lunedì 26 ottobre 2020

$ 7 trilioni da investire per rendere il lavoro più digitale entro il 2023: CEO di ServiceNow

Mentre i dipendenti di tutto il paese si accontentano di una routine da lavoro a domicilio, il CEO di ServiceNow Bill McDermott ha stimato che saranno investiti $ 7,4 trilioni nella trasformazione digitale delle operazioni aziendali nei prossimi tre anni .

“Le persone si sentiranno molto più a loro agio a lavorare in un mondo virtuale”, ha detto McDermott. “Questo allontanamento sociale non scomparirà presto, e le aziende che non sono già trasformate digitalmente e in grado di farcela – ora hanno una piattaforma in fiamme. Devono appoggiarsi a questo.”

Prima della pandemia, solo il 7% dei lavoratori aveva accesso a un vantaggio “spazio di lavoro flessibile”, o telelavoro, secondo il Pew Research Center. Ora 42% dei lavoratori che in precedenza non lavoravano da casa lo stanno facendo, secondo All-America Economic Survey della CNBC.

Drew DeSilver, uno scrittore senior del Pew Research Center, ha affermato che la situazione è “un esperimento grande e inaspettato” sul fatto che le aziende passeranno al telelavoro.

Giovedì CNBC, McDermott ha realizzato il nel caso in cui il ritorno sull’investimento di una società nell’adattarsi all’operazione virtuale sarà almeno cinque volte l’importo che investe in un dato anno e la maggior parte delle aziende riscuote un rimborso in meno di sei mesi. Le azioni di ServiceNow sono aumentate dopo che gli utili trimestrali della società hanno superato le proiezioni.

Insieme ai guadagni del primo trimestre, la società ha anche pubblicato una guida aggiornata sia per il secondo trimestre che per l’intero anno 2020, tenendo conto dell’impatto del coronavirus. ServiceNow è in rialzo 48% da un anno all’altro con offerte di $ 1 milione o più, ha detto. La stessa società di cloud computing ha circa 11, 000 impiegati che lavorano da casa.

McDermott ha affermato che gli amministratori delegati con cui ha parlato non sono concentrati sull’aumento delle entrate in questo momento, ma sulla protezione delle stesse, nonché sul “mantenimento delle operazioni e sul miglioramento della produttività”. A marzo la società di software ha rilasciato quattro app che offrono assistenza di risposta alle emergenze per aiutare le aziende a navigare nella pandemia. Le app, che sono gratuite per i clienti esistenti, si concentrano su operazioni, gestione dell’esposizione, sensibilizzazione di emergenza e auto-reporting.

“Vogliono tutti uno scenario di time-to-value veloce, ed è quello che lo facciamo “, ha detto. “Stiamo parlando di ore, giorni, un paio di settimane, non di anni.”

Le richieste di sussidi di disoccupazione settimanali hanno raggiunto 3. 84 milioni la scorsa settimana , che ha portato il totale delle ultime sei settimane a oltre 30 milioni. Inoltre, un quarto dei lavoratori americani ha perso il lavoro o è stato ridotto il salario a causa della pandemia.

Articolo originale di CNBC