Entra in contatto con noi

Mercati americani

Bank of America (BAC) Q4 2022 Trascrizione delle chiamate sugli utili

Pubblicato

il

Fonte immagine: The Motley Fool.

Banca d’America (BAC 2,21%)
Chiamata sugli utili del quarto trimestre 2022
13 gennaio 2023, 9:30 ET

Delos Gioielli
Delos Gioielli

Contenuti:

  • Osservazioni preparate
  • Domande e risposte
  • Chiama i partecipanti

Osservazioni preparate:

Operatore

Buongiorno a tutti e benvenuti all’annuncio degli utili della Bank of America di oggi. [Operator instructions] Tieni presente che questa chiamata verrà registrata e sono a tua disposizione se dovessi aver bisogno di assistenza. Ora è un piacere affidare il programma di oggi a Lee McEntire. Per favore prosegui.

Lee McEntire — Vicepresidente senior, Relazioni con gli investitori

Advertisement

Grazie. Buon giorno. Ben arrivato. Grazie per aver aderito alla chiamata per esaminare i risultati del quarto trimestre.

So che è una giornata impegnativa con molte banche che segnalano e apprezziamo il tuo interesse. Confido che tutti abbiano avuto la possibilità di rivedere i nostri documenti di rilascio degli utili. Sono disponibili, compresa la presentazione degli utili a cui faremo riferimento durante la call, nella sezione investor relations del sito bankofamerica.com. Per prima cosa trasferirò la chiamata al nostro CEO, Brian Moynihan, per alcuni commenti di apertura; e poi chiedere ad Alastair Borthwick, il nostro CFO, di coprire alcuni altri elementi del trimestre.

10 azioni che ci piacciono di più di Bank of America
Quando oil nostro pluripremiato team di analisti ha una mancia azionaria, può pagare per ascoltare. Dopotutto, la newsletter che gestiscono da oltre un decennio, Motley Fool Stock Advisorha triplicato il mercato.*

Hanno appena rivelato ciò che credono siano i dieci migliori azioni per gli investitori da acquistare in questo momento … e Bank of America non era uno di loro! Esatto: pensano che questi 10 titoli siano acquisti ancora migliori.

Advertisement

Vedi i 10 titoli

*Stock Advisor torna a partire dal 9 gennaio 2023

Prima di rivolgere la chiamata a Brian, lascia che ti ricordi che potremmo fare dichiarazioni previsionali e fare riferimento a misure finanziarie non GAAP durante la chiamata. Le dichiarazioni previsionali si basano sulle attuali aspettative e ipotesi del management che sono soggette a rischi e incertezze. I fattori che possono far sì che i risultati effettivi differiscano materialmente dalle aspettative sono dettagliati nei nostri materiali sugli utili e nei documenti SEC disponibili sul nostro sito web. Informazioni sulle nostre misure finanziarie non GAAP, comprese le riconciliazioni con gli Stati Uniti

GAAP, si possono trovare anche nei nostri materiali sui guadagni che sono disponibili sul sito web. Quindi, con quello, portalo via, Brian.

Advertisement

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Grazie, Lee, e grazie a tutti voi per esservi uniti a noi questa mattina. Comincio dalla diapositiva 2 della presentazione dei guadagni. Durante il quarto trimestre del 2022, il nostro team ha realizzato ancora una volta una crescita responsabile per i nostri azionisti. Abbiamo registrato un utile netto di 7,1 miliardi di dollari al netto delle imposte o 0,85 dollari per azione diluita.

Abbiamo aumentato i ricavi dell’11% anno su anno e abbiamo realizzato il nostro sesto trimestre consecutivo di leva operativa. E ancora una volta, abbiamo ottenuto un forte rendimento del 16% su azioni ordinarie tangibili. Se passi alla diapositiva 3, elenchiamo i punti salienti del trimestre, che sono stati abbastanza coerenti durante tutto l’anno. Abbiamo guidato una buona attività organica dei clienti e registrato aumenti significativi del margine di interesse, che hanno tutti contribuito a guidare la leva operativa.

I ricavi sono aumentati di anno in anno dell’11%. È stato guidato da un miglioramento del 29% del margine di interesse, unito a una forte crescita del 27% dei risultati di vendita e trading di Jimmy DeMare e del team. Questa crescita supererà l’impatto delle minori commissioni di investment banking e l’impatto delle valutazioni del mercato obbligazionario e azionario sulle commissioni di gestione patrimoniale nella nostra attività di gestione patrimoniale. Anche i contributi positivi di NII nelle vendite e nel trading sono stati sufficienti per superare il calo dei costi di servizio determinato dalle modifiche completamente implementate in NSF e commissioni di scoperto nel nostro business al consumo.

Advertisement

È importante sottolineare che abbiamo migliorato il nostro coefficiente di capitale comune Tier 1 di 25 basi nel trimestre 4 all’11, 2% e l’abbiamo raggiunto senza modificare le nostre strategie aziendali. Eravamo ben al di sopra del nostro attuale requisito minimo del 10,4% CET1 e al di sopra del requisito che avremo a partire dal prossimo anno a gennaio del 10,9%. Abbiamo aumentato il nostro buffer mentre aumentavamo i prestiti e riducevamo le azioni in circolazione nel trimestre. Su base comparativa anno su anno, sia l’utile netto che l’EPS sono in modesto aumento, con una forte leva operativa che ha più che compensato le maggiori spese per accantonamenti.

La maggiore spesa per accantonamenti è determinata principalmente dalle riserve accumulate in questo trimestre, risultato della crescita dei prestiti nei nostri portafogli e anche dalla nostra ponderazione prudente su una metodologia di studio delle riserve, che toccherò più avanti. L’anno scorso abbiamo avuto grandi rilasci di riserva. Gli addebiti netti sono aumentati in questo trimestre, ma la qualità degli asset rimane forte. Gli addebiti sono stati ben al di sotto sia dell’inizio della pandemia, sia dei livelli storici a lungo termine.

E ancora, toccherò questo in poche pagine. Detto questo, il modo più semplice per pensarci è che il reddito ante imposte e prima degli accantonamenti, che ha neutralizzato queste azioni di riserva, è cresciuto del 23% anno su anno. Passiamo alla diapositiva 4. La diapositiva 4 mostra i risultati annualizzati anno dopo anno.

E i risultati del quarto trimestre sono stati un bel finale per un anno di successo in cui abbiamo prodotto un utile netto di 27,5 miliardi di dollari con una crescita dei ricavi del 7% e una leva operativa del 4%. Mentre l’anno è stato forte, gli utili dell’intero anno sono diminuiti a causa delle azioni di riserva per perdite su prestiti. Per l’intero anno 2022, ancora una volta, abbiamo accumulato circa 370 milioni di dollari di riserve. E invece l’anno scorso, nel ’21, abbiamo liberato 6,8 miliardi di riserve.

Advertisement

Isolando nuovamente questi cambiamenti, vedrai che il PPNR è cresciuto di un forte 14% rispetto al 2021. Come ho detto prima, i temi sono stati caratterizzati da una buona attività organica dei clienti, un forte NII e tutto ciò è stato aiutato da anni di crescita responsabile. La diapositiva 5 evidenzia alcuni degli attributi della crescita organica per il trimestre e l’anno. Questo, oltre alle diapositive, sarà incluso in ogni materiale sugli utili nella nostra appendice che mostrerà le tendenze digitali nei punti salienti della crescita organica in tutte le attività.

I nostri investimenti negli ultimi anni e le nostre persone, strumenti e risorse per i nostri clienti e i nostri compagni di squadra, oltre a rinnovare le nostre strutture, ci hanno permesso di continuare a migliorare l’esperienza del cliente per registrare livelli elevati e alimentare la crescita organica. Nel quarto trimestre del 2022, abbiamo aggiunto 195.000 nuovi conti correnti netti, portando il totale dell’anno a oltre 1 milione. Questo è il doppio del tasso di aggiunte che abbiamo avuto nel 2019 e nei periodi precedenti la pandemia. Questa crescita netta ha portato a un aumento del 10% dei conti correnti dei nostri clienti dalla pandemia, mantenendo il 92% dei nostri conti o conti correnti primari della famiglia nel saldo iniziale medio, non il saldo medio, ma il saldo iniziale medio per questi nuovi account superano i $ 5.000.

Abbiamo anche prodotto più di 1 milione di nuove carte di credito, il sesto trimestre consecutivo, riportandoci ai livelli che generiamo prima della pandemia. La qualità del credito, si può vedere in Appendice Slide 28, per il consumatore rimane molto alta nelle nuove originazioni. Gli utenti digitali verificati sono cresciuti a 56 milioni, con il 73% delle nostre famiglie consumatrici completamente digitalmente attive. Abbiamo più di 1 miliardo di accessi alle nostre piattaforme digitali ogni mese.

E questo va avanti da un po’ di tempo ormai. Anche le vendite digitali sono in crescita e ora rappresentano la metà delle nostre vendite nel settore consumer. Erica, la nostra assistente digitale virtuale, sta attualmente gestendo 145 milioni di interazioni nell’ultimo trimestre e ha superato il miliardo di interazioni dalla sua introduzione solo pochi anni fa. Questo fa risparmiare molto lavoro al nostro team.

Advertisement

Quando passi all’attività GWIM, l’attività di gestione patrimoniale, i nostri consulenti sono cresciuti di 800 unità nella seconda metà dell’anno. Il nostro team ha aggiunto 28.000 nuove famiglie nette in Merrill e Private Bank nel 2022. Abbiamo registrato solidi flussi netti nonostante le turbolenze dei mercati. A proposito, durante il 2022, la nostra famiglia media Merrill ha aperto con un saldo di $ 1,6 milioni.

