sabato 02 luglio 2022

Badanti e colf: quanto costa assumerle mediamente nel nostro Paese?

Il nostro Belpaese, si sa, sta diventando sempre più “anziano” e per questo motivo il tema badanti e colf si fa sempre molto caldo e attuale.

Secondo un recente studio del Censis rivolto agli anziani, il numero delle badanti in Italia tende ad aumentare con una certa consistenza. In Italia sono un milione e 655 mila, praticamente con un aumento su base decennale del 53%.

Assumere una badante

È abbastanza semplice assumere queste tipologie di categorie e si fa seguendo le regole nazionali. Tutto deve necessariamente passare per l’INPS e lo si può fare via telefono al numero verde 803.164 da fisso (06164164 da mobile). Ma si può optare anche per i servizi online collegandosi all’area dedicata di https://www.inps.it e scegliendo la sezione servizi al cittadino/lavoro domestico. Chi è in possesso di SPID o CNS o CIE può farlo assolutamente in autonomia. In caso contrario è sufficiente rivolgersi ad un CAF o Patronato.

Quali sono i costi delle badanti?

Teniamo bene in mente che non è possibile “regolarizzare” colf e badanti senza un regolare contratto di assunzione, anche qualora non fossero a tempo pieno.

Per tutte le collaboratrici domestiche, badanti, colf e assistenti familiari in genere, è possibile optare per il part-time. Ad esempio con un’assunzione di 4 ore giornaliere si parla di cifre che oscillano tra i 7 e i 9 euro all’ora. Facendo i dovuti calcoli si parla di uno stipendio mensile che va dai 733,33 euro a 1.350,88 euro.

In sostanza si dovrebbero inquadrare in categoria CS per non scendere al di sotto dei 7,21 euro orari e i categoria DS per elargire almeno 8,69 euro all’ora.

Gli stipendi medi di colf e badanti in Italia

Sulla base delle statistiche nazionali, le colf e le badanti di media percepiscono uno stipendio annuo che può variare da 15.600 euro a 19.500 euro. Tutto ciò tenendo presente che le ore di lavoro calcolate sono 54 peri lavoratori conviventi e 40 i non conviventi.