lunedì 02 agosto 2021

Amministratore delegato della Camera di commercio al Congresso: ampliare i finanziamenti SBA entro lunedì o tutti “avranno la colpa”

I legislatori devono mettere la politica da parte e concordare un piano per espandere il programma di prestiti per il salvataggio delle piccole imprese entro lunedì, ha detto l’amministratore delegato della Camera di commercio statunitense Tom Donohue venerdì alla CNBC.

“Lo capiamo tutti. Stiamo arrivando alle elezioni”, ha detto “ Closing Bell .” “In caso contrario, nessuno otterrà credito e tutti avranno la colpa.”

I Democratici del Congresso e l’amministrazione Trump passeranno il fine settimana a negoziare un’altra emergenza fattura di finanziamento destinata a riprendere il programma di protezione dello stipendio, il programma di prestiti per piccole imprese da $ 349 che ha raggiunto il massimo giovedì

La Small Business Administration, che sovrintende al sistema agevolato dalle banche, ha smesso di ricevere richieste di prestito e di prestito per il programma dopo aver raggiunto il limite appropriato.

“Stanno facendo un buon lavoro in una circostanza difficile, ma siamo senza soldi “, ha detto Donohue,” ed è ora di aggiungere altro e, a proposito, non è l’ultima volta che dovremo farlo “.

I colloqui seguono gli sforzi falliti dei repubblicani del Senato la scorsa settimana per far avanzare una proroga di $ 250 miliardi di PPP e successivamente i democratici a spingere attraverso una misura di $ 250 per le piccole imprese, h ospitals e altre priorità.

Le piccole imprese sono la spina dorsale dell’economia americana, che è nel bel mezzo di una grave recessione.

“Penso dove dobbiamo concentrarsi ora è prendiamoci cura dei ragazzini. Sono fondamentali per questa economia “, ha detto Donohue.

” Non pensare che una parte farà meglio di un’altra su questo. “

Il nuovo la legislazione sarebbe la quarta di una serie di bollette di spesa d’emergenza, tra cui lo storico CARES Act da $ 2,2 trilioni, approvato dai legislatori da marzo. I funzionari si sono mossi rapidamente per attenuare il danno economico della pandemia di coronavirus globale e i successivi ordini di arresto negli Stati Uniti, che ha quasi esaurito la spesa per consumi e le entrate delle imprese in diversi settori.

Innumerevoli ristoranti, negozi al dettaglio, negozi di barbiere e altre imprese locali hanno chiuso i battenti e decine di milioni di persone hanno presentato domande di disoccupazione nelle ultime settimane a causa dei timori del coronavirus. La Camera di commercio degli Stati Uniti ha scoperto in un sondaggio che la maggior parte delle piccole imprese 54%, hanno chiuso o prevedono di chiudere temporaneamente entro due settimane.

“Ciò che la maggior parte delle persone perde di vista è molte, molte di quelle le piccole aziende lavorano come sub e assistenti per le grandi aziende, quindi esiste una relazione molto stretta “, ha detto Donohue.

Il presidente Donald Trump ha firmato il massiccio pacchetto di incentivi, che ha diretto miliardi di spese verso famiglie, lavoratori e le imprese, a fine marzo in un raro momento bipartisan a Washington.

Con gli impegni di prestito per le piccole imprese al loro limite , la domanda di fondi rimane alta mentre le aziende cercano di mantenere i dipendenti nelle loro buste paga. Non è certo quante entità abbiano ricevuto denaro.

Donohue, il cui gruppo di pressione rappresenta circa 400, 000 piccole imprese, ha detto che circa 1,5 milioni di aziende hanno ricevuto finanziamenti. Ci sono circa 30 milioni di piccole imprese negli Stati Uniti e molte non saranno in grado di mettere le mani sui soldi, ha detto.

“Ora stiamo esaminando ciò che stiamo cercando di fare per finanziare in modo tale che queste società più piccole, in particolare quelle sostanziali, possano trattenere i loro dipendenti fino a quando non possiamo passare a un punto in cui l’economia è tornata a percolare “, ha detto.

La Camera di commercio degli Stati Uniti tende a sostenere le iniziative repubblicane, sebbene abbia anche una storia di sostegno alle priorità democratiche.

“Nessuno dovrebbe cercare di prendersi il merito, perché tutti avranno la colpa, entrambe le parti, se non lo facciamo”, ha detto Donohue.

Articolo originale di CNBC