Otteniamo aperture di account di altissima qualità. Per quanto riguarda i flussi, se combinati su tutte le nostre piattaforme di investimento nella nostra attività di gestione patrimoniale dei consumatori, quest’anno abbiamo registrato 125 miliardi di flussi netti di clienti. Inoltre, continuiamo a vedere una maggiore attività sia per gli investimenti nella nostra attività GWIM che per i nostri prodotti bancari. L’elemento bancario diversificato è un forte elemento di differenziazione per noi come azienda.

Supporta anche il sano margine ante imposte. Ciò ha aiutato l’attività GWIM a fornire una forte leva operativa per l’anno e ha portato il fatturato netto e l’utile netto a record. Nella nostra attività bancaria globale, abbiamo visto una solida produzione di prestiti e un crescente utilizzo delle nostre piattaforme digitali durante tutto l’anno e abbiamo aggiunto nuovi clienti al nostro portafoglio. Come ben sapete, il calo complessivo delle commissioni di investment banking è diminuito.

Tuttavia, abbiamo continuato ad approfondire ed espandere le relazioni con i clienti con la creazione di banchieri commerciali. Anche la nostra attività di servizi di tesoreria globale è cresciuta del 38% su base annua grazie a entrambe le tariffe, nonché alle commissioni per il servizio di gestione della liquidità. Nei mercati globali, abbiamo registrato il nostro trimestre più alto: le vendite e le prestazioni commerciali del quarto trimestre, con una crescita del 27% rispetto allo scorso anno, ex DVA. Ciò è stato determinato dalla forte performance delle nostre macro attività FICC, dove abbiamo effettuato continui investimenti negli ultimi 18 mesi.

Advertisement

Anche le azioni hanno registrato una performance record nel quarto trimestre. Passiamo alla diapositiva 6 e parliamo di leva operativa. Come vi ho detto per molti anni, uno degli obiettivi primari di questa azienda è stata una parte importante del nostro modello di rendimento per gli azionisti è stato quello di guidare la leva operativa. Questi sforzi, compresi gli investimenti fatti per il futuro, insieme alla crescita dei ricavi, hanno prodotto 18 trimestri consecutivi di leva operativa, come potete vedere, portando alla pandemia.

A partire dall’anno scorso e nel terzo trimestre del ’21 — 2021, vi ho detto che ora abbiamo iniziato a raggiungere la leva operativa e siamo tornati alla serie sei — e siamo a sei quarti della leva operativa nonostante tutte le cose che sono sta succedendo là fuori, e il team continua a guidare verso questo per il 2023. Quindi, ho pensato di dedicare qualche minuto a una discussione su argomenti che sono stati importanti poiché abbiamo parlato di investitori negli ultimi due mesi, depositi e credito. Quindi, andiamo alla diapositiva 7. Innanzitutto sui depositi, ci sono diversi fattori che influiscono sui depositi: mentre il nostro settore funziona — la nostra economia attraversa un periodo impressionante, un’impennata dei depositi a causa dello stimolo legato alla pandemia, l’impatto del monetario… – un allentamento monetario senza precedenti, l’impatto dell’elevata inflazione, e poi l’inversione di ciò è stato un ritmo e un’entità senza precedenti degli aumenti dei tassi e una stretta monetaria.

Ma su base annua, i depositi medi di 1,93 trilioni sono diminuiti del 5%. Ciò riflette le tendenze del mercato e, di fatto, riflette gli elevati pagamenti fiscali ai governi nel secondo trimestre del 2022. Inoltre, mentre avanziamo nel 2022, i clienti con investimenti in contanti in eccesso o in contanti hanno visto il rendimento all’aumentare dei tassi per i fondi del mercato monetario, tesorerie dirette e altri prodotti. Probabilmente è più rilevante discutere le tendenze più a breve termine.

Confrontando il terzo trimestre del ’22 con il quarto trimestre del ’22, i depositi medi sono diminuiti dell’1,9%. I depositi infruttiferi sono diminuiti dell’8%, mentre i depositi fruttiferi sono aumentati del 2%. Il mix shift è particolarmente pronunciato nei servizi di tesoreria nel settore bancario globale. Le tesorerie aziendali gestivano $ 500 miliardi di depositi che hanno con noi.

Advertisement

L’impatto delle loro attività ha un cambiamento nel mix. Dal punto di vista personale, puoi vedere i saldi dei conti correnti fluttuare un po ‘a causa delle spese e delle spese principali. Ma i clienti più ricchi investono denaro in depositi ad alto rendimento sul mercato. Gestiamo tutti questi prodotti in modo differenziato e la discussione di questi depositi per segmento di attività, puoi vedere su Slide 8, e ne parleremo.

Quindi, questo rompe i nostri depositi in una tendenza più a breve termine. In alto a sinistra, puoi vedere l’intero anno — per l’intera azienda che attraversa la pagina nel grafico in alto a sinistra. Abbiamo anche inserito gli aumenti dei tassi che puoi vedere. Sul grafico, puoi vedere i pesanti deflussi di pagamenti fiscali nel secondo trimestre.

Poi abbiamo visto gli aumenti accelerati dei tassi ei depositi spostati verso prodotti che cercano rendimento in alcuni segmenti di clientela. Ma in gran parte, quello che abbiamo visto nel corso di Il quarto trimestre è stato la stabilizzazione e l’attività del cliente più normale. In poche parole, abbiamo concluso il quarto trimestre del ’22 con $ 1,93 trilioni di depositi, all’incirca il livello complessivo che abbiamo aggiunto nel terzo trimestre e nei saldi dei depositi. Quindi, diamo un’occhiata a quelli differenziati per attività.

Nel settore dei consumi, osservando il grafico in alto a destra, abbiamo mostrato la differenza tra il movimento nel trimestre, tra il saldo dei conti correnti con interessi bassi o nulli e conti non correnti con rendimenti leggermente più elevati, conti del mercato monetario e conti di risparmio e una porzione limitata di CD. Durante il trimestre, abbiamo registrato un calo totale di $ 24 miliardi, in calo del 2%. Abbiamo assistito a piccoli cali nei continui livelli di spesa più elevati dei clienti, alla riduzione del debito e al trasferimento di denaro sui loro conti di intermediazione anche in questo settore. I salari più alti hanno compensato questo.

Advertisement

Abbiamo assistito a un calo dei depositi del quarto trimestre nei consumatori. Di conseguenza, abbiamo visto anche i livelli di intermediazione degli investimenti dei consumatori aumentare di 11 miliardi, catturando una buona parte di quei depositi. In generale, si pensi a questi depositi dei consumatori che sono molto appiccicosi di $ 1 trilione. Quella viscosità, insieme alla crescita netta del conto corrente, riflette il riconoscimento e la proposta di valore del rapporto del conto transazionale con la nostra azienda.

Ha anche – riflette le capacità digitali leader del settore che offriamo e la comodità di un franchising a livello nazionale. Riflette anche i clienti, i nostri segmenti di mercato di massa, che hanno meno saldi in contanti in stile investimento in contanti in eccesso. Il 56% dei 1.000 miliardi di dollari di depositi dei consumatori rimane in conti correnti a interessi bassi o nulli. E a causa di tutto ciò, il tasso complessivo pagato nel segmento rimane basso di sei punti base.

Nella gestione patrimoniale, che potete vedere in basso a sinistra nel grafico, oltre 300 miliardi di depositi sono diventati più stabili nel quarto trimestre. Hanno anche – hai sentito anche – hai anche assistito a un passaggio a depositi preferenziali a rendimento più elevato, come puoi vedere su questa etichetta, da depositi di transazioni a rendimento inferiore, poiché questi clienti hanno più liquidità in eccesso e li spostano per cercare rendimenti più elevati . All’inizio del trimestre, abbiamo assistito a modeste diminuzioni dei saldi, ma gli aumenti dei tassi di novembre hanno iniziato a rallentare e la probabilità di futuri aumenti dei tassi è diminuita, le persone hanno spostato i propri soldi. E abbiamo visto un aumento dei saldi durante il trimestre.

Ciò riflette gli afflussi stagionali verificatisi nel quarto trimestre per i clienti della gestione patrimoniale. Nel grafico in basso a destra, puoi vedere la parte più dinamica di questa equazione. Il nostro movimento globale di depositi bancari si sposta su 500 miliardi di dollari di depositi dei clienti. Questo – lo spostamento qui è ciò che guida il totale del mix per l’azienda.

Advertisement

È abbastanza tipico, con l’eccezione che si è verificato molto rapidamente nel quarto trimestre, guidato dal ritmo degli aumenti dei tassi. In un contesto di tassi in aumento in cui i fondi operativi delle società sono più costosi, prevediamo questi cambiamenti, in particolare l’ambiente ad alta liquidità poiché i clienti utilizzano sia il rendimento delle scorte di cassa per ripagare il debito o gestire la liquidità per il rendimento degli investimenti. Abbiamo visto un mix di depositi fruttiferi bancari globali passare dal 35% dell’ultimo trimestre al 45% nel quarto trimestre. E ovviamente, stiamo pagando tassi più alti su quei depositi per mantenerli.

Il prezzo del cliente qui è il cliente-cliente – su base cliente-cliente in base alla profondità della relazione, all’utilizzo del prodotto e a molti altri fattori. Quindi, nel complesso, i tassi sui depositi pagati come percentuale degli aumenti dei fondi Fed sono ancora molto favorevoli all’ultimo ciclo, anche se i tassi stanno aumentando molto più rapidamente nell’ultimo ciclo. Vorrei notare, fino all’ultimo ciclo, che gli aumenti della Fed sono stati rapidi e ci aspetteremmo di pagare tassi più alti mentre continuiamo a muoverci fino alla fine del ciclo dei tassi di interesse. Quindi, ricorda, quello che stiamo pagando di più per i depositanti, lo otteniamo anche dal nostro lato patrimoniale.

