domenica 13 giugno 2021

Balza sul TPG Pace Beneficial Finance mentre è ancora sconfitto

Gli investitori continuano a trascurare l’opportunità con TPG Pace Beneficial Finance (NYSE: TPGY) azione. Sconfitti sia dal selloff in EV (veicolo elettrico) che da SPAC (società di acquisizione di scopo speciale), le azioni rimangono 50% al di sotto dei loro massimi.

Per alcuni titoli SPAC la correzione ha avuto senso. Soprattutto per quelli che si fondono con le startup di veicoli elettrici, alcune delle quali si sono surriscaldate in seguito all’onda blu dei risultati dell’ultimo ciclo elettorale. Tuttavia, nel caso di questo, destinato a fondersi con la società di ricarica europea EVBox , la vendita è stata eccessiva.

L’entusiasmo potrebbe essersi raffreddato. Tuttavia, il megatrend dell’elettrificazione dei veicoli rimane in gioco. In Europa, i mandati stanno contribuendo ad accelerare il passaggio ai veicoli elettrici. Ciò fa ben sperare per la continua crescita delle società di ricarica per veicoli elettrici, in particolare per gli operatori storici del mercato come EVBox. E, negli Stati Uniti, gli ambiziosi piani dell’amministrazione Biden di spingere per l’adozione di massa di veicoli elettrici potrebbero creare un ambiente simile negli Stati Uniti.

Il piano di Biden è ancora in sospeso. Ma anche un livello ridotto di supporto federale fornirà un enorme impulso alla crescita del settore della ricarica dei veicoli elettrici negli Stati Uniti.

Prezzi più che ragionevoli a circa $ 17 per azione, ora è il momento di cogliere l’opportunità. Poiché più si accorge che questa SPAC è stata ipervenduta, questo punto di ingresso favorevole non durerà a lungo.

Lo stock di TPGY è un ottimo gioco di ricarica per veicoli elettrici

Diverse società di ricarica sono diventate pubbliche (o stanno diventando) pubbliche tramite la rotta SPAC. Quindi cosa lo rende speciale?

Per i principianti, il fatto che EVBox ha avuto il suo inizio in Europa. Come ho discusso il mese scorso, è più facile per un’azienda di veicoli elettrici con sede in Europa entrare nel mercato statunitense, che viceversa.

Cioè, con le complicate normative europee, che variano da paese a paese, i nuovi entranti devono affrontare molti ostacoli. Ciò conferisce a EVBox un vantaggio per la prima volta. Per quanto riguarda il mercato statunitense, sì, le cose diventeranno competitive. Si può sostenere che le società di addebito con sede negli Stati Uniti potrebbero avere un vantaggio nel rispettivo mercato interno.

Il mercato europeo delle tariffe è più maturo (anche se sta ancora crescendo a un ritmo salutare) . Ma le cose sono ancora negli States al piano terra. Gli Stati Uniti finora sono stati meno aggressivi nell’incoraggiare il passaggio dai veicoli a gas a quelli elettrici. Tuttavia, questo è destinato a cambiare in grande stile. Il piano infrastrutturale da $ 2 trilioni di Biden, che fornisce miliardi di stimoli all’industria dei veicoli elettrici, potrebbe essere in attesa dell’approvazione del Congresso degli Stati Uniti. Ciò potrebbe significare alcuni aggiustamenti prima che sia firmato in legge.

Anche così, il disegno di legge nella sua forma finale molto probabilmente conterrà il supporto per l’industria dei veicoli elettrici. Questo stimolo aiuterà a potenziare la crescita del settore della ricarica americana. Questo fa ben sperare per EVBox, in quanto fa il suo ingresso nel mercato della ricarica statunitense. E, come ho detto sopra, non solo questo è uno dei modi più forti per riprodurre questa tendenza. Dopo il suo calo del 36%, puoi inserirlo oggi in un -valutazione ragionevole.

Non sottovalutare il potenziale a lungo termine di EVBox

Non arriverei al punto di chiamare il titolo TPGY un gioco di valore. Pochissime SPAC che si fondono con società in fase iniziale rientrano nella categoria delle azioni di valore. Tuttavia, rispetto alla sua crescita prevista e al potenziale a lungo termine, le azioni hanno un prezzo più che ragionevole a $ 17 per azione.

Sulla base dei numeri di valutazione pro-forma forniti nella presentazione della fusione SPAC, questa società avrà 139 milioni di azioni in circolazione una volta concluso l’affare. Ai prezzi odierni, ciò significa una capitalizzazione di mercato implicita di circa $ 2. 36 miliardi.

Rispetto alle vendite previste per quest’anno (€ 120 milioni o $ 120. 5 milioni) , la valutazione sembra ricca. Tuttavia, confronta la valutazione odierna con le proiezioni dell’azienda 2023 (€ 372 milioni o $ 300 milioni) e la storia cambia. Sulla base di queste proiezioni, la sua valutazione inizia a sembrare molto più ragionevole. 2023 è anche l’anno in cui questa azienda raggiunge il punto di pareggio su base EBITDA.

E questo è solo l’inizio. Non è che la crescita si fermi improvvisamente dopo 2023. Le proiezioni a più lungo termine richiedono 50% + crescita annualizzata, 45% di margini lordi ed eventuali margini EBITDA di circa 25%. In parole povere, una valutazione implicita di $ 2 miliardi 36 sottostima il lungo valore a termine di questa attività.

Conclusione: balza su questa opportunità finché dura

TPG Pace ha trovato il suo valore minimo ai prezzi odierni o intorno a esso. Gli investitori in questo momento potrebbero non cogliere questa opportunità. Ma non aspettarti che rimanga così. I mercati hanno corretto i prezzi fuori mano che alcuni titoli EV SPAC stavano recuperando all’inizio di quest’anno. Ma, hanno buttato questo fuori con l’acqua del bagno.

Con il suo vantaggio di prima mossa in Europa e il grande potenziale di espansione negli Stati Uniti, EVBox ha una grande opportunità di essere all’altezza delle sue impressionanti proiezioni di crescita. Man mano che si approfondiscono i dettagli e si rendono conto di quanto siano oggi le azioni a prezzi ragionevoli, inizieranno a rimbalzare. In breve, è il momento di balzare sulle azioni TPGY, finché dura questa discrepanza di prezzo.

alla data di pubblicazione, né Matt McCall né il membro del personale di ricerca di InvestorPlace principalmente responsabile di questo articolo hanno ricoperto (direttamente o indirettamente) alcuna posizione nei titoli menzionati nell’articolo.

(Articolo proveniente da Fonte Americana)