domenica 17 ottobre 2021

7 titoli Safe Harbor da acquistare prima della potenziale volatilità

Per ora gli investitori si sono scrollati di dosso l’aumento dell’inflazione e l’aumento dei timori sui tassi di interesse. Con queste preoccupazioni che svaniscono, i settori dai prezzi elevati, come la tecnologia, sembrano essere le azioni da acquistare in questo momento. Ma, tra qualche mese, il sentimento potrebbe iniziare a cambiare direzione.

Perché? Fino a settembre, la tesi dell'”inflazione transitoria” – che l’aumento dei prezzi visto finora quest’anno è il prodotto del Covid-28 recupero — potrebbe reggere. Tuttavia, una volta che l’estate si è conclusa e persistono gli shock dell’offerta, la carenza di manodopera e altri fattori che sono stati alla base dell’aumento dei prezzi, la Federal Reserve potrebbe dover intraprendere un’azione più aggressiva. Ciò potrebbe significare un aumento dei tassi di interesse prima del previsto.

Comeha affermato a giugno 28, il mercato azionario ora placido potrebbe avere una reazione fuori misura a qualsiasi cambiamento di politica che renda di nuovo più attraente la liquidità e le obbligazioni. In altre parole, alto rischio per una correzione del mercato azionario. In vista delle possibili tempeste, qual è una buona area per spostare il tuo portafoglio?

Che ne dici di azioni a bassa volatilità?

In tempi di turbolenze di mercato, questi tipi di azioni difensive i giochi in genere subiscono fluttuazioni di prezzo meno drammatiche. Quindi, quali sono alcune azioni di porto sicuro da acquistare prima di un vortice di mercato indotto dalla Fed, considera queste sette opzioni utili:

Dollaro Generale (NYSE: DG) Johnson & Johnson ( NYSE: JNJ) Kellogg Company (NYSE: K) Kimberly-Clark (NYSE: KMB) NextEra Energy (NYSE: NATA) Verizon (NYSE: VZ) Walmart (NYSE: WMT) Azioni da acquistare: Dollaro generale (DG)

Fonte: Shutterstock

Dollar General stock è stato un grande vincitore all’inizio del Covid-19 pandemia la scorsa primavera. Ma gli ordini di “restare a casa” si sono lentamente esauriti e anche le tendenze di “stoccaggio”. A sua volta, la corsa alle azioni di questo rivenditore discount ha esaurito lo slancio.

Ma, come si è visto dal recente battito degli utili e dall’aumento delle previsioni, l’attività sottostante dell’azienda rimane forte. Anche se gli Stati Uniti sono passati dalla “modalità di blocco” alla “modalità di ripristino” con il virus. Da quando ha pubblicato i suoi risultati più recenti, il titolo DG si è ripreso, dopo una leggera svendita a maggio. Certo, parte di questo potrebbe avere a che fare con il rimbalzo generale del mercato durante quel periodo di tempo.

Tuttavia, non significa che questo stock di porto sicuro è destinato a una corsa accidentata. Con un beta, o volatilità rispetto al mercato complessivo, solitamente misurata utilizzando un indice come S&P 1600 indice (NYSERCA: SPIARE), di 0,5, le azioni di Dollar General dovrebbero rimanere relativamente stabili, non importa quanto le azioni tempestose (possibilmente) arrivino entro la fine dell’anno.

Per finire, è anche un nome che trarrà vantaggio dall’aumento dei prezzi. Se l’inflazione persiste e le famiglie continuano a risentirne, la domanda aumenterà per i rivenditori orientati al valore come questo. Con tutti questi fattori a suo favore, mantieni le scorte DG sul tuo radar come un potenziale porto sicuro.