Questo è semplicemente il motivo per cui il NII: il reddito da interessi netti è aumentato del 29% dal quarto trimestre 2022 rispetto al quarto trimestre 2021. Ora, passiamo al secondo argomento che voglio toccare in particolare, che è il credito, e questo inizia sulla diapositiva 9. In primo luogo, è una verità intelligibile che la nostra qualità patrimoniale dei nostri clienti rimane molto sana. D’altra parte, è impossibile negare che gli addebiti netti si stiano spostando ai livelli pre-pandemia.

Pertanto, nel quarto trimestre, abbiamo registrato addebiti netti per $ 689 milioni, aumentati di $ 169 milioni rispetto al terzo trimestre. L’aumento è stato determinato da maggiori perdite commerciali e da carte di credito. Ma come mostrano questi grafici, sono ancora molto bassi nel contesto generale. Nel settore commerciale, alcuni dei vecchi prestiti specifici per società non erano correlati o non erano predittivi di tendenze generali nel portafoglio.

Advertisement

Questi erano già riservati per periodi precedenti e, in base alle nostre metodologie, sono stati addebitati nel quarto trimestre. Ciò dovrebbe continuare mentre passiamo dai minimi storici delle insolvenze a livelli pre-pandemia ancora molto bassi. La spesa per accantonamenti è stata di 1,1 miliardi nel quarto trimestre.

Oltre agli addebiti più elevati, l’accantonamento includeva una costruzione di riserva di circa $ 400 milioni. Questo è stato superiore al trimestre 3, riflettendo una buona crescita delle carte di credito e di altri prestiti, combinata con lo scenario di impostazione delle riserve. Quindi, fermiamoci allo scenario dell’impostazione della riserva. Il nostro scenario: il nostro scenario di base contempla una lieve recessione.

Questo è il caso base, le ipotesi economiche, la blue chip e altri metodi che usiamo. Ma a questo aggiungiamo anche uno scenario negativo. E il risultato di questo risultato è che il 95% delle nostre metodologie di riserva è ponderato verso un ambiente di recessione nel 2023. Ciò include aspettative di inflazione più elevate che portano a un PIL depresso e aspettative di disoccupazione più elevate.

Questo scenario è più conservativo rispetto allo scenario dell’ultimo trimestre. Ora, per essere chiari, solo per darvi un’idea di come si svolgerà questo scenario, prevede un rapido aumento della disoccupazione, che raggiungerà il picco del 5,5% all’inizio di quest’anno nel 2023 e rimarrà al 5% o oltre per tutto il fine ’24. Ovviamente, molto più prudente delle stime economiche che sono là fuori. Abbiamo incluso nuovamente le diapositive aggiornate nell’appendice, pagine 36 e 37, per evidenziare le differenze nei nostri portafogli di crediti tra lo stato pre-finanziario, pre-pandemia e attuale.

Advertisement

A pagina 28 vi abbiamo anche riportato le nuove statistiche di origination per il credito al consumo. Il lavoro svolto dal team sulla crescita responsabile continua a dare ottimi risultati. Dal punto di vista di un estraneo, non devi guardare oltre i risultati dello stress test della Fed. Abbiamo avuto gli addebiti netti più bassi per le banche peer in 10 degli ultimi 11 stress test.

Nelle diapositive da 10 a 12, abbiamo incluso una prospettiva a lungo termine. Abbiamo mostrato le tendenze a lungo termine per gli addebiti netti commerciali, i tassi di addebito totale dei consumatori e, più specificamente, i tassi di addebito delle carte di credito. Questo confronta quei rapporti con la crisi pre-finanziaria, durante la ripresa dopo la crisi finanziaria, prima della pandemia e poi durante la pandemia. Quindi, questo ti dà una prospettiva a lungo termine, che tiene nel contesto l’idea che ci stiamo spostando dal fondo del costo del credito verso un livello che è normalizzato e pre-pandemico, ma quel livello era molto basso nel grande contesto di banca.

Quindi, prima di passare ad Alastair, voglio solo aggiornare alcuni commenti sul nostro comportamento dei consumatori. I saldi dei depositi dei consumatori continuano a mostrare una forte liquidità, con le coorti inferiori dei nostri consumatori che continuano a detenere diversi multipli dei saldi che avevano all’inizio della pandemia. Questi equilibri stanno scendendo, ma hanno ancora molto margine. E mentre la loro spesa rimane sana, continuiamo a vedere rallentare il ritmo di quella crescita anno su anno.

Complessivamente, nel 2022, i nostri consumatori hanno speso 4,2 trilioni di dollari, superando del 10% il 2021. Puoi vederlo nella diapositiva 35. Due cose da notare su quel ritmo di spesa dei consumatori. Continua ad esserci un rallentamento.

Advertisement

La percentuale di crescita anno su anno è precedente a questo: all’inizio del 2022 era del 14% anno su anno. Ora sono passati al 5% anno su anno nel quarto trimestre. Che cosa significa questo? Quel livello di crescita della spesa su base annua è coerente con l’economia di crescita del 2% a bassa inflazione che abbiamo visto prima della pandemia. Stanno anche passando dai servizi all’esperienza, dai beni al servizio e all’esperienza e spendono più soldi in viaggi, vacanze, ristoranti e cose del genere.

Ciò è positivo per la disoccupazione, ma mantiene costantemente la pressione inflazionistica sul lato dei servizi. Detto questo, lasciami passare il microfono ad Alastair per passare il resto del trimestre. Alastair.

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

OK. Grazie, Brian. E lasciatemi iniziare con il bilancio, e per questo userò la diapositiva 13. Durante il trimestre, il nostro bilancio è sceso di 23 miliardi a 3,05 trilioni, trainato da saldi dei mercati globali leggermente inferiori.

Advertisement

Il nostro portafoglio di liquidità medio è diminuito nel trimestre, riflettendo la diminuzione dei depositi e dei livelli di titoli. E a 868 miliardi, rimane ancora 300 miliardi al di sopra dei nostri livelli pre-pandemia. Il patrimonio netto è aumentato di 3,7 miliardi rispetto al terzo trimestre poiché gli utili sono stati solo parzialmente compensati dal capitale che abbiamo distribuito agli azionisti e da circa 700 milioni nel rimborso di alcuni titoli privilegiati. Abbiamo pagato 1,8 miliardi di dividendi ordinari e abbiamo riacquistato 1 miliardo di azioni, 600 milioni in più rispetto a quelle emesse per i dipendenti nel trimestre.

L’AOCI è stato leggermente modificato nel trimestre poiché un piccolo vantaggio derivante dai tassi ipotecari più bassi è stato più che compensato dalla variazione della nostra rivalutazione annuale delle pensioni. Per quanto riguarda il capitale regolamentare, il nostro coefficiente di leva supplementare è aumentato al 5,9% rispetto al nostro requisito minimo del 5%. E questo ovviamente lascia la capacità di crescita del bilancio. E il nostro rapporto TLAC rimane ampiamente al di sopra dei nostri requisiti.

OK, passiamo alla diapositiva 14 e parliamo di CET1, dove, come puoi vedere, il nostro capitale rimane forte poiché il nostro livello di CET1 è migliorato a 180 miliardi e il nostro rapporto CET1 è migliorato di 25 punti base all’11,2%. Ciò significa che negli ultimi due trimestri abbiamo migliorato il nostro coefficiente CET1 di 74 punti base poiché abbiamo aggiunto al nostro buffer di gestione oltre ai nostri requisiti attuali e 2024. Quindi, possiamo esaminare i driver del rapporto CET1 in questo trimestre e puoi vedere gli utili al netto dei dividendi privilegiati generati 43 punti base, i dividendi comuni utilizzati 11 punti base e i riacquisti lordi di azioni utilizzati 6 punti base. E mentre il bilancio era in calo, la crescita dei prestiti ha determinato un modesto aumento degli RWA utilizzando 3 punti base di CET1.

Pertanto, siamo stati in grado di sostenere la crescita dei nostri prestiti e restituire il capitale e aggiungere alla nostra riserva di capitale nello stesso trimestre. Dedichiamo un minuto alla crescita dei prestiti concentrandoci sui prestiti medi nella diapositiva 15. E qui, puoi vedere che i prestiti medi sono cresciuti del 10% su base annua, trainati dal miglioramento delle carte di credito e dei prestiti commerciali. Su una base trimestrale collegata più a breve termine, i prestiti sono cresciuti a un ritmo annualizzato più lento del 2%, trainati solo dalle carte di credito.

Advertisement

La crescita delle carte di credito riflette l’aumento del marketing, le offerte migliorate e la riapertura dei nostri centri finanziari, offrendo livelli più elevati di aperture di conti. I saldi dei mutui sono aumentati modestamente anno su anno e il trimestre collegato è stato trainato da rimborsi anticipati più lenti. La crescita commerciale riflette un buon equilibrio tra i prestiti sui mercati globali, nonché gli immobili commerciali e, in misura minore, i prestiti personalizzati nelle nostre attività di Private Bank e Merrill. Passando alla diapositiva 16, margine di interesse.

Su base GAAP non FTE, il NII nel quarto trimestre è stato di 14,7 miliardi e il numero di NII FTE è stato di 14,8 miliardi. Concentrandosi su FTE, il margine di interesse è aumentato di 3,3 miliardi dal quarto trimestre del ’21, o del 29%, trainato da alcune componenti degne di nota. In primo luogo, quasi 3,6 miliardi del miglioramento anno su anno del NII sono stati guidati dai tassi di interesse. Anno dopo anno, i tassi medi dei fondi Fed sono aumentati di 359 punti base, facendo aumentare gli interessi guadagnati sulle nostre attività a tasso variabile.

