lunedì 18 ottobre 2021

Al via dal 30 marzo fino al 28 maggio le richieste per i contributi a fondo perduto

Nuovi bonus sono stati assegnati per il 2021, sotto forma anche di agevolazioni fiscali.

Sono aperte le domande per nuovi contributi a fondo perduto, con data fissata a partire dal 30 marzo 2021. Un comunicato stampa del 23 marzo dell’Agenzia delle Entrate specifica che le misure per le quali vengono erogati contributi a fondo perduto saranno predisposti su richiesta di aziende e partite IVA che hanno risentito delle conseguenze economiche dell’emergenza sanitaria.

Le domande possono essere presentate dal 30 marzo al 28 maggio 2021, periodo di due mesi che prevede l’accettazione delle domande da parte dell’Agenzia delle Entrate stessa. Seguiranno altre comunicazioni per chiarire le modalità di presentazione delle domande, che sarà possibile anche tramite intermediari.

Successivamente verranno comunicati anche gli orari di apertura dello spazio web in cui presentare le domande.

Contributi non rimborsabili a società e partita IVA

I nuovi contributi a fondo perduto verranno versati alle imprese, alle imprese e ai lavoratori autonomi direttamente su conti correnti, oa titolo di risarcimento del credito d’imposta. Per reintegrare la fascia di popolazione interessata dai nuovi contributi a fondo perduto ci sono due requisiti:

• Aver realizzato un fatturato inferiore a 10 milioni di euro nel 2019;
• Aver registrato un calo economico mensile medio nel 2020 pari o superiore al 30% delle vendite.

L’Agenzia delle Entrate erogherà dei nuovi contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Sostegno. E il sistema eseguirà delle verifiche per valutare l’esistenza della richiesta, confermando che i requisiti sono validi per richiedere i contributi.