venerdì 26 febbraio 2021

Azioni Moderna Therapeutics e la scommessa sul vaccino per il coronavirus

Il coronavirus può cambiare il mondo degli investimenti per sempre, ma non ha cambiato una lezione di mercato fondamentale: le buone idee di mercato a lungo termine ripagheranno anche se non puoi mai vedere esattamente cosa accadrà in futuro.

Ciò non vale solo per titoli come Amazon o Netflix, in forte espansione tra la crescita degli ordinativi online e il consumo dei media in streaming, ma nel mondo della biotecnologia che riceve così tanta attenzione nella crisi sanitaria globale.

Moderna Therapeutics, ora tra i migliori contendenti nella corsa per sviluppare un  vaccino per Covid – 19, ne è un esempio. Quest’anno ha visto il suo prezzo delle azioni più del triplo mentre è emerso come uno dei principali attori nello sviluppo del vaccino e ha visto il suo approccio “accelerato” dalla FDA.

Ma i venture capitalist della biotecnologia affermano che la lezione sbagliata per le aziende e gli investitori di portarsi via da Moderna è che è tempo di scommettere su modelli di business legati direttamente alla pandemia.

“Grandi scommesse sono a lungo termine “, ha dichiarato Julie Sunderland, co-fondatrice e managing partner di Biomatics Capital, intervenendo al summit virtuale Healthy Returns della CNBC all’inizio di questa settimana.

Sunderland ha co-fondato il Azienda VC, nota per aver fatto investimenti ambiziosi, dopo aver guidato investimenti relativi al programma per la Bill & Melinda Gates Foundation, che ha fornito supporto finanziario a Moderna mentre era lì. Da 2010, Moderna ha lavorato allo sviluppo di RNA messaggero (mRNA) che consente alle cellule del corpo di agire come fabbriche biologiche riprogrammate, producendo anticorpi necessari per combattere le malattie, compresi i virus .

“La cosa bella delle grandi scommesse è che si svolgono nel tempo … Abbiamo fatto un investimento cinque anni fa a Moderna e l’mRNA è stata una grande scommessa e lo vedi giocare in termini di capacità di ottenere un vaccino rapido per Covid … Devi prendere quelle grandi scommesse “, ha detto Sunderland.

Ha aggiunto che con Moderna il pensiero non era che il mondo avrebbe avuto bisogno di un vaccino per una particolare pandemia. “Stai pensando all’evoluzione della società e stai pensando a come risolvere i problemi”, ha detto Sunderland.

Per essere chiari, la Fondazione Gates ha concesso una sovvenzione a Moderna, ma non era un investitore azionario.

La visione della “grande scommessa” domina anche su Sunderland e altri importanti capitalisti di venture capital nel settore sanitario, poiché i fondi VC per la biotecnologia da miliardi di dollari vengono raccolti e le preoccupazioni aumentano circa la prossima bolla di avvio simile a SoftBank proveniente dal settore sanitario in particolare.

“Le grandi aziende che ho … c’è un sacco di necessità insoddisfatte per pazienti, scienza e innovazione “, ha detto.

Le idee che erano buone prima della crisi possono dimostrare di essere anche idee migliori durante esso, ma ciò non sempre si traduce in improvvise opportunità di valore degli investimenti. Questo è vero sia nel settore della salute che, in quanto le scorte tematiche specifiche svettano nelle nicchie online come lo shopping e l’esercizio fisico. Oltre questo.

“Ciò che non vogliamo fare nella comunità del capitale di rischio è essere eccessivamente reattivi “, ha dichiarato Mike Pellini, Managing Partner di Section 32, un VC formato dal fondatore di GV Ventures di Google Bill Maris. “Quello che stavamo facendo prima di Covid è simile a quello che facciamo oggi”, ha detto Pellini. “Non stiamo saltando su aziende focalizzate sulla telehealth perché questo è diventato più promettente.”