Rispetto a quella mossa dei fondi Fed, il tasso pagato sui nostri depositi totali è aumentato di 59 punti base a 62. E concentrandosi solo sui tassi di deposito fruttiferi pagati, l’aumento è di 91. Quindi, anche se i tassi sui fondi Fed sono aumentati di 140 punti base in più rispetto all’ultimo ciclo, a questo punto, i nostri tassi percentuali cumulativi di passaggio rimangono ancora inferiori in questo ciclo. Ciò include un aumento dei tassi pass-through negli ultimi 90 giorni a causa del periodo senza precedenti di aumenti dei tassi.

Incluso nel vantaggio tariffario c’era un miglioramento di 1 miliardo nell’ammortamento trimestrale dei premi titoli. I tassi di interesse a lungo termine sui mutui sono aumentati di 345 punti base rispetto al quarto trimestre del ’21, che ha d ridotto il rifinanziamento delle attività ipotecarie e, quindi, ha rallentato il riconoscimento degli oneri di ammortamento dei premi iscritti nel nostro portafoglio titoli. Il secondo contributo è la crescita dei prestiti, al netto dei rimborsi dei titoli, che ha aggiunto quasi 400 milioni al miglioramento anno su anno. Infine, a compensare parzialmente la crescita del portafoglio bancario NII appena descritta sono stati i maggiori costi di finanziamento per il nostro inventario dei mercati globali.

Advertisement

Ora, questo viene trasmesso ai clienti attraverso la nostra linea di market-making senza interessi. Quindi, è un reddito neutrale sia per le vendite che per il commercio e per le entrate totali. E come puoi vedere nel nostro materiale, il NII dei mercati globali è in calo di 660 milioni anno su anno. OK.

Passando a una discussione sul trimestre collegato. Il NII è aumentato di 933 milioni rispetto al terzo trimestre, trainato principalmente dai tassi di interesse. Quell’aumento di 933 milioni includeva un calo di 372 milioni nei nostri mercati globali NII. Il rendimento netto degli interessi è stato del 2,22% e questo è migliorato di 55 punti base rispetto al quarto trimestre del ’21.

Quasi il 30% di tale miglioramento si è verificato nel trimestre più recente, con il fattore principale rappresentato dal vantaggio di tassi di interesse più elevati, che include un vantaggio di 13 punti base derivante da un minore ammortamento dei premi. Come noterete, escludendo i mercati globali, il nostro rendimento netto degli interessi è aumentato di 89 punti base al 2,81%. Guardando avanti, vorrei fare un paio di osservazioni. Come faccio ogni trimestre, consentitemi di fornire gli avvertimenti importanti relativi alla nostra guida NII.

I nostri avvertimenti includono l’ipotesi che i tassi di interesse nella curva forward si materializzino e prevediamo che i prestiti delle carte diminuiranno stagionalmente dai pagamenti delle spese per le vacanze. Altrimenti, prevediamo una modesta crescita dei prestiti. Prevediamo un calo stagionale dei depositi bancari globali e che gli altri spostamenti del mix di depositi sperimentati nel quarto trimestre possano continuare nel primo trimestre a fronte di ulteriori aumenti dei tassi. Prevediamo inoltre che i costi di finanziamento per i mercati globali continueranno ad aumentare sulla base di tassi più elevati.

Advertisement

E come notato, l’impatto di ciò è riconosciuto e compensato nel reddito non da interessi. Quindi, è neutrale rispetto alle entrate. Quindi, a partire dal quarto trimestre NII di 14,8 miliardi e ipotizzando un calo di circa 300 milioni di NII dei mercati globali nel primo trimestre, che sarebbe simile al calo del quarto trimestre, ciò ci porterebbe a un numero di Q1 di circa 14,5 miliardi. Inoltre, dobbiamo tenere conto degli ultimi due giorni di interesse, che è di circa 250 milioni.

Quindi, ciò abbasserebbe il nostro punto di partenza a 14,25 miliardi. Riteniamo che il core banking book continuerà a mostrare il vantaggio dei tassi e di altri elementi e può compensare la maggior parte del conteggio dei giorni. Quindi, ci aspettiamo che il NII del primo trimestre sia di circa 14,4 miliardi. Oltre il primo trimestre, con il rallentamento degli aumenti dei tassi e se i saldi continueranno le loro recenti tendenze di stabilizzazione, prevediamo una minore variabilità nel NII per il saldo del 2023.

OK, passiamo alle spese e useremo la diapositiva 17 per la discussione. Le spese del quarto trimestre sono state di 15,5 miliardi e sono aumentate di 240 milioni rispetto al terzo trimestre, grazie all’aumento dei costi del personale e della tecnologia. Inoltre, abbiamo anche riscontrato costi più elevati dal nostro continuo ritorno al lavoro e viaggi e costi per il coinvolgimento dei clienti. Abbiamo riscontrato una domanda repressa per i nostri team che si riuniscono di persona per promuovere la collaborazione e trascorrere più tempo con i nostri clienti.

Le pressioni inflazionistiche sono continuate, ma i nostri miglioramenti dell’eccellenza operativa, nonché i vantaggi di una base di clienti più digitalizzata, hanno contribuito a compensare tali pressioni. Il nostro organico in questo trimestre è aumentato di 3.600 unità rispetto al terzo trimestre. E poiché nel 2022 abbiamo affrontato un crescente logoramento, i nostri team hanno avuto un discreto successo nei loro sforzi di assunzione per continuare a supportare i clienti. Con il rallentamento del logoramento in autunno, il nostro ritmo accelerato di assunzioni ha superato il logoramento, lasciandoci con una crescita del nostro organico.

Advertisement

Mentre attendiamo con ansia il prossimo trimestre, vorrei solo ricordare a tutti che il primo trimestre include in genere da 400 milioni a 500 milioni di imposte sui salari stagionalmente elevate. E il primo trimestre sarà anche il primo trimestre a includere i costi dell’annuncio di fine ottobre da parte delle autorità di regolamentazione dei maggiori costi assicurativi FDIC. E come risultato di detenere la quota di leadership nei depositi al dettaglio negli Stati Uniti, ciò aggiungerà 125 milioni a ciascuno dei nostri costi trimestrali o un totale di 500 milioni per l’anno.

Prevediamo che queste cose porteranno le spese a circa 16 miliardi nel primo trimestre prima delle aspettative che dovrebbero tornare nuovamente al ribasso nel corso del 2023. Per quanto riguarda la qualità degli asset, evidenziamo le metriche sulla qualità del credito nella diapositiva 18 sia per i nostri portafogli al consumo che per quelli commerciali. E poiché Brian ha già trattato gran parte degli argomenti sulla qualità degli asset, passerò a una discussione sui risultati della nostra linea di business, a partire dal consumatore nella diapositiva 19. Brian ha notato la precedente crescita organica tra conti correnti, conti di carte e gli investimenti sono stati forti anche in questo trimestre, e questo è il risultato di molti anni di riconversione e continui investimenti nel business.

Quindi, permettetemi di offrire alcuni punti salienti. A questo punto, deteniamo la principale quota di mercato dei depositi al dettaglio. Abbiamo posizioni di leadership tra i prodotti più importanti per i consumatori e siamo la banca digitale leader, con funzionalità convenienti per i clienti consumer e le piccole imprese. Disponiamo anche di una piattaforma leader per gli investimenti dei consumatori online e di un’ottima piattaforma per piccole imprese che offre ai nostri clienti.

E, cosa importante, quando si combinano tutte queste capacità con un servizio migliore, a questo punto la soddisfazione del cliente è ai massimi storici. E abbiamo prodotto un altro trimestre forte di risultati nel settore bancario al consumo che ha portato a 12,5 miliardi di utile netto nel 2022. Per il trimestre, il settore bancario al consumo ha guadagnato 3,6 miliardi grazie a una buona crescita organica e ha realizzato il suo settimo trimestre consecutivo di leva operativa, mentre continuiamo a investire per il futuro. Si noti che la nostra linea superiore è cresciuta del 21%, mentre le spese sono cresciute dell’8%.

Advertisement

L’impatto sugli utili della crescita del fatturato del 21% su base annua è stato parzialmente compensato da un aumento delle spese di accantonamento. E quell’aumento dell’accantonamento riflette l’aumento delle riserve in questo periodo rispetto a un rilascio di riserva nel quarto trimestre del 2021. Gli addebiti netti sono aumentati a causa degli addebiti sulla carta che Brian ha notato in precedenza. Mentre gli utili dichiarati di questo trimestre sono aumentati del 15% su base annua, il reddito al lordo delle imposte e degli accantonamenti è cresciuto ancora di più del 36% su base annua.

Quindi, ciò evidenzia il miglioramento degli utili senza l’impatto delle azioni di riserva. Il miglioramento dei ricavi riflette il valore più completo della nostra base di deposito, nonché l’approfondimento delle nostre relazioni di deposito. Vorrei notare che la crescita include anche un calo delle spese di servizio di 335 milioni anno su anno poiché i nostri fondi insufficienti e le modifiche alla politica di scoperto erano pienamente effettive entro la fine del secondo trimestre di quest’anno. E come risultato di tali modifiche alle politiche, continuiamo a beneficiare della migliore soddisfazione complessiva del cliente e del corrispondente minore attrito e dei costi inferiori associati a un minor numero di chiamate di reclamo del cliente, ovviamente, a causa di minori commissioni.

L’aumento dell’8% delle spese riflette gli investimenti aziendali per la crescita, comprese le persone e la tecnologia, insieme ai costi relativi alla riapertura dell’attività a piena capacità. E ricorda, gran parte degli aumenti del salario minimo dell’azienda e l’aumento dello stipendio e dei salari del trimestre 2 incidono maggiormente sul settore bancario dei consumatori delle nostre linee di business e, quindi, influiscono sulla maggior parte dei confronti anno su anno. Abbiamo inoltre continuato a investire nei centri finanziari. Nell’anno ne abbiamo aperti 58 e ne abbiamo ristrutturati altri 784.

