mercoledì 14 aprile 2021

9 titoli che stanno rimbalzando dopo una rovinosa caduta causata dalla pandemia

Mentre i nuovi vaccini contro il coronavirus continuano a essere sempre di più, ci stiamo rivolgendo a quello che potrebbe essere l’ultimo capitolo della narrativa bicchiere mezzo vuoto – bicchiere mezzo pieno, che ha circondato il Covid-19. E quel capitolo non può giungere a una conclusione abbastanza velocemente per diversi titoli che hanno subito il peso maggiore della pandemia.

Queste società che analizzeremo hanno sofferto di più all’inizio della pandemia. Tuttavia, sarebbero anche le azioni che hanno avuto più da guadagnare in un mondo post-pandemico.

Questo elenco di titoli include hotel, compagnie aeree e compagnie di crociera. E abbastanza sicuro, una sfilza di nuovi dati sta illustrando la narrativa mezzo pieno per questi titoli. Il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti ha riferito che il settore del tempo libero e dell’ospitalità ha registrato i maggiori guadagni di lavoro a febbraio. Solo il mese prima, il settore stava perdendo posti di lavoro. E su base annua, l’occupazione è ancora in calo 20%.

Ma la folla del bicchiere mezzo vuoto non è finita. Secondo l’American Hotel and Lodging Association, solo il 34% degli americani si sente a proprio agio soggiornando in un hotel in questo momento. E molti degli intervistati suggeriscono che non si sentiranno a proprio agio fino a quando la maggior parte degli americani non sarà stata vaccinata.

Ma per ora, scommettiamo su un po ‘di ottimismo. Quindi ecco nove azioni pandemiche da acquistare o inserire nella liste preferiti.

  • JetBlue Airways (NASDAQ: JBLU )
  • Southwest Airlines (NYSE: LUV )
  • Marriott (NASDAQ: MAR )
  • MGM Resorts International (NYSE: MGM )
  • Wyndham Hotels & Resorts (NYSE: WH )
  • Norwegian Cruise Lines () NYSE: NCLH
  • Starbucks (NASDAQ: SBUX )
  • Universal Display Corporation (NASDAQ: OLED )
  • EVI Industries (NYSEAMERICAN: EVI )

JetBlue Airways (JBLU)

Il primo settore da considerare sono le compagnie aeree. E il primo dei titoli dell’epicentro da guardare è JetBlue. L’industria aerea ha iniziato a riprendersi durante l’estate. Ma con il lancio del vaccino sul serio, sembra il momento di scommettere su una ripresa più significativa delle azioni delle compagnie aeree.

Il titolo JBLU è uno di quelli che fanno da apripista. È finita 44% dall’inizio dell’anno. E le stesse tre ragioni che ho scritto di questa estate valgono ancora. In primo luogo, sebbene altri stati stiano iniziando a riaprire completamente, la Florida gode di un vantaggio di prima mossa e JetBlue è ben posizionata per coprire lo stato. A giugno, hanno annunciato l’intenzione di lanciare 30 nuove rotte, molte per lo stato del sole.

In secondo luogo, la società ha poca esposizione a Boeing (NYSE: BA ) e il suo getto Max. Questo vantaggio svanirà nel tempo, ma il tempismo è tutto e quindi per ora lo inserirò nella colonna delle vincite per le azioni JBLU.

Infine, JetBlue non deve cambiare la sua strategia di prezzo. Alcuni consumatori sono seduti su un mucchio di soldi che escono dalla pandemia. Tuttavia, altri cercheranno di cavarsela con un budget molto più ristretto. La reputazione di JetBlue come vettore a basso costo consentirà loro di soddisfare questi clienti senza intaccare i guadagni.

Southwest Airlines (LUV)

L’altra compagnia aerea a cui suggerisco di dare un’occhiata è Southwest Airlines. Come JetBlue, Southwest copre bene la Florida. Recentemente si è espanso nel suo 10 esima posizione. La compagnia aerea ha anche recentemente annunciato che avrebbe avviato i voli per Myrtle Beach, nella Carolina del Sud; Eugene, Oregon e Bellingham, Washington, in 2021. E tutto questo si aggiunge all’espansione dell’azienda in 17 nuovi aeroporti dall’inizio della pandemia.

Un’altra somiglianza tra Southwest e JetBlue è che nessuno dei due fa affidamento sui voli internazionali. Sebbene sia ragionevole aspettarsi che il traffico aereo nazionale aumenti in modo significativo, lo stato dei voli internazionali è meno certo.

