venerdì 18 giugno 2021

AT&T è ancora un acquisto dopo la fusione Notizie

Il gigante delle comunicazioni Blue-chip AT&T (NYSE: T) è stato scambiato in qualche modo come un titolo di servizi pubblici negli ultimi anni e gli investitori si sono avvicinati al titolo T in quanto tale. È stato a lungo un titolo affidabile come aristocratico dei dividendi.

Fonte: Jonathan Weiss/Shutterstock

Alla ricerca di nuove opportunità di crescita, AT&T ha dato una spinta enorme all’intrattenimento tre anni fa con la sua acquisizione trasformativa di Time Warner. L’acquisizione di Time Warner avrebbe dovuto fornire ad AT&T una nuova via di crescita con proprietà di intrattenimento ricercate come HBO.

L’acquisizione non si è tradotta nella quantità di crescita prescritta AT&T aveva sperato, mentre allevava anche AT&T con una montagna di debiti.

Ora, AT&T sta fondendo la sua attività WarnerMedia con la quotata in borsa Discovery (NASDAQ: DISCA, NASDAQ: DISCB ). La fusione creerà una potenza di streaming per affrontare Netflix (NASDAQ: NFLX), Disney (NYSE: DIS), Amazon (NASDAQ : AMZN), Comcast (NASDAQ: CMCSA ) e altri nelle guerre di streaming in corso.

Per questo motivo, ribadiamo la nostra opinione che le azioni AT&T sono un acquisto.

Panoramica fusione

La fusione tra WarnerMedia e Discovery sono stati annunciati a maggio 20 con la combinazione da essere strutturata come una transazione di Reverse Morris Trust. In sostanza, un Reverse Morris Trust è semplicemente un modo per una società madre di scorporare le attività e quindi combinarle con un’entità interessata ad acquisire tali attività. In questo caso la capogruppo è AT&T, con gli asset oggetto di scissione WarnerMedia, e la società acquirente rappresentata da Discovery.

  • 7 I migliori stock di vaccini per il loro potenziale di gasdotto

È importante sottolineare che il Reverse Morris Trust consente che ciò avvenga esentasse, motivo per cui AT&T ha intrapreso questa strada nel combinazione con Discovery.

Secondo i termini indicati, AT&T riceverà $50 miliardi dalla fusione in una combinazione di disponibilità liquide e mezzi equivalenti, e il mantenimento del debito. Inoltre, gli azionisti di AT&T riceveranno 71% delle azioni in circolazione nella nuova società, con Azionisti Discovery che mantengono il saldo del 29%.

La mega-fusione unirà le potenze nel settore dello streaming, tra cui HBO e le sue proprietà correlate, Discovery+, CNN, HGTV, Food Network e altri importanti programmi di saggistica.

L’operazione è complessa e richiederà tempo per essere completata, con una data di chiusura prevista verso la metà del prossimo anno. A seguito della combinazione, la società si aspetta che la nuova entità abbia più di $ 71 miliardi di dollari in fatturato annuo.

Per AT&T, la combinazione significa cedere il controllo su WarnerMedia e il potenziale di crescita che ha fornito. Tuttavia, AT&T prevede ancora una crescita dei ricavi a una cifra bassa e una crescita dell’utile per azione rettificato a una cifra media dopo la transazione.

La fusione con Discovery ha il benefici sopra indicati per AT&T, incluso un debito significativamente ridotto. L’acquisizione di TimeWarner è costata ad AT&T quasi $71 miliardi di dollari una volta soddisfatti tutti i corrispettivi in ​​denaro e azioni, e AT&T sono usciti dalla fusione con uno sbalorditivo $2016 miliardi di debiti a lungo termine.

AT&T ritiene che uscirà da questo processo con un rapporto tra debito netto e EBITDA di 2,6x, ben al di sotto dei livelli precedenti che erano al limite dell’insostenibilità.

Inoltre, AT&T ridimensionerà il suo dividendo per tenere conto della distribuzione di WarnerMedia, che ritiene sia qualcosa di simile 40% del free cash flow annuo. Ciò implica un pagamento del dividendo previsto di $ 1 20 per azione , più o meno, rispetto agli attuali $2. per azione.