E contro tutto ciò, sia il digital banking che l’eccellenza operativa ci hanno aiutato a pagare gli investimenti e questo ci ha permesso di migliorare il rapporto di efficienza al 47%, un impressionante miglioramento di 600 punti base rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Prima di allontanarmi dal consumer banking, voglio notare alcune differenze che evidenziano quanto questa attività sia gestita in modo più efficace ed efficiente anche da poco prima della pandemia. È facile perdere di vista quanto bene stia operando questa attività da una posizione già forte nel 2019. E puoi vedere alcune delle statistiche sulla diapositiva 17 nell’appendice.

Advertisement

Possiamo riassumere meglio osservando che abbiamo 318 miliardi in più di depositi; 10% in più di clienti che controllano, di cui il 92% primari; 28% in più di conti di investimento; e in assenza delle cessioni di carte, abbiamo aumentato del 4% il numero dei nuovi conti carta; e i nostri volumi di pagamento sono superiori del 36%. Stiamo servendo quei clienti con 387 centri finanziari in meno grazie alle nostre capacità digitali e ci ha permesso di aver bisogno del 10% in meno di persone per gestire l’attività. La nostra spesa combinata di crediti e debiti è aumentata del 35%. Le vendite digitali sono aumentate del 77%.

E abbiamo inviato e ricevuto tre volte il numero di transazioni Zelle. Tutto ciò ci ha permesso di gestire l’attività con un minor numero di dipendenti e di ridurre il costo dei depositi al di sotto dei 120 punti base. Passando alla diapositiva 20, la gestione patrimoniale ha prodotto ottimi risultati, guadagnando 1,2 miliardi con buoni ricavi e un margine di profitto del 29%. Ciò ha portato a record per l’intero anno sia per i ricavi che per l’utile netto rispettivamente di 21,7 miliardi e 4,7 miliardi.

Questo è stato un risultato particolarmente positivo, visti i rendimenti negativi quasi senza precedenti dei mercati azionari e obbligazionari contemporaneamente quest’anno. La volatilità e i livelli di mercato generalmente più bassi hanno messo sotto pressione alcuni ricavi in ​​questo settore, ancora una volta, nel quarto trimestre. Ma ciò che aiuta a differenziare Merrill e la Private Bank è una solida attività bancaria su larga scala, con 324 miliardi di depositi e 224 miliardi di prestiti. Pertanto, nonostante un calo del 14% delle attività in gestione e delle commissioni di intermediazione anno su anno, abbiamo visto i ricavi mantenersi stabili con il quarto trimestre del ’21.

Il nostro talentuoso gruppo di consulenti patrimoniali, insieme a potenti capacità digitali, ha generato 8.500 nuove famiglie nette a Merrill nel quarto trimestre, mentre la banca privata ha guadagnato ben 550 nuove relazioni nette di alto valore netto nel trimestre. Entrambi sono aumentati notevolmente rispetto alla generazione netta delle famiglie nel 2021. Abbiamo aggiunto 20 miliardi di prestiti in questa attività dal quarto trimestre del 21, con una crescita del 10% e segnando il 51° trimestre consecutivo di crescita media dei prestiti nel settore nonostante le riduzioni dei prestiti basati su titoli legati a l’attuale contesto di mercato. Questa è una prestazione costante e sostenuta da parte dei team.

Advertisement

Le nostre spese sono diminuite dell’1%, guidate da minori incentivi legati alle entrate, parzialmente compensati dagli investimenti nella nostra attività. Passando al settore bancario globale sulla diapositiva 21, puoi vedere che l’azienda ha guadagnato 2,5 miliardi nel quarto trimestre con ricavi record di 6,4 miliardi. Abbastanza notevole dato il calo delle commissioni di investment banking durante quest’anno. Le minori commissioni di investment banking, i maggiori costi del credito e un modesto aumento delle spese sono stati per lo più compensati da maggiori NII e altre commissioni.

Pertanto, nel complesso, i ricavi sono cresciuti del 9%, riflettendo il valore della nostra attività di servizi di transazione globale per i nostri clienti e la nostra crescita dei ricavi associata, mentre le commissioni di investment banking sono diminuite di poco più del 50%. Le commissioni complessive di investment banking della società sono state di 1,1 miliardi nel quarto trimestre, in calo di 1,3 miliardi anno su anno in un mercato ancora difficile. Tuttavia, abbiamo aumentato la nostra classifica delle commissioni complessive per l’intero anno 2022 al n. 3 poiché abbiamo continuato a investire nell’attività.

L’aumento di 612 milioni nelle spese per accantonamenti riflette un modesto accumulo di riserve di 37 milioni nel quarto trimestre, rispetto ai 435 milioni rilasciati nello stesso periodo di un anno fa. E il reddito ante imposte e ante accantonamenti è cresciuto del 13% su base annua. Le spese sono aumentate del 4% su base annua e ciò è stato determinato da investimenti strategici nell’azienda, tra cui assunzioni e tecnologia. Passando ai mercati globali sulla diapositiva 22, e come facciamo di solito, parlerò dei risultati del segmento, escluso DVA.

Puoi vedere che i nostri risultati record del quarto trimestre sono stati un ottimo traguardo per un buon anno. I continui temi dell’inflazione, delle tensioni geopolitiche e delle banche centrali che cambiano le politiche monetarie in tutto il mondo continuano a guidare la volatilità nei mercati obbligazionari e azionari e il riposizionamento da parte dei nostri clienti. Di conseguenza, è stato un altro trimestre a favorire il macro trading, mentre le nostre attività di credit trading sono migliorate. Inoltre, gli spread sono andati meglio rispetto all’anno precedente.

Advertisement

L’utile netto del quarto trimestre di 650 milioni riflette un buon trimestre di ricavi da vendite e negoziazione, parzialmente compensato da minori quote di ricavi da investment banking. E vale la pena notare che questo utile netto esclude 193 milioni di perdite DVA in questo trimestre a causa dei nostri movimenti di spread di credito. L’utile netto dichiarato è stato di 504 milioni. Concentrandosi su anno su anno, le vendite e il commercio hanno contribuito per 3,7 miliardi ai ricavi, che sono migliorati al 27%.

Questo è un nuovo record del quarto trimestre per questo business, superando il precedente del 21%. E con 16,5 miliardi di vendite e scambi per l’anno, ha segnato il migliore in oltre un decennio. FICC è migliorato del 49%, mentre le azioni sono aumentate dell’1% rispetto al trimestre di un anno fa. E il miglioramento di FICC è stato guidato principalmente dalla crescita dei nostri prodotti macro, mentre anche i prodotti di credito sono migliorati da un ambiente più debole del quarto trimestre ’21.

Abbiamo investito continuamente nell’ultimo anno nelle nostre attività macro. Li abbiamo identificati come opportunità per noi. E ancora, siamo stati premiati per questo trimestre. Le spese anno su anno sono aumentate di circa il 10%, trainate principalmente dagli investimenti nel business.

Infine, nella Slide 23, mostriamo tutti gli altri, che registrano una perdita di 689 milioni, e che è in linea con il periodo di un anno fa. Per il trimestre, l’aliquota fiscale effettiva è stata di circa il 10%, beneficiando di crediti d’imposta sugli investimenti ESG e di alcuni vantaggi fiscali discreti. Escludendo questi elementi discreti, la nostra aliquota fiscale sarebbe stata del 12,5%. E aggiustando ulteriormente per i crediti d’imposta, sarebbe stato del 25%.

Advertisement

La nostra aliquota fiscale GAAP per l’intero anno era dell’11% e non ci aspetteremmo che il 2023 fosse molto diverso. Quindi, con questo, ci fermeremo qui e lo apriremo, per favore, per domande e risposte.

Domande e risposte:

Operatore

[Operator instructions] Risponderemo alla nostra prima domanda da Glenn Schorr con Evercore. La tua linea è aperta.

Glenn Schorr — Evercore ISI — Analista

Advertisement

Ciao. Grazie mille. Hai bisogno di un po’ più di aiuto. Hai dato molto, ma ho bisogno di un po’ più di aiuto su NII per il 2023.

Io – ci hai accompagnato al 14.4 sul punto di partenza del trimestre, e le tue parole sono state meno variabilità in NII per il resto del ’23. Quindi, immagino che la mia domanda sia, hai avuto molta crescita del prestito. Abbiamo qualche altro aumento dei tassi, si spera, in arrivo. E capisco il contrario.

Il rovescio della medaglia è la migrazione dei depositi, alcuni deflussi e beta. Ma potresti riempire questi spazi vuoti? Perché penso — non parlerò per tutti. So di esserlo: ci aspettiamo ancora una crescita del NII per l’anno solare. Quindi, forse potresti parlare di alcuni di questi pezzi e forse del deflusso sul sistema bancario globale non fruttifero come una parte importante di esso.

Quindi grazie.

Advertisement

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

Glenn, inizierò con solo, sai, solo a titolo di contesto, ovviamente. Stiamo uscendo da un periodo con afflussi storici per depositi pandemici. E ora, nel quarto trimestre, stiamo iniziando a vedere l’impatto della stretta quantitativa e di una serie di forti aumenti dei tassi. Quindi, questo ovviamente crea qualche incertezza.

Non abbiamo necessariamente un playbook per questo. Dobbiamo solo vedere come si comportano i saldi effettivi e come si sviluppano la rotazione e la tariffa pagata. Quindi, è dinamico, si sta evolvendo e lo gestiamo e lo prevediamo settimanalmente. Quindi, quando ti presentiamo i dati effettivi a pagina 7 e 8 della presentazione degli utili, stiamo cercando di mostrarti cosa stiamo vedendo in tempo reale su saldi e mix.

