sabato 02 luglio 2022

Altroconsumo: rincari tra il 5 e il 18% in stabilimenti balneari

Sarà più costosa questa estate 2022: i rincari riguardano soprattutto i lidi e stabilimenti balneari i cui costi aumentano il 5% e il 18% rispetto al 2021. Sotto inchiesta le gettonatissimi località di sono Lignano, Rimini, Senigallia, Viareggio, Palinuro, Alassio, Gallipoli, Alghero, Taormina, Giardini Naxos e Anzio. Aumentano i costi da sostenere e non le entrate e così andare in vacanza o godersi il mare nelle prime file dei lidi diventa sempre più un lusso

A dirlo un’indagine di Altroconsumo che ha indagato le tariffe praticate dagli stabilimenti balneari in alcune località italiane prendendo in esame la settimana tra il 31 luglio al 6 agosto. Le località coinvolte nell’inchiesta sono Lignano, Rimini, Senigallia, Viareggio, Palinuro, Alassio, Gallipoli, Alghero, Taormina, Giardini Naxos e Anzio. Secondo Altroconsumo  una delle località più care è Alassio. In questa località stimando  una media delle prime quattro file di lettini, si spendono 323 euro, contro i 129 di Senigallia, definita la località meno cara tra quelleindagate  nell’ inchiesta usata come fonte di questo articolo.

Ecco il listino prezzi delle prime quattro file di lettini stimate tra il 31 luglio al 6 agosto 2022:  Gallipoli con 282euro, Alghero stimata circa 194 euro , segue poi  Viareggio con 184 euro. Il podio delle  località meno care  spetta a Senigallia, Rimini (131), Lignano (142) e Anzio (159).

Lo studio di Altroconsumo ha messo inoltre a confronto le tariffe 2022 con quelle dello scorso anno esaminando il costo medio, in spiaggia, delle prime quattro file. In tutte le località sono stati riscontrati aumenti, complessivamente pari al 10%. A Palinuro, località gettonata della costiera Cilentana in provincia di Salerno, l’aumento è stato del 18%: l’anno scorso la spesa media era di 143 euro, contro i 169 di quest’anno. Per  Rimini, Alassio e Alghero l’aumento è stato rispettivamente calcolato del  14%, 13% e 12%. Per le altre località nona ancora citate il rincaro per la calda estate 2022 si attesta tra il 5% di Lignano e il 7% di Taormina e Giardini Naxos.