venerdì 01 luglio 2022

Ad Israele si parte con la quarta dose

Secondo quanto riferisce “The Times of Israel” arriva l’ok per la quarta dose di vaccino contro il covid-19 per gli over 60 e per il personale sanitario. Si preannunci la bufera già in questi giorni. I casi raddoppieranno.

Ad annunciarlo il primo ministro israeliano Naftali  che ha fatto l’annuncio durante una conferenza stampa dopo nella seduta settimanale del consiglio dei ministri.

Ad Israele si prevede che le nuove infezioni potrebbero raggiungere un picco di oltre 50.000 al giorno durante l’attuale ondata di contagi.

Il premier Naftali Bennett afferma: “Già nel prossimo futuro avremo decine di migliaia di contagi al giorno. Il nostro obiettivo non cambia: consentire il massimo funzionamento possibile dell’economia, e proteggere quanti fra di noi sono più deboli”.

Bennett ha precisato che Israele analizza l’esperienza maturata  in altri Paesi, fra cui Stati Uniti e UK.  Ieri i contagi di Covid sono stati 4.197, il 4,57 % dei test effettuati. I malati gravi sono saliti a 110: negli ultimi giorni in Israele si stanno registrando code in molti centri allestiti dalle autorità sanitarie per i tamponi.

Alla voce di Bennet di unisce quella del Ministro della Sanità Nitzan Horowitz che ha affermato che le postazioni per i tamponi saranno aumentate ed ha espresso il timore che di fronte all’imminente dilagare dei contagi questo intervento non riuscirà forse a far fronte alla domanda dei cittadini.

Israele attende una nuova ondata di contagi soprattutto a causa della variante Omicron  e auspica a raggiungere l’immunità di gregge.

Il direttore generale del Ministero della Sanità israeliano,  Nachman Ash, parlando ai microfoni di 103Fm Radio afferma: “Il costo sarà di molte infezioni. I numeri dovranno essere molto alti per raggiungere l’immunità di gregge, e questo è possibile. Non vogliamo raggiungerla attraverso le infezioni ma vogliamo che accada a seguito della vaccinazione di molte persone”.

Intanto nel resto di Europa anche la Francia alleggerisce la quarantena e in UK 137mila contagi e 73 morti in un giorno.