Quindi, quello che abbiamo detto rispetto a questo trimestre in arrivo è che dobbiamo adeguarci al conteggio dei giorni come faremmo ogni anno. Questo è il tempismo, e lo riprenderemo ovviamente in Q2 e Q3. E poi abbiamo evidenziato l’impatto del NII sui mercati globali. È sempre stato lì.

Advertisement

Negli ultimi due trimestri, sono stati circa 300 milioni. È neutrale rispetto alle entrate per gli azionisti, come sottolineiamo, perché lo trasmettiamo ai clienti e lo catturiamo altrove nelle vendite e nel trading. Ma ovviamente ha un impatto sul NII. Per questo lo mettiamo in evidenza.

Ma per quanto riguarda la previsione, guarda, riteniamo che i modesti cali del saldo siano presenti. Potrebbe continuare. E questa continua rotazione da alcuni dei non fruttiferi a quelli fruttiferi, abbiamo alcune pressioni sui prezzi e sui tassi. Quindi, anche questo è nella parte posteriore della nostra mente.

E l’ultima cosa che direi è che siamo riluttanti ad andare molto oltre. Sai, l’anno scorso abbiamo rifiutato di fornire una guida per l’intero anno. Quest’anno ci sentiamo così, in particolare, perché è solo un ambiente molto più sensibile quando modelliamo quando i tassi di interesse sono del 5% rispetto a quando erano a 50 punti base. Quindi, per tutte queste ragioni.

Ora, dirò questo. Questo è l’ultimo punto. Abbiamo appena ottenuto – penso che dobbiamo rimanere pazienti perché dobbiamo vedere come i tassi, gli equilibri e la rotazione si scuotono. E quando le tariffe tornano a essere più normali e il comportamento dei clienti, e puoi vederlo, si sta comportando forse un po’ più normalmente, allora dovremmo essere in grado di riprendere il nostro percorso verso l’alto nel tempo.

Advertisement

Ma dobbiamo vedere come va a finire. Ed è per questo che non vogliamo andare oltre il Q1 in questa fase.

Glenn Schorr — Evercore ISI — Analista

Abbastanza giusto. Mi sento male per tutti noi. Magari veloce a credito. È bello vedere gli addebiti in calo, visto tutto quello che sta succedendo nel mondo.

Ma puoi parlare del grande – il ritiro sequenziale di $ 1,6 miliardi nei libri criticati dall’ultimo trimestre, cosa lo sta guidando e come ti senti riguardo alle riserve contro questo? Grazie.

Advertisement

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

Sì. Quindi, sai, il motore principale è l’immobiliare commerciale, ed è specificamente in giro – circa 1 miliardo di esso è ufficio. Ovviamente, c’è una quantità significativa di cambiamenti in corso in carica. E quello che abbiamo scelto di fare è che i tassi stanno aumentando qui, lo stiamo spingendo attraverso i modelli.

E, sai, noi solo – con la copertura del servizio del debito che scende, abbiamo superato i declassamenti. Quindi, abbiamo scelto di farlo. La prestazione è ancora OK. Quindi, non ci preoccupiamo delle prestazioni, ma ci stiamo solo assicurando di essere rigorosi sulla modellazione lì.

È ovviamente un portafoglio in cui, penso che tu lo sappia, siamo piuttosto concentrati sulla realizzazione di originazioni in edifici per uffici che vengono generalmente affittati al 55% di LTV all’origine e il 75% di quel libro è un edificio per uffici di Classe A. Quindi, non siamo allarmati lì. Stiamo solo seguendo il nostro processo per garantire un ritorno sicuro sulla copertura del servizio del debito.

Advertisement

Glenn Schorr — Evercore ISI — Analista

Grazie mille. Apprezzalo.

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Ricorda solo che stiamo parlando di ufficio. Si trattava di caratteristiche di sottoscrizione di altissima qualità, tutte di classe A, ecc. E quindi, francamente, abbiamo solo un processo di valutazione conservativo. Ed è ben visto là fuori e ben guardato da molte persone.

Advertisement

Ma ricorda, l’ufficio è compreso tra 14 e 15 miliardi del portafoglio totale, quindi ci sentiamo molto a nostro agio dove sono. E poi, ovviamente, abbiamo costruito riserve contro i portafogli su tutta la linea che sono forti e riflettono, come ho detto prima, sostanzialmente una lieve recessione nel caso base e una peggiore recessione nel caso avverso che aspettiamo al 40%.

Operatore

Andremo accanto a Gerard Cassidy con RBC. La tua linea è aperta.

Gérard Cassidy — RBC Capital Markets — Analista

Advertisement

Grazie. Alastair, sulla riservazione per perdite su prestiti, e Brian hanno appena parlato del fatto che il caso avverso è di circa il 40%, ragazzi, potete condividere con noi quanta parte dell’edificio di riserva è ciò che può essere definito come sovrapposizione di gestione rispetto a ciò che i modelli stanno specificatamente dettando sull’edificio della riserva?

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Non lo divulghiamo, ma potresti presumere che ci sia una discreta quantità. Ci sono tre componenti in questo. Uno è quello che dicono i modelli. Due è fondamentalmente incerto nella precisione e altre cose che sovrapponiamo e quindi un giudizio, e potresti pensare che ci sia una discreta quantità in questo momento con l’incertezza, ma – e quindi noi – il pezzo modello di quello sarebbe una parte.

Gérard Cassidy — RBC Capital Markets — Analista

Advertisement

Molto bene, Brian. E poi, quando guardi il tuo comportamento di deposito del consumatore, i cicli passati, ci sono differenze sostanziali nel modo in cui spostano denaro o non spostano denaro dai loro, sai, conti correnti o conti di risparmio a basso rendimento?

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Sai, penso – quando guardi al consumatore di fascia alta, non proprio. Sai, si spostano su – quando il tasso nel mercato produce fondi del mercato monetario, li spostiamo su di esso. Ed è parte di ciò che facciamo. In quella specie di cassa da investimento, come la chiamiamo noi, si muove, i conti correnti non si muovono.

La differenza, francamente, è che, sai, ci sono molti stimoli che si aggiungono al potere di guadagno del consumatore. Quindi, non l’abbiamo mai avuto, sai, nella storia. Ma – e quindi quella quantità di stimolo, la domanda è: lo spenderanno o continueranno ad accumularlo? E lo hanno speso molto modestamente attraverso, sai, una specie di famiglie con reddito medio o giù di lì e il business generale dei consumatori. Sai, per farti un esempio, la coorte che, sai, era da $ 2.000 a $ 5.000 in saldi medi prima della pandemia a 3.400, sono ancora seduti a 12.800, ma hanno raggiunto il picco all’inizio del ’22 a 13.400.

Advertisement

Quindi, stanno andando alla deriva. Ma sono ancora multipli. La grande domanda era: finiranno per spenderli? Se sono impiegati, probabilmente no. Ma se lo sono — se il tasso di disoccupazione cambia nei nostri modelli, assumendo che il tasso di disoccupazione cambi.

Quindi, sai, penso che ora siamo a 6 punti base nel tasso di consumo totale pagato, la struttura dei tassi è molto alta. Sai, il – e siamo 11 punti base che era dove siamo arrivati. Abbiamo volumi di CD molto bassi e le cose hanno una discreta quantità di mercati monetari, ma la maggior parte sta controllando. Ecco perché ti abbiamo mostrato il differenziale sul controllo.

Quindi, è diverso? Sì, probabilmente nel business dei consumatori di massa solo perché sono seduti su più soldi e possono usare quei soldi, sai, in certi scenari, ma, sai, il resto dei comportamenti è in gran parte lo stesso, anche nel business aziendale dove le persone, sai, possono avere meno saldi e il tasso di credito effettivo genera un numero maggiore per coprire le loro commissioni, quindi tendono a tirare fuori i saldi.

Gérard Cassidy — RBC Capital Markets — Analista

Advertisement

Solo velocemente, Brian, proprio quando guardi l’elevato patrimonio netto nelle aziende, fai – si è spostato, sai, dallo 0% al 3% dei fondi Fed, per esempio, contro il 3% a dove siamo oggi al 4,5% , è stata completata la maggior parte di quella in cui le persone che avrebbero trasferito il denaro lo hanno già spostato in queste due categorie?

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Sì, beh, voglio dire, non posso dirlo con certezza, ma avete visto — questo è quello che vi abbiamo mostrato nelle pagine in cui mostriamo la stabilità — che i saldi dei conti sono relativamente stabili nella gestione patrimoniale nel quarto trimestre , sai, 300 miliardi dispari e 300 miliardi dispari. Fondamentalmente, sono piatti se guardi nelle ultime settimane. Quindi, sai, c’è sempre un po ‘di migrazione, sai, verso il deposito preferito, che è un mercato per una sorta di conto del mercato monetario ad alto rendimento. Ma il grande cambiamento è stato, sai, francamente, nel secondo trimestre del ’22, quando penso che abbiamo avuto, sai, 50 miliardi di pagamenti di tasse, che erano molto più alti rispetto agli anni passati a causa di… – se pensi alla dinamica del ’21 nelle plusvalenze ea quelle cose che sono passate.

Quindi, quello che stiamo vedendo è, sai, nelle ultime quattro o cinque settimane, stiamo vedendo relativamente stabile nei saldi dei depositi, Quarter-end 3, Quarter-end 4 sostanzialmente piatto. Un po’ di movimento tra le categorie. Ma in quell’attività, francamente, un posto abbastanza stabile in questo momento. E quindi, penso che questa sia la risposta lunga.

Advertisement

[Inaudible] risposta breve, se spostano i soldi, li hanno già spostati.

Gérard Cassidy — RBC Capital Markets — Analista

Brian, grazie mille.

Operatore

Advertisement

Risponderemo alla nostra prossima domanda da Mike Mayo con Wells Fargo. Per favore prosegui.

