giovedì 26 maggio 2022

Addio a Renato Cecchetto: ha dato voce a Shrek

Una voce indimenticabile che ha fatto ridere forse più gli adulti che i bambini per un cartoon che ha fatto della satira la sua forza e ha conquistato gli irriverenti di tutte le età

Aveva 70 anni e la sua voce è una delle più note del cinema italiano avendo doppiato o partecipato a più di 80 film. E’ morto Renato Cecchetto, attore e doppiatore noto al grande pubblico per aver interpretato Shrek e molti altri personaggi dei cartoni animati Pixar. Muore a Roma all’età di 70 anni domenica 23 gennaio. La notizia della scomparsa è stata annunciata da Omar Barbierato, sindaco di Adriá (Rovigo), città natale dell’attore. Vi era nato il 28 ottobre 1951. Al cinema Cecchetto è apparso in più di 80 film diretti da registi come Mario Monicelli, Steno, Marco Ferreri, Damiano Damiani e Florestano Vancini. Tra gli altri film, è apparso come attore in My Friends-Act II, Thrace the Beast Man, Fantozzi to the Rescue, Parenti of the Serpent e Pierino Strikes Again. In televisione è stato giudice Bordonaro nelle prime due edizioni di Octopus ed è apparso in The Marshal’s Tales.

Come doppiatore, era noto per aver fornito la voce italiana al personaggio di Shrek. Era anche la controparte italiana di John Ratzenberger, doppiando la maggior parte dei suoi ruoli nei film Disney/Pixar. Ha anche fornito la voce di Cleveland Brown a partire dall’undicesima stagione di “I Griffin”.

Renato Cecchetto ha studiato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico di Roma e ha debuttato in teatro: in scena è stato rappresentato, in particolare, da Missiroli, Ronconi, Squarzina, Pressburger e Trionfo. E non hai rinunciato al tuo amore per il teatro, recitando spesso fino agli ultimi anni. Nel 2012 ha eseguito la prima nazionale de “La moglie del fornaio di Marcel Pagnol” al teatro Spazio Uno di Roma, interpretando il ruolo di Amable e firmandone la traduzione e la produzione; nel 2014 ha rappresentato l’opera teatrale di Miriam Spera “Physique des rôles” nella prima nazionale al Teatro Trastevere di Roma. Anche Miriam Spera, nel 2016 “La Recita di Lolek” e nel 2018 “The Back Wall – The Wall in the Courtyard”, entrambi in scena al Teatro Petrolini di Roma.