domenica 28 febbraio 2021

App di tracciamento coronavirus: tre Stati utilizzeranno la tecnologia di Apple e Google

Alabama, Dakota del Nord e Sud Carolina sono i primi stati a impegnarsi pubblicamente a utilizzare la tecnologia di tracciamento dei contatti di Apple e Google nelle app in tutto lo stato volte a rallentare la diffusione del coronavirus.

La tecnologia è progettata per rallentare la diffusione del coronavirus monitorando con chi una persona è stata in stretto contatto. La tecnologia utilizza un sistema basato su Bluetooth che memorizza i dati sui telefoni delle persone, non un database centrale. Quando qualcuno risulta ufficialmente positivo per Covid – 19, il sistema può inviare una notifica a chiunque si sia recentemente avvicinato a quella persona, dicendo loro di contattare l’autorità sanitaria locale e ottenere assistenza medica consulenza e test del coronavirus.

Apple e Google non realizzeranno le app di tracciamento dei contatti effettive, lo faranno gli enti sanitari del governo. 22 paesi e alcuni stati degli Stati Uniti hanno richiesto e ricevuto l’accesso alla tecnologia Apple-Google, hanno affermato le società. La tecnologia è inclusa negli aggiornamenti iPhone e Android rilasciati al pubblico mercoledì. Mentre diversi paesi in Europa hanno dichiarato che useranno il sistema, questi sono i primi stati statunitensi a impegnarsi.

La tecnologia Apple e Google verrà utilizzata nella CARE del Nord Dakota 19 e l’app SC-Safer-Together della Carolina del Sud, secondo le dichiarazioni distribuite dalle società. Il funzionario sanitario dello stato dell’Alabama ha affermato che lo stato sta “sfruttando la tecnologia per accelerare la notifica dell’esposizione per rallentare la diffusione di COVID – 19 in modo che tutti possiamo stare al sicuro insieme” in una dichiarazione .

“Il Nord Dakota è entusiasta di essere tra i primi stati della nazione a utilizzare la tecnologia di notifica dell’esposizione sviluppata da Apple e Google per aiutare a proteggere i nostri cittadini”, ha dichiarato il governatore del Nord Dakota Burgum ha detto in una dichiarazione.

L’approccio Apple e Google è stato progettato per proteggere la privacy degli utenti e limitare l’uso delle informazioni personali nella traccia dei contatti digitali.

Le aziende non consentiranno alle app costruite con la loro tecnologia di utilizzare i dati GPS, che possono individuare la posizione di un utente e non consentiranno ai governi di attivarle in silenzio, hanno affermato i rappresentanti dell’azienda. Le aziende affermano inoltre che limiteranno le autorità governative alla raccolta della quantità minima di dati necessari e nessuno sarà in grado di utilizzare i dati per scopi pubblicitari o di altro tipo.

Senza utilizzare Apple e il sistema Google, le app avranno difficoltà a utilizzare il Bluetooth per rintracciare i contatti, poiché sia ​​iOS che Android limitano l’uso del Bluetooth in background. Le app che non hanno utilizzato il sistema Apple-Google, come l’app Trace Together di Singapore, hanno riscontrato problemi di durata della batteria e usabilità.

La sfida più grande per queste app in futuro è l’adozione. Più telefoni accedono al sistema, più è in grado di rilevare con successo la diffusione del virus. Apple e Google affermano che far credere al pubblico le app e l’attivazione è fondamentale per lo sforzo.

Ma alcuni stati, come lo Utah, hanno adottato un approccio diverso alla traccia dei contatti digitali in cui gli utenti possono condividere specifici dati sulla posizione con i traccianti dei contatti umani – dipendenti sanitari che in genere richiamano persone che sono risultati positivi o sono ad alto rischio per contrarre il virus. Sostengono che l’utilizzo di più dati sulla posizione e un approccio centralizzato forniranno più servizi ai dipartimenti di sanità pubblica rispetto al sistema anonimo Apple-Google.

Alcuni governi hanno modificato i loro approcci interni per adottare il Sistema Apple-Google. Una prima versione dell’app North Dakota Care 19 utilizzava dati anonimi sulla posizione GPS e non utilizzava, ad esempio, la tecnologia Bluetooth Apple-Google.