Mike Mayo — Wells Fargo Securities — Analista

Ciao. Immagino, Alastair, immagino che nessuna buona azione rimanga impunita. Voglio dire, NII è cresciuto del 21% per l’anno 2022. È cresciuto del 7% nel trimestre collegato nel quarto trimestre, con un aumento di $ 900 milioni.

Ma sei settimane dopo aver fornito una guida lo scorso trimestre, hai abbassato quella guida di 300 milioni, e ha solo sollevato alcune domande sulla qualità della tua modellazione o se avevi le braccia completamente attorno alla gestione delle passività patrimoniali. Quindi, cosa è successo d per farti cambiare quella guida, anche se nel contesto è ancora una delle migliori crescite NII che avete visto in molti anni?

Advertisement

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

Sì. Quindi, Mike, se torno a sei mesi fa, i guadagni del secondo trimestre, quello che abbiamo detto all’epoca era che pensavamo nel corso dei prossimi sei mesi, il NII potrebbe aumentare di 1,8 – 1,85 miliardi. In realtà, è salito di 2,25. Quindi, questi sono i reali.

Ricorda, stiamo facendo previsioni nel miglior modo possibile in qualsiasi momento. Su 2.25. Il terzo trimestre è stato più favorevole di quanto pensassimo, e il quarto trimestre è stato meno favorevole. E il quarto trimestre è stato meno favorevole in gran parte perché i saldi si sono comportati in modo leggermente diverso e il tasso pagato si è comportato in modo leggermente diverso e il mix o la rotazione, se preferisci, si sono comportati in modo leggermente diverso.

E ha senso perché Q4 è il punto in cui QT è entrato in gioco. Quindi, guarda, non abbiamo molti precedenti. Ovviamente è un periodo storico. È difficile prevedere un trimestre dopo l’altro.

Advertisement

Ed è – i nostri modelli sono solo molto più sensibili in questo momento. Quindi, sai, penso che proveremo a condividere con te ciò che sappiamo quando lo sappiamo, ma a questo punto è solo un ambiente più difficile da prevedere guardando avanti.

Mike Mayo — Wells Fargo Securities — Analista

È come la prima metà della tua partita di golf, hai giocato bene, dopo avresti dovuto fermarti, immagino. Ma, sai, immagino che mentre guardiamo – quindi in altre parole, quei $ 400 milioni in più che hai ottenuto, stai restituendo qui dal quarto – il primo trimestre. Quindi, 14,4 miliardi di NII guida, se lo annualizzi, sarebbe ancora una crescita del 9% NII nel 2023. È un buon punto di partenza? Ci può dare, insomma, non grande fiducia, ma un po’ di fiducia visto che i depositi si sono stabilizzati, il conteggio dei giorni, le carte sono stagionalmente più basse? Quindi, ancora una volta, lo analizzi, questa è una crescita del NII del 9%.

E poi, sai, Brian, ancora in spesa, qualche cambiamento lì? Lo manterrai a una crescita dell’1,5%?

Advertisement

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Quindi, per prima cosa, Mike, se c’era qualcosa che avrei ripreso prima alla prima domanda, tu hai risposto, andando al punto. Sai, avremo una crescita in NII anno dopo anno nell’intervallo di cui hai parlato se prendi il 14.4. Come ha detto Alastair, ci aspettiamo che sia una specie di minore variabilità e la annualizzi e la confronti con il ’22 del 9%, come hai detto tu. Quindi, hai esattamente ragione.

Quindi, questa è una buona crescita. E penso che vedrai mentre ti muovi in ​​questo anno ’23, lascia da parte lo scenario economico in corso, ma vedrai che ti sposterai da dove siamo oggi, che è incerto su dove si stabiliranno finalmente gli equilibri e il plateau di quei saldi a cui si torna alla crescita normalizzata e alla crescita dei prestiti normalizzata, ecc. Quindi, hai capito bene. Ci sarà, sai, una buona crescita del NII anno dopo anno.

Sulle spese, sai, se guardi le stime dei tuoi ragazzi per 62,5, che è quello che abbiamo detto prima — nel quarto trimestre, sai, ci sentiamo a nostro agio, questa è la media degli analisti di Street sono, sai, e quello – ma ci vuole molta buona gestione per arrivarci. E, sai, continueremo a lavorarci. Lascia che l’organico si riduca e continui a investire in cose che forniscono efficienza. Quindi, hai capito.

Advertisement

E la chiave di ciò sono i sei quarti di leva operativa e l’idea di continuare così.

Mike Mayo — Wells Fargo Securities — Analista

E poi l’ultima parte del reddito — o l’EPS è semplicemente il tuo capitale in eccesso, che hai evidenziato. Sembra che tu sia ben al di sopra del tuo rapporto CET1. Quindi, cosa significa questo per il ritmo dei riacquisti e il tuo desiderio di riacquistare azioni a questo prezzo?

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Advertisement

Quindi, abbiamo sempre detto che, sai, il primo desiderio è sempre quello di supportare la crescita aziendale. Ed è quello che abbiamo fatto. Quindi – siamo ben al di sopra dei nostri minimi. Siamo sulla buona strada per chiudere il requisito per il prossimo anno.

E così, sai, abbiamo riacquistato una parte delle azioni questo trimestre. Ti aspetteresti che inizi ad aumentare neutralizzando le emissioni dei dipendenti e poi andando oltre ogni trimestre ora perché noi, sai, 11, 20 – 11,2 qualcosa, eravamo vicini all’obiettivo 11,4. Quindi, siamo di nuovo in gioco.

Mike Mayo — Wells Fargo Securities — Analista

Va bene. Grazie.

Advertisement

Operatore

La nostra prossima domanda viene da John McDonald con Autonomous Research. La tua linea è aperta.

Giovanni McDonald — Ricerca autonoma — Analista

Buon giorno. Alastair, so che ti stiamo chiedendo di prevedere molte cose qui. Pensando solo al credito e al ritmo della normalizzazione, hai idea di dove potrebbero iniziare gli addebiti all’inizio dell’anno e che tipo di ritmo di normalizzazione? Se guardiamo al rapporto di addebito che è leggermente aumentato in questo trimestre, come potrebbe essere per il 2023?

Advertisement

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

Sì. Quindi, non guarderemo troppo lontano nel futuro, John. Ma se guardi i nostri 90 giorni scaduti nei dati della carta di credito che ti mostriamo ogni trimestre, questo tende a darti un indicatore anticipatore piuttosto buono di ciò che accadrà nel prossimo trimestre. Quindi, puoi vedere che i 90 giorni scaduti sono aumentati solo un po ‘, i 30 giorni scaduti sono aumentati solo un po’.

Siamo ancora ben al di sotto di dove eravamo prima della pandemia, ma questo ti direbbe dal lato del consumatore, sembra che stia andando alla deriva solo un po’ più in alto. Quindi, questo è il numero uno. Numero due, rispetto alla pubblicità, questo trimestre è stato un po’ insolito. Avevamo tre offerte che alla fine abbiamo dovuto addebitare.

Non correlato in alcun modo. Sono in attività completamente diverse. E sono rimasti in giro per un po’, ma era — due di loro sono completamente riservati. Quindi, non è stata una sorpresa.

Advertisement

Ma penso, sai, perché la roba commerciale era così vicina allo zero, sembra immediatamente, sai, un pop in un dato numero. Questo è uno dei motivi per cui abbiamo mostrato quei grafici di come sono stati gli addebiti nel tempo nei materiali sugli utili. Ma il portafoglio commerciale continua a sembrare molto forte.

Giovanni McDonald — Ricerca autonoma — Analista

OK. E ne hai parlato un po ‘nei commenti di Brian, ma solo sulla crescita dei prestiti, a cosa state pensando per quest’anno e qual è la prospettiva di dove avete chiuso un po’ i rubinetti nel terzo trimestre mentre gestivate RWA? In un certo senso hai detto che si stavano aprendo nel quarto, ma non l’abbiamo visto davvero tradursi in una robusta crescita dei prestiti. Solo una specie di quella dinamica tra ciò che stai cercando di fare e ciò che stai vedendo su richiesta per le prospettive di crescita del prestito. Grazie.

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

Advertisement

Sì. Quindi, abbiamo detto che siamo aperti agli affari nel quarto trimestre, e questo rimane il caso. Brian ha coperto il punto capitale. Abbiamo dovuto fare quello che dovevamo fare nel terzo trimestre.

Ce l’abbiamo fatta. Abbiamo aggiunto 75 punti base di capitale negli ultimi due trimestri. Ci mette in un posto fantastico. Quindi, principalmente, quello che stai vedendo nel quarto trimestre è solo un ambiente più lento per la crescita dei prestiti.

Un anno fa, sai, stavamo parlando del fatto che avevamo previsto che la crescita dei prestiti potesse essere alta a una cifra, e siamo cresciuti di 10. Quest’anno, pensiamo che sarà, sai, una cifra a metà, sta andando essere più lento. E sarà guidato dalla pubblicità, sarà guidato dalla carta. Ma cose come il prestito basato su titoli, ora è solo più tranquillo.

Abbiamo dei saldi in corso di pagamento laggiù. Il mutuo è più tranquillo quest’anno. E poi nel nostro caso base, sai, guardi il consenso economico delle blue chip, puoi vedere che la previsione è per la recessione. Quindi, sospetto che quest’anno sarà un anno di crescita del prestito più tranquillo.

Advertisement

Ma siamo aperti agli affari per supportare i nostri clienti.

Giovanni McDonald — Ricerca autonoma — Analista

OK. È utile. Grazie.

Operatore

Advertisement

Andremo accanto a Erika Najarian con UBS. Per favore prosegui.

Erika Najarian — UBS — Analista

Sì, ciao. Buon giorno. Ho solo una domanda di chiarimento composta. Il primo è, Brian, in risposta alla domanda di Mike su NII, hai benedetto 57,6 miliardi di NII per il ’23, giusto? Stava dicendo una crescita di 14,4 volte quattro, 9% NII.