La telelavoro è effettivamente esplosa rapidamente. Judy Faulkner, fondatrice e CEO della società IT di assistenza sanitaria Epic Systems, ha dichiarato durante un’intervista separata al summit virtuale di Healthy Returns di aver visto passare i clienti 20 la telehealth visita un giorno alle 8, 000 durante la pandemia.

Ma Pellini ha affermato che un’improvvisa accelerazione del trend non rende questo il momento migliore per investire in teleassistenza. “Avevi bisogno di farlo qualche anno fa”, ha detto. “Abbiamo investito da uno a tre anni fa senza avere idea di vedere qualcosa come Covid – 19.”

Non investire in società per oggi

Pellini ha affermato che sarebbe un errore per qualsiasi investitore o società “scatenarsi” a causa dell’attuale crisi.

“È notevole quante messaggi, chiamate ed e-mail che ricevo – certamente settimanalmente se non quotidianamente – sulle aziende che vogliono lanciarsi nella ricerca Covid, nella diagnostica Covid, nella terapia Covid “, ha detto Pellini. “Ma le aziende più adatte a farlo, dove i dollari di investimento dovrebbero fluire e persino aumentare, sono quelle che hanno già sviluppato piattaforme per spostarsi in queste aree … … Non stiamo investendo in aziende per oggi”, ha detto.

Per aziende come Moderna e Vir Biotechnology, che ha anche visto aumentare le sue scorte dalla sua 2019 IPO sul potenziale per un trattamento con coronavirus, i modelli di business sono stati costruiti da sempre per andare in questa direzione. “Non è un perno”, ha detto Pellini. “Si aggiunge a quello che stanno facendo.”

“Vir era un classico esempio di grande scommessa”, ha detto Sunderland, una società fortemente finanziata che aveva bisogno di molto capitale aggregare la tecnologia per costruire la sua piattaforma per le malattie infettive. Questa situazione attuale imporrà la disciplina agli investitori e alle società di utilizzare il capitale con saggezza, ma c’è una spinta tra efficienza e domanda di capitale per finanziare l’innovazione fondamentale.

“A volte va troppo lontano e talvolta non abbastanza lontano. Sono un sostenitore delle grandi scommesse e richiedono molto capitale “, ha detto Sunderland. “Ora [Vir] sono posizionati così bene per sviluppare dei trattamenti davvero fantastici per Covid”, ha detto.

Paure della ‘bolla SoftBank’ nella biotecnologia

Un sacco di capitale era entrato nella biotecnologia prima di Covid – 19, e ciò ha avuto implicazioni sulla valutazione. “Le valutazioni salivano e la raccolta fondi andava su”, ha detto Sunderland, ma ha aggiunto che è necessario molto capitale per investire in temi innovativi, come i test di massa per il cancro.

Thrive Earlier Detection ha raccolto $ 110 milioni in un singolo round di raccolta fondi la scorsa primavera da investitori tra cui Capitale e sezione Biomatici 32. “Thrive avrà bisogno di molto capitale per i test di massa per il cancro”, ha detto Sunderland.

I recenti fondi biotecnologici hanno raccolto miliardi, tra cui Arch Venture Partners che ha raccolto circa $ 1,5 miliardi in due fondi e Flagship Pioneer che raccoglie $ 1,1 miliardi, entrambi in aprile.

Pellini ha dichiarato di non avere preoccupazioni circa un fondo da $ 1 miliardo che indica una bolla, e ha detto che non c’è paragone con essere trasformato in qualcosa come un SoftBank Vision Fund da $ 100 miliardi, che può cambiare le dinamiche di un intero settore. “È importante prenderlo in giro a parte il denaro che viene lanciato contro il muro a volte da fondi che sono logaritmicamente più grandi di un fondo da un miliardo di dollari”, ha detto.

” Non c’è stato un cambiamento drammatico, e questa potrebbe essere la sorpresa più grande di tutte “, ha detto Pellini.