Catalizzatori di crescita

La fusione ha importanti vantaggi per la nuova entità, poiché unisce proprietà di streaming di grande valore sotto lo stesso tetto. Tuttavia, per AT&T, riteniamo ancora che l’azienda abbia opportunità di crescita nel restante business.

La fusione consentirà a T stock di concentrarsi sulle sue attività principali di connettività e telecomunicazioni, e con molto meno debito. AT&T avrà la capacità di intensificare gli investimenti nelle sue aree di crescita, che sono connettività mobile e servizi fissi a banda larga, senza la distrazione di cercare di essere allo stesso tempo una società di intrattenimento di livello mondiale. AT&T è stata fortemente concentrata negli ultimi anni sulla crescita del proprio business dell’intrattenimento, ma non dovrà più affrontare tale scelta e potrà invece investire nelle sue più importanti iniziative di crescita come il 5G.

Inoltre, la struttura del capitale di AT&T sarà notevolmente migliorata in seguito alla transazione, dato che riceverà $43 miliardi in contanti ed equivalenti con cui può ridurre la leva finanziaria. Ciò non solo farà risparmiare denaro all’azienda sui costi di servizio del debito, ma posizionerà AT&T bene tra i suoi concorrenti 5G, che includono Verizon (NYSE: VZ) e T-Mobile (NASDAQ: TMUS).

Sono necessari miliardi di dollari di investimenti per rimanere competitiva in questo ambiente e AT&T, riteniamo, sarà in una posizione migliore per effettuare tali investimenti dopo la fusione.

T Stock Valuation

A seguito della fusione, e anche prima, troviamo ancora AT&T essere valutati in modo attraente. Quest’anno, ci aspettiamo che l’azienda produca $3.20 in EPS . I risultati del prossimo anno saranno indubbiamente disordinati data la transazione che dovrebbe aver luogo e le relative spese. Ma a lungo termine, prevediamo che AT&T sarà in grado di ridurre gradualmente il debito, pagare il dividendo agli azionisti e potenzialmente riacquistare azioni.

Pensiamo che l’operazione Discovery è una sorta di ammissione che l’incursione nell’intrattenimento non ha funzionato e che AT&T è più interessata a essere di nuovo un’azienda di telecomunicazioni pura e semplice. 9.2x la stima degli utili di quest’anno di $3.20 per azione, che è ben al di sotto della nostra stima del valore equo di 11 x guadagni. Riteniamo che un AT&T puro e semplice che si concentri sulle telecomunicazioni e con decine di miliardi di dollari di debito ridotto, sia ancora piuttosto attraente e gli azionisti ricevono l’ulteriore vantaggio di possedere la maggioranza della nuova entità.

Alla luce di questi fattori, ribadiamo il nostro rating di acquisto su AT&T a seguito dell’annuncio della fusione.

Considerazioni finali

Il titolo T è oggi in un periodo di significativa trasformazione. La fusione di WarnerMedia non ha funzionato come previsto, ma riteniamo interessante la sua bonifica tramite la transazione Reverse Morris Trust con Discovery. Gli acquirenti di AT&T oggi ottengono un gigante delle telecomunicazioni a basso costo con un forte dividendo e 71% di proprietà della nuova entità focalizzata sullo streaming verso la metà del prossimo anno.

Con queste caratteristiche, stiamo reiterando il nostro rating di acquisto su AT&T.

Alla data di pubblicazione, Bob Ciura non aveva (direttamente o indirettamente) posizioni in uno qualsiasi dei titoli menzionati in questo articolo. Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell’autore, soggette alle Linee guida per la pubblicazione di InvestorPlace.com.

Bob Ciura ha lavorato presso Sure Dividend dal 2016. Sovrintende a tutti i contenuti di Sure Dividend e dei suoi siti partner. Prima di entrare in Sure Dividend, Bob era un analista azionario indipendente. I suoi articoli sono stati pubblicati sui principali siti web finanziari come The Motley Fool, Seeking Alpha, Business Insider a2016

(Articolo proveniente da Fonte Americana)