domenica 28 novembre 2021

Altre 500 assunzioni per Amazon Italia

Amazon annuncia l’assunzione di altre 500 persone in Italia entro la fine del 2021. La creazione di posti di lavoro fa parte di un percorso che ha già portato il colosso dell’e-commerce a investire in Italia  da 1,8 miliardi di euro l’anno 2019 a 2,9 miliardi nel 2020

Ambrosetti, che ha analizzato i bilanci delle grandi aziende private in Italia, sottolinea che Amazon è l’azienda che ha creato più posti di lavoro in Italia negli ultimi 10 anni ( periodo 2011 – 2020). Un trend che si è intensificato nel 2021. il colosso dell’e-commerce ha infatti già raggiunto l’obiettivo del 2021 a settembre, creando 3.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato con una forza lavoro che conta più di 12.500 dipendenti. Non solo, Amazon annuncia la sua disponibilità ad assumere altri 500 dipendenti entro la fine dell’anno. L’accelerazione dell’occupazione significa che Amazon ha creato in media più di 20 posti di lavoro permanenti a settimana nel nostro Paese dal suo lancio di 11 anni fa.

Dal 2010 Amazon ha investito più di 8,7 miliardi di euro in operazioni in Italia. Ciò include sia le spese in conto capitale (ad esempio, infrastrutture realizzate da Amazon, centri di distribuzione, uffici aziendali e data center) sia le spese operative (ad esempio, benefici per i dipendenti). Nel solo 2020 l’azienda ha investito nel Paese oltre 2,9 miliardi di euro, tenendo conto della domanda trainata dall’emergenza coronavirus.

L’attuale rete Amazon in Italia comprende più di 50 diversi siti. Nel solo 2021 sono stati avviati centri di distribuzione a Novara e Cividate al Piano (BG), oltre a un centro di smistamento con un investimento complessivo di 350 milioni di euro. Amazon ha anche annunciato l’apertura del suo primo centro di distribuzione in Abruzzo, che creerà 1.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni dall’inizio delle operazioni. Amazon ha anche aperto dozzine di magazzini di smistamento in tutta la penisola negli ultimi anni. Per servire i clienti Amazon Prime Now e Fresh, l’azienda dispone di quattro centri di distribuzione urbani a Milano, Roma, Torino e Bologna.

Amazon sta inoltre investendo nell’espansione degli uffici aziendali a Milano, nel servizio clienti a Cagliari e in un centro di sviluppo a Torino, dove linguisti ed esperti di machine learning aiutano Alexa a migliorare la sua comprensione dell’italiano giorno dopo giorno. Inoltre, il 28 aprile 2020, Amazon Web Services ha aperto la regione AWS (Milano) per supportare la ripresa e la crescita delle imprese italiane e la trasformazione digitale dell’economia italiana, consentendo la gestione di startup, PMI, grandi aziende o agenzie governative. . carichi di lavoro, archiviazione dati in Italia e migliore assistenza al cliente finale.