martedì 11 maggio 2021

Adriano Panzironi sospeso dall’Agcom: “Life 120 per prevenire il Coronavirus”

Non solo bufale e presunti complotti internazionali per spiegare il Coronavirus. Il “guru” della longevità, delle vie facili per stare bene con diete a base di discutibilissimi integratori, è stato bloccato dall’Agcom. Adriano Panzironi è stato obbligato a sospendere per sei mesi la diffusione dei suoi contenuti tv in merito alla diffusione del Coronavirus.

Perché sono stati sospesi i suoi programmi tv

Nello specifico, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha ordinato la sospensione della diffusione dei contenuti da parte dei servizi di media audiovisivi sul canale 880 Sat e sul canale 61 dtt esercitati rispettivamente dalla società Italian Broadcasting S.r.l e Mediacom S.r.l. a seguito della programmazione del format “Il cerca salute” e dello speciale “Quello che non vi hanno detto sul Coronavirus” in relazione al metodo Life 120 che Panzironi da tempo porta in giro, virtualmente, per l’Italia.

Mentre c’è chi lavora, seriamente, al vaccino, le due istruttorie erano state avviate a seguito della dichiarazione dello stato di emergenza sanitaria nazionale, in cui si è accertata nei programmi con la partecipazione di Panzironi la violazione delle disposizioni che impongono il rispetto della salute pubblica e vietano di indurre comportamenti che possano metterla in pericolo.

Nei suoi programmi Panzironi diffondeva di fatto contenuti, commerciali e non, potenzialmente in grado di mettere in pericolo la salute degli utenti, perché inducevano a sottovalutare i rischi potenziali connessi al Covid. Non solo: il padre del metodo Life 120 cercava di convincere i malcapitati telespettatori che il virus potesse essere trattato o prevenuto con misure non terapeutiche, ma soltanto alimentari o di mera integrazione. Come sappiamo, non c’è nemmeno modo di prevenire il virus con i farmaci, figuriamoci con alimenti o integratori.

Chi è Panzironi

Classe 1972, giornalista pubblicista, una laurea in Medicina mai conseguita come da sua stessa ammissione, lui che promette di sapere come “vivere fino a 120 anni” all’inizio della pandemia non ha lesinato consigli sulla necessità di assumere integratori a base di vitamina D e C. Una tesi, priva di basi scientifiche, smontata dagli esperti.

Naturalmente i contenuti divulgati da Panzironi erano sistematicamente associati alla promozione e alla vendita diretta dei suoi integratori Life 120, con il rischio – spiega l’Agcom – di indurre negli spettatori una riduzione della consapevolezza e dei conseguenti comportamenti di vigilanza e responsabilità rispetto ai rischi sanitari e quindi risultare rischiosi per la salute dei consumatori/utenti.

Perché la sua condotta è giudicata particolarmente “grave”

La condotta è stata ritenuta particolarmente grave perché Panzironi e i suoi collaboratori all’interno dei programmi in questione hanno utilizzato un modulo comunicativo basato sulla suggestionabilità dello spettatore medio per proporre, associandola alle tematiche relative alla epidemia da Covid-19, la promozione dello stile di vita e della commercializzazione dei suoi prodotti Life 120.

Ma non è la prima volta che il soggetto in questione viene sanzionato. Già nel 2019 lo stesso canale 61 era stato multato per una situazione piuttosto analoga riferita, anche in quel caso, al format “Il Cerca Salute” e alla promozione del solito metodo Life 120, prospettato come rimedio alle indicazioni della medicina ufficiale, o “dogmatica”, come la definisce lo stesso Panzironi.

Articolo originale di Quifinanza.it.