Sembra che tu ci stia andando. Volevo solo confermarlo. Penso che ci sia un po ‘di confusione dato che eri – voi ragazzi stavate dicendo che non volete andare oltre il primo trimestre. E anche la seconda domanda è per te, Brian.

Advertisement

Penso che tu abbia fatto un lavoro incredibile nel trasformare l’azienda. E penso che l’unica cosa che rimane è che la base di investitori ti considera ancora principalmente una banca in cui investire quando i tassi salgono, giusto? E chiaramente, c’è molta incertezza sulle prospettive NII, ma potresti darci, sai, cosa dovremmo essere, sai, potenzialmente entusiasti di ciò che puoi controllare per quanto riguarda la traiettoria delle entrate da qui? E inoltre, hai speso così tanto tempo sui depositi, sono solo un po’ confuso sul messaggio in termini di, sai, deposito rifiutato da qui, perché hai presentato questo caso che hai questa base di deposito molto resiliente, e sembra che sia già successo molto logoramento. Quella sensazione – scusa, in realtà erano tre domande in una, mi scuso, ma è così.

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Penso — metterò tutte queste domande insieme in una risposta. Se vai alla pagina che è nel rapporto in cui in un certo senso diciamo guarda la differenza tra il business dei consumatori nel ’19 e ora. Ed è qualcosa di cui essere entusiasti perché durante un periodo di tempo in cui, sai, stavamo chiudendo completamente le filiali, come 2.000, riaperte. Siamo infatti scesi da 4.300 filiali a 3.900 filiali.

Abbiamo riempito molte nuove città. Facciamo questo lavoro. Abbiamo il 10% in più di conti correnti. La preferenza del cliente è ai massimi storici.

Advertisement

La nostra piccola impresa parte di quell’attività è la più grande del paese e in crescita. E, sai, lo guardi e questo fornisce un’ottima ancora che fornisce un’ottima base di deposito stabile che ti abbiamo mostrato nella diapositiva in cui abbiamo mostrato quella base e fornisce anche molti, sai, depositi a basso costo e come aumentare il tasso e materializzarlo. E poi se pensi a cosa è successo lo scorso ciclo per un anno in cui i tassi non sono aumentati, continuiamo a far crescere i depositi nel settore dei consumatori a metà delle cifre singole, che è solo una leva infinita. E quindi, questo è qualcosa di cui essere entusiasti non solo dal lato del cliente in cui siamo digitalizzati e, sai, hai Zelle, l’utilizzo sta aumentando.

L’utilizzo di Erica sta aumentando. Erica significa la nostra Erica, non tu, Erika. Ma i saldi negli investimenti dei consumatori aprono il 7% in più di conti in un anno in cui il mondo degli investimenti è instabile. E poi lo abbini al business della gestione patrimoniale, stessa cosa.

Uno dei più grandi franchising di deposito nel paese, il più grande, sai – tre virgola qualcosa di trilioni – alto $ 3 trilioni di attività; la crescita delle famiglie nette al ritmo più veloce è cresciuto da molto, molto tempo, forse storia; consiglieri in crescita. Sono cose per entusiasmarsi. Questo è il motore di crescita organica dell’azienda. Devi metterlo sullo sfondo di un plateau di NII, che è fondamentalmente ciò che ha detto Alastair, una specie di pensare a una minore variabilità attorno al numero di partenza 14.4, che potrebbe annualizzare e fare matematica.

E così, ha fatto i conti e ce l’ha fatta. Ma questo ci fornisce una buona base su cui andare avanti. E così, devi davvero superare l’incertezza economica, e poi tutte queste cose inizieranno a sopportare. Nel frattempo, l’attività di trading, in cui abbiamo investito un paio di anni fa, è al suo miglior quarto trimestre di sempre.

Advertisement

E Jimmy e la squadra stavano andando bene. E così, io – sai, ci sentiamo bene con il franchising generale, più clienti, più con ogni cliente. E poi ciò fornisce una grande base stabile, che man mano che il tasso aumenta rallenta, l’impatto marginale di esso rallenterà finché non vedremo il bene Crescita del prestito principale e dei depositi, che avete visto dopo il tasso — l’ultimo aumento del tasso si è fermato e ha prodotto, sapete, i 20 trimestri di leva operativa e cose del genere. Quindi, è abbastanza bello essere entusiasti.

La più grande banca che sta crescendo il suo franchising e l’unica solida economia in crescita al mondo a un ritmo più veloce di chiunque altro è piuttosto interessante.

Erika Najarian — UBS — Analista

Giusto per chiarire, Brian, hai menzionato, sai, il plateau di NII, e quindi si spera che tutti gli investimenti nel business guidino la crescita da lì. È ancora possibile se, sai, abbiamo, sai, continui tagli dei tassi fino al 2024?

Advertisement

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Sai, lo scenario di tagli e aumenti dei tassi, sai, fondamentalmente siamo blue chip, quindi non ne sono sicuro. Sai, dipende da cosa lo sta causando. Sai, se si tratta di una normalizzazione della curva dei tassi a – di, sai, diciamo, 3% sul front-end e 4,5 sul back-end o qualcosa del genere. Sai, è diverso da quello che hai visto quando hanno dovuto tagliare i tassi per la pandemia o dopo la crisi finanziaria e sono rimasti lì per anni per far ripartire il motore dell’economia degli Stati Uniti.

Ciò che è diverso questa volta, francamente, e questo è ciò di cui stiamo parlando i dati sui consumatori sono anche con un forte aumento dei tassi di interesse, sai, un mercato del lavoro meno teso e, sai, l’inflazione e ciò che viene detto alle persone di preoccuparsi circa, in realtà stai vedendo la spesa dei consumatori coerente con, sai, un buon, sai, un ambiente di crescita del 2%, un ambiente a bassa inflazione, il che è positivo perché un consumatore è, sai, adeguatamente conservatore in questo momento.

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

Advertisement

Erika, l’altra cosa che direi è che pensi al motivo per cui dobbiamo rallentare in alcune delle nostre attività a pagamento in questo momento. È perché i tassi sono aumentati così rapidamente. E questo ha creato molta volatilità. Ed è stato creato – sai, l’attività di gestione patrimoniale ha avuto una grande svendita di obbligazioni e azioni.

Quindi, ora siamo in bilico su una base inferiore dove possiamo crescere da qui. Stessa cosa se guardi al nostro reddito netto. Abbiamo davvero superato un calo piuttosto storico delle commissioni di investment banking. Quindi, abbiamo un insieme diversificato di attività, mentre alcuni ritorni di normalità, possiamo vedere anche una ripresa in quelle linee di commissioni.

Erika Najarian — UBS — Analista

Grazie mille.

Advertisement

Operatore

Andremo accanto a Ken Usdin con Jefferies. La tua linea è aperta.

Ken Usdin — Jefferies — Analista

Grazie. Buon giorno. Volevo seguirti, Alastair. Hai avuto circa $ 800 milioni di interessi attivi incrementali dal portafoglio titoli.

Advertisement

E mi chiedo solo se puoi aiutarci a capire quanto di ciò è stato attribuito a quel continuo vantaggio dal portafoglio di swap. E poi, sai, come ti aspetteresti che ciò influisca sulle tue prospettive per il 14,4 nella guida del primo trimestre? Grazie.

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

Sì. Quindi, la maggior parte dell’aumento del portafoglio titoli, non stiamo davvero reinvestindo lì a questo punto poiché il portafoglio titoli è in qualche modo in calo. Stiamo usando il denaro che sta buttando via per metterlo in prestiti. Quello è sempre il nostro primo posto preferito.

Quindi, stai raccogliendo la cosa giusta. Sono principalmente i tesori che sono lì dentro. Sono scambiati per galleggiare. In questo modo, non abbiamo alcun impatto sul capitale dall’aumento dei tassi.

Advertisement

E così, vedrai che il rendimento dei titoli continua a salire, numero uno, in base allo scambio di titoli del tesoro in fluttuante man mano che i tassi fluttuanti aumentano; e numero due, man mano che i titoli scadono, ce ne saranno sempre meno a tassi inferiori. E così, vedrai il ritiro nel tempo.

Ken Usdin — Jefferies — Analista

E proprio come follow-up, qual è il nostro miglior tasso di riferimento per osservare quella traiettoria, sai, come possiamo capire quell’aiutante da quel portafoglio di swap?

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

Advertisement

Normalmente, è SOFR, tasso di finanziamento notturno garantito.

Ken Usdin — Jefferies — Analista

Ok fantastico. Secondo rapido solo sulla maiuscola. Hai avuto un aumento di 20 punti base nel tuo CET1. Hai fatto circa 1 miliardo del riacquisto.

Mi chiedevo solo come stai pensando al rendimento del capitale con il pacchetto di regole del bar ancora davanti a noi in futuro. Grazie.

Advertisement

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

Beh, penso, sai, Brian ha detto le cose giuste. La strategia non è cambiata. Dobbiamo, numero uno, supportare i nostri clienti. In secondo luogo, investiremo nella nostra crescita.

Quindi pianifichiamo solo di sostenere e far crescere il nostro dividendo. E nel tempo, bilanceremo la costruzione del capitale e il riacquisto di azioni. Penso che la parte difficile con la partita finale di Basilea III in questo momento sia che non abbiamo le regole. Quindi, dobbiamo aspettare, credo, finché non li vedremo.

Attraverseranno un periodo di commento. A quel punto, offriremo molte più prospettive. Ma, sai, dirò l’ovvio, le banche hanno un capitale in abbondanza. Ci è stato chiesto di prendere 90 punti base in più a giugno.

Advertisement

C’è già molta prociclicità in cose come lo stress test e lo stress capital buffer e nel CECL. E penso, guarda