologia proprietaria dell’azienda.

Il titolo è sceso dai massimi di dicembre, ma è ancora in rialzo 290% nel passato 12 mesi. Tuttavia, dato il suo potenziale, quei vecchi effetti sono certamente ottenibili mentre i suoi farmaci passano attraverso le prove. Ma preparati alla volatilità.

Moderna

Sicuramente se non hai ancora sentito il nome, il simbolo del ticker dovrebbe darti un’idea di ciò su cui si concentra l’azienda. Riguarda l’mRNA e le possibilità di utilizzarlo per vaccini e altri medicinali.

Ma il suo lavoro sui vaccini è ciò che l’ha lanciato, ora che ha uno dei pochi vaccini che sta entrando nelle braccia degli americani.

La ricerca sull’MRNA va avanti da decenni, ma è molto difficile da manipolare e fino a quando la tecnologia non ha raggiunto il suo stato attuale è stato molto costoso svilupparlo su una scala abbastanza grande per i test, molto meno ampia distribuzione. Ma ora è cambiato tutto.

E il fatto che questo titolo biotech sia passato da circa $ 19 una condivisione 12 mesi fa a $ 132 oggi (e fino a $ 189), significa che Moderna si trova in una posizione molto migliore per diventare un attore leader nell’mRNA ricerca e sviluppo.

Mirati Therapeutics

Questo stock biotech in fase clinica ha un nuovo approccio al trattamento della crescita e della divisione cellulare utilizzando i cosiddetti inibitori KRAS. Questa azienda si occupa di farmaci contro il cancro. E alcuni dei suoi farmaci in cantiere mostrano l’efficacia migliore della categoria, superando gli inibitori KRAS prodotti da alcune delle più grandi aziende farmaceutiche del pianeta.

Con una capitalizzazione di mercato di circa $ 9 miliardi, tuttavia, questo è un David in una battaglia tra Davide e Golia. Tuttavia, è la dimensione perfetta per essere inghiottita da un’azienda farmaceutica più grande e diversificata come opportunità plug and play.

Come altri titoli biotech, lo scorso anno ha fatto una corsa sfrenata, con un 52 – intervallo di settimane compreso tra $ 66 e $ 249. È circa $ 188 ora ed è probabile che si consolidi da queste parti. Suo 12 – rendimento mensile di 161% è ancora impressionante, ma c’è un sacco di margine se lo fa da solo o un grande farmaceutico interviene con un’offerta.

Zai Lab Ltd

Se stai cercando un modo per far fronte alla crescente domanda cinese di farmaci di livello mondiale, questo dovrebbe essere uno dei titoli biotecnologici che prendi in considerazione. Ha un piede in Cina e negli Stati Uniti, il che significa che può creare valore in entrambi i mercati.

Uno dei suoi accordi recenti è quello di concedere in licenza un farmaco prodotto da una grande azienda farmaceutica statunitense per l’uso in Cina. Questa è una vittoria per entrambe le parti. La Cina ottiene un farmaco statunitense in un’area strategica chiave e la società statunitense ottiene una fonte di entrate in Cina senza dover accedere al paese da sola.

Ovviamente ZLAB ha anche i propri farmaci, quattro di questi sono già approvati nel mercato statunitense. Attualmente ha 15 farmaci candidati in studi oncologici, autoimmuni e malattie infettive. Una volta approvati, hanno un facile accesso sia al mercato statunitense che a quello cinese.

L’attuale $ 11 la capitalizzazione di mercato di miliardi è stata aumentata in modo significativo dopo gli ZLAB 201% eseguito in passato 12 mesi. Ma qui ci sono molte promesse, soprattutto come canale per il mercato cinese.

Novavax

Meno di due anni fa, questo produttore di vaccini ha dovuto affrontare la realtà di essere stato rimosso dalla lista dal Nasdaq perché le sue azioni erano state scambiate sotto $ 1 per 30 giorni consecutivi. Vendeva uffici e tagliava posti di lavoro.

Aveva grandi idee, ma cercare di svilupparle con pochi soldi stava raggiungendo la “valle della morte” biotech quando gli scienziati prendono una grande idea dal laboratorio e cercano di commercializzarla. Ciò richiede un livello completamente diverso di capacità di gestione e spesso infligge ferite mortali a promettenti titoli biotecnologici.

Ma poi Covid – 19 è arrivato negli Stati Uniti e NVAX ha ricevuto un colpo al braccio da $ 2 miliardi (non ho potuto resistere) dagli Stati Uniti governo per andare avanti con la sua ricerca e sviluppo.

Ora ha una capitalizzazione di mercato prossima ai $ 13 miliardi e le azioni vengono scambiate a $ 177 una condivisione . NVAX è su 1, 757% nel passato 12 mesi, ma sono quasi 50 % di sconto sul suo 30 – massimi settimanali. E il suo vaccino, sebbene non approvato al primo turno, ha dimostrato una potente resistenza al Covid – 19 – questo è particolarmente vero per le varianti Brasile e Regno Unito.

Alla fine di gennaio sono stati rilasciati i suoi studi di Fase 3 nel Regno Unito, ed è considerato dagli esperti uno dei migliori vaccini in circolazione.

Seagen

Se hai sentito parlare di oncoimmunoterapia, allora hai un’idea abbastanza chiara di cosa fa SGEN. Se non l’hai fatto, una breve descrizione utilizza il tuo sistema immunitario per combattere il cancro.

Dato che questa era praticamente fantascienza una decina di anni fa, almeno a livello commerciale, è un significativo passo avanti nella cura del cancro. Ci sono un certo numero di titoli biotech che si trovano in questo campo, ma SGEN è uno dei leader, essendo stato in questo da allora 1997.

SGEN utilizza coniugati farmaco-anticorpo (ADC), che legano farmaci a piccole molecole agli anticorpi presenti in natura per colpire le cellule tumorali. Gli anticorpi vengono assorbiti e si dissipano, ma il farmaco agisce sul tumore e ne distrugge la capacità di crescere. Il tumore muore.

Questo approccio significa che, a differenza della chemioterapia tradizionale, è altamente mirato, quindi non compromette il sistema immunitario del paziente, ma è altamente efficace.

Le scorte di SGEN sono aumentate 56% nel passato 12 mesi. Ha un $ 27 miliardi di capitalizzazione di mercato, quindi è un attore affermato in un settore molto caldo, il che lo rende una grande storia di crescita da solo o un acquisto- fuori bersaglio con un grande premio.

Fate Therapeutics

Un’altra biotecnologia dell’immunoterapia, FATE si rivolge a tumori e altri disturbi immunitari utilizzando una tecnologia brevettata di cellule staminali pluripotenti indotte (iPSC) che la distingue da titoli biotecnologici simili.

IPSC consente a FATE di creare una fonte cellulare illimitata per la differenziazione in tipi di cellule specializzate e lo sviluppo di terapie cellulari “pronte all’uso”. Fondamentalmente FATE può creare linee master di iPSC e quindi applicarle a particolari diagnosi.

L’azienda esiste da allora 2007 ed è all’avanguardia nelle immunoterapie, quindi potrebbe essere necessario del tempo per ottenere una reale trazione. Ha un numero di farmaci in studi preclinici e di Fase 1 e un farmaco ematologico in studi di Fase 2.

Ma dato il fervore dei titoli azionati dalla tecnologia, FATE è in aumento 364% nel passato 12 mesi, ma ha una capitalizzazione di mercato di $ 8 miliardi. Tutto quel denaro contribuirà a mantenere attive quelle prove e sicuramente ne aiuterà la velocità di combustione.