Biotech è stata tra i pochi settori a vedere completate le offerte pubbliche iniziali da quando la crisi ha preso piede nel mercato statunitense e le recenti IPO sono state scambiate bene.

Aledade, società di portafoglio di Biomatics Capital che ha un modello di business incentrato sui medici di base, ha chiuso un round di raccolta fondi durante la crisi e sono in corso ulteriori raccolte fondi in portafoglio. La sezione 32 ha appena chiuso una nuova raccolta di fondi, e Pellini ha detto di essere sorpreso da quanto si potesse realizzare con le videochiamate “, il più faticoso di quelli che possono diventare. ”

La sezione 32 stava raccogliendo un fondo grande quanto $ 350 milioni di questa primavera, secondo i documenti depositati a metà aprile presso la Securities and Exchange Commission.

Reagisci, ma non reagire in modo eccessivo, e se non lo facciamo, finiremo in un posto ragionevole. … Non distrarti.

Mike Pellini

Sezione 32 Managing partner per evitare reazioni emotive alla Covid – 19 crisi

Le start-up che avranno il momento più difficile sono quelle che non avevano già in atto piani di raccolta fondi o che non sono in grado di ricevere finanziamenti successivi in ​​base al fatto di aver già ha raggiunto un importante traguardo di crescita, ma avrà ancora bisogno di più capitale nei prossimi sei 12. “Dodici a 24 mesi di denaro sono la vera chiave”, ha detto Sunderland, sia che si tratti di una raccolta fondi aggiuntiva o che sia prudente sulla spesa e assunzioni.

Alcune nicchie specifiche all’interno dell’assistenza sanitaria meritano di vedere maggiori valutazioni a loro accordate in futuro a seguito di questa crisi, come la diagnostica, che Pellini ha affermato di avere stato sottovalutato e sottofinanziato.

“C’è così tanta innovazione lasciata sul tavolo nel settore diagnostico”, ha detto.

Negli ultimi due decenni, i modelli normativi e di rimborso per la diagnostica hanno bloccato l’innovazione, anche se 80% delle decisioni sono basate sulla diagnostica .

“Ora è il momento di una revisione”, ha detto Pellini, rilevando che i regolatori non hanno voluto trattenere nuovi test dall’arrivo sul mercato durante il coronavirus, ed entrambi i pagatori privati ​​e Medicare hanno dimostrato la volontà di adattarsi rapidamente. “Non abbiamo trovato un modo per valutare la diagnostica”, ha detto. “Sono sicuro? No. Ma sono fiducioso che l’industria diagnostica sarà trasformata da questo.”

In caso contrario, ha aggiunto, “Saremo nella stessa salute “cura il dilemma con il prossimo virus pericoloso se non abbiamo risolto il fondamento diagnostico di tutta questa industria.”

Don ‘t panic

Entrambi i VC sono focalizzati su un messaggio di investimento chiave: evitare reazioni emotive alla crisi.

“Non vogliamo che le aziende girino a destra”, ha detto Pellini. “Non reagire in modo eccessivo. Reagisci, ma non reagire in modo eccessivo, e se non lo facciamo, finiremo in un posto ragionevole. … Non farti distrarre.”

Sunderland ha inviato copie di “The Hitchhiker’s Guide to the Galaxy” di Douglas Adams ai millenari fondatori di società di portfolio con il messaggio principale che vuole inviare sulla copertina del libro: “Non farti prendere dal panico”

“Non vuoi entrare in una negazione … Stiamo chiedendo loro di affrontare la realtà”, ha detto, che potrebbe includere licenziamenti come parte di un piano per conservare abbastanza denaro per durare 24 mesi, o evitare di dover fare un cattivo affare per superare questa crisi. “Ma operare da un luogo di paura ed essere eccessivamente conservatori ostacolerà le aziende”, ha detto. “Ottimismo e speranza – questo è necessario per qualsiasi biotecnologia ad alto funzionamento nella fase iniziale.”