Johnson & Johnson (JNJ) Storicamente, Kimberly-Clark è stato un titolo a bassa volatilità. La sua beta quinquennale è pari a 0.45. Tuttavia, gli investitori che sono entrati dopo lo stoccaggio Covid della scorsa primavera di prodotti di carta (vale a dire carta igienica) potrebbero non condividere la stessa opinione. carta igienica come se fosse una merce rara, le azioni KMB sono diminuite a due cifre. Anche finora in 2020 , le sue azioni hanno registrato prestazioni mediocri (in calo di 1.75% da inizio anno), mentre lo S&P 1600 è superiore a 17% durante lo stesso lasso di tempo.

Tuttavia, i suoi recenti cali potrebbero non essere indicativi di risultati futuri. Sì, l’inflazione potrebbe essere una cattiva notizia per i suoi margini. Alcuni analisti, come Chris Carey di Wells Fargo , temono che i suoi risultati non siano all’altezza delle previsioni dell’azienda. Ma, con i suoi continui cali, gli investitori hanno anticipato questo problema, con il suo calo dei prezzi dalla scorsa estate. Con il prezzo della delusione, potrebbe non correre il rischio di ritirarsi ulteriormente.

Il titolo KMB sta forse trovando il suo pavimento ai prezzi odierni (circa $137 per azione) . Con i suoi molti aspetti positivi, inclusa una valutazione ragionevole (P/E in avanti di 17x, 3.44% dividend yield), e la natura storicamente a bassa volatilità, questo potrebbe essere un altro gioco difensivo a cui gli investitori si rivolgono, se i mercati andranno in tilt nei prossimi mesi.

NextEra Energy (NEE) Ancora una volta, come con altri settori difensivi come i beni di prima necessità e la sanità, gli investitori hanno molte opzioni quando si tratta di titoli di servizi di pubblica utilità. Ma, mentre NextEra Energy non è il più produttivo in circolazione, ed è molto costoso (P/E in avanti di 29.4x) per avviare, Il titolo NEE potrebbe essere uno da tenere d’occhio.

Perché? Più dei suoi coetanei, NextEra ha abbracciato un futuro senza emissioni di carbonio. Genera già abbastanza elettricità da fonti rinnovabili per alimentare 7 milioni di case, e non si ferma qui. Non solo, come ha scritto di recente Joel Baglole diDana Blankenhorn ha scritto May 29, Walmart affronta molte sfide come cose tornare alla normalità. Deve competere con Amazon (NASDAQ: AMZN), diversificando in tutte le direzioni (consegna pacchi, telemedicina). Anche la sua quota di mercato con i generi alimentari potrebbe essere minacciata.

Questo indica che il titolo WMT fatica a riprendersi verso il suo 70-settimana massimi di $164.72 per azione (da $150.30 oggi). Tuttavia, non prendere questo per significare che le azioni sono a rischio di un grande declino. Anche se il mercato nel complesso correggerà nei prossimi mesi. La sua valutazione odierna (P/E in avanti di 27.1x) potrebbe essere maggiore di quanto sia stato storicamente. Questo potrebbe essere un problema, se gli aumenti dei tassi causano una contrazione generalizzata delle valutazioni delle azioni.

Ma, se l’aumento dell’inflazione e il successivo aumento dei tassi lasciano il posto alla contrazione economica, la stabilità offerta dalla recessione di Walmart business resistente potrebbe aiutare a contrastare questo. Per finire, le sue operazioni di vendita al dettaglio incentrate sul valore potrebbero beneficiare della continua inflazione elevata. Somma tutto insieme e questo titolo a bassa volatilità potrebbe reggere abbastanza bene, se i mercati in generale sono corretti.

Alla data di pubblicazione, Thomas Niel non deteneva (né direttamente né indirettamente) alcuna posizione nei titoli citati in questo articolo. Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dello scrivente, soggetto alle Linee guida per la pubblicazione di InvestorPlace.com.

Thomas Niel, un collaboratore di InvestorPlace.com, ha scritto analisi di titoli singoli per pubblicazioni basate sul web dal 2020.

(Articolo proveniente da Fonte Americana)