E la Southwest è entrata nella pandemia in condizioni finanziarie ragionevolmente buone. Tuttavia, poiché il calendario si è trasformato in 2021, è emerso che la stringa di Southwest di 49 anni senza dover licenziare i lavoratori stavano per finire. Ma con il denaro proveniente dal pacchetto di stimoli che verrà presto approvato, quella serie continuerà.

Lo stock di LUV è in aumento 30% nel 2021, ma al momento potrebbe essere un po ‘sopravvalutato. E il titolo si sta avvicinando alla gamma superiore degli attuali obiettivi di prezzo. Tuttavia, con la riapertura dell’economia, è probabile che tali obiettivi vengano aggiustati più in alto.

Marriott (MAR)

I prossimi tre titoli dell’epicentro della mia lista provengono dal settore alberghiero. Il primo della lista è Marriott. All’inizio della pandemia, ho sentito che la forza del marchio Marriott avrebbe reso la catena di hotel una scelta solida come acquisto post-pandemia. Credo anche che gli hotel di lusso possano fare un lavoro migliore per catturare la domanda repressa che è pronta per essere scatenata.

Quella convinzione è stata messa alla prova poiché Marriott ha scambiato in un intervallo ristretto per gran parte di 2020. Ma con l’emergere dell’ottimismo sui vaccini, le azioni MAR sono decollate. Ora viene scambiato leggermente al di sopra dei suoi livelli pre-pandemici. E questo sta accadendo nonostante le entrate arrivino a circa 50% in meno in 2020 rispetto a 2019.

È troppo veloce? L’azienda ha fatto licenziamento 17% della forza lavoro aziendale in ottobre 2020. E lo stesso Marriott non prevede un ritorno ai livelli pre-pandemia fino a quando 2022 al più presto.

Questa sembra essere l’opinione degli analisti che attribuiscono al titolo un rating consensus “hold”. In questo momento, l’obiettivo di prezzo degli analisti prevede che il titolo potrebbe tornare indietro nel breve termine. Tuttavia, le entrate e i guadagni dell’azienda continuano a migliorare.

MGM Resorts International (MGM)

Il secondo stock di hotel che considero uno stock di epicentro è MGM Resorts International. Il motivo per cui mi piace MGM è perché non è un puro stock di hotel. MGM offre agli investitori visibilità nel settore dei giochi tramite la sua rete di casinò. E con quei casinò arriva l’esposizione al settore delle scommesse sportive rovente. Mentre solo 18 gli stati hanno legalizzato le scommesse sportive, altri stati stanno correndo per creare iniziative di voto.

La pandemia ha colpito particolarmente duramente MGM perché la società aveva appena lanciato BetMGM, la sua app di scommesse mobile. La rete di casinò dell’azienda ha iniziato ad aprire a giugno, ma la società continua a non vedere gli affari come al solito.

Tuttavia, è logico pensare che Las Vegas sarà una destinazione popolare per parte della domanda repressa che è destinata a essere scatenata. E anche se i giocatori d’azzardo non si recano a Las Vegas, probabilmente visiteranno le altre proprietà di MGM, il che rende le azioni MGM una scommessa solida.

Wyndham (WH)

L’ultima delle azioni alberghiere che ho inserito in questa lista di azioni dell’epicentro è Wyndham Hotels & Resorts. Il fatturato dell’azienda era di circa 35% in meno su base annua. Tuttavia, questa non è la notizia peggiore che gli investitori avrebbero potuto ricevere. Soprattutto perché questo non è l’unico trimestre in cui Wyndham ha sovraperformato durante la pandemia.

Tuttavia uno dei motivi per cui mi piace Wyndham è come una copertura sulle azioni MAR. Wyndham opera più di 9, 000 e il suo portafoglio include catene di valore. Questo sarà importante perché, come sappiamo, non tutti gli americani usciranno da questo portafoglio con più risparmi di quanti ne avevano investiti.

Per queste famiglie, il desiderio di viaggiare potrebbe essere dovuto a un budget limitato. E questo è un forte catalizzatore per le azioni WH. L’azienda, infatti, riferisce che approssimativamente 78% delle sue camere totali è orientata verso le categorie a basso prezzo e di fascia media. E l’azienda non fa affidamento sul viaggiatore d’affari.

Norwegian Cruise Lines (NCLH)

In una recente discussione sulle compagnie di crociera, ho valutato Norwegian Cruise Lines come l’unica azione della compagnia di crociera in cui potrei investire se potessi investire solo in una. Al momento in cui ho scritto quell’articolo, il titolo NCLH veniva scambiato al livello più basso da quando ha iniziato a negoziare pubblicamente.

Il titolo è leggermente al di sopra di quel livello ora, ma sembra che abbia ancora molti rialzi. E uno dei motivi credo che sia perché la compagnia è scesa ulteriormente rispetto ad altre compagnie di crociera come Royal Caribbean (NYSE: RCL ) e Carnival (NYSE: CCL ). E Norwegian esce da un trimestre in cui ha fornito un rapporto sugli utili notevolmente meno negativo dei suoi concorrenti.

In termini di azioni dell’epicentro, potresti voler mantenere il norvegese nella tua lista di controllo in questo momento. Il rilancio della nave da crociera non avverrà tutto in una volta. Molte compagnie di crociera non avranno l’intera flotta operativa fino a quando 2022. E lo stesso può essere vero con il norvegese. Tuttavia, dopo aver preso in prestito fino a $ 3 miliardi per aumentare le sue riserve di cassa, l’azienda può essere paziente, e anche tu puoi.

Starbucks (SBUX)

Starbucks è stato un grande magazzino durante la pandemia. In effetti, le scorte di SBUX sono aumentate 42% sugli ultimi 12 mesi . Allora perché fa l’elenco come uno degli stock dell’epicentro per 2021. In una parola: espansione. Se vuoi essere più specifico: espansione internazionale.

Al recente Investors Day dell’azienda, Starbucks ha chiarito che stanno tenendo il pedale sul metallo. L’azienda sta progettando di costruire più di 20, 000 nuove posizioni per 2030. Ciò aumenterà il numero totale di negozi dell’azienda a 55, 000 . Uno di questi negozi è stato appena costruito in una città a nord di me e posso confermare che gli affari vanno bene. Ma la società dovrebbe “solo” espandere la propria presenza negli Stati Uniti di circa il 3%. La crescita reale sembrerebbe arrivare in Cina.

Starbucks ne ha circa 4, 700 località in Cina. Ma a partire dal prossimo anno, si prevede di aumentare il numero di negozi a un ritmo a due cifre.

Universal Display Corporation (OLED)

Come Starbucks, Universal Display Corporation ha resistito abbastanza bene alla pandemia. Lo stock OLED è in aumento 35% in gran parte sulla forza del suo rapporto con Apple (NASDAQ: AAPL ). Universal Display rende la tecnologia (e possiede le parti e i brevetti) che, tra le altre cose, consente l’iPhone 12 per avere il suo schermo sottile .

Questa crescita dovrebbe continuare così come il rapporto di Universal con Apple. Ma il motivo per cui l’azienda fa l’elenco delle scorte dell’epicentro è perché produce prodotti per i settori dei display e dell’illuminazione. È probabile che i viaggi d’affari rimangano morbidi in un mondo post-pandemia, ma è probabile che si possano fare eccezioni per grandi eventi aziendali e fiere. Tutto ciò richiederà i prodotti di illuminazione dell’azienda a basso consumo energetico.

Il che mi porta al punto finale. Le azioni OLED dovrebbero trarne vantaggio poiché le aziende continueranno a cercare prodotti per l’illuminazione ad alta efficienza energetica. E i prodotti dell’azienda hanno già dimostrato di avere applicazioni nei settori di tendenza, come i settori automobilistico e aerospaziale.

EVI Industries (EVI)

L’ultimo dei nostri titoli epicentro da considerare è EVI Industries. Dall’inizio dell’anno, le scorte di small cap poco conosciute sono aumentate solo di poco più di 12%. Tuttavia nell’ultimo 12 mesi, lo stock EVI è salito di più di 62%.

EVI distribuisce attrezzature per lavanderie commerciali e lavasecco, caldaie industriali, parti correlate e servizi tecnici. L’azienda con sede a Miami, in Florida, è ben posizionata per trarre vantaggio in quanto i prodotti dell’azienda saranno necessari per hotel, motel, ristoranti, bar e navi da crociera. EVI ha anche molti franchise sportivi professionistici come clienti.

EVI Industries fornisce prodotti essenziali che rimarranno molto richiesti alla fine della pandemia. Non è il titolo più eccitante e non paga dividendi. Tuttavia, le entrate e i guadagni di EVI hanno resistito durante la pandemia, in gran parte a causa del fatto che l’azienda fornisce anche servizi ai mercati degli ospedali e delle case di cura. E il prezzo delle azioni lo riflette. EVI ha recuperato la sua intera perdita pandemica ed è in effetti scambiato più in alto di quanto abbia fatto quasi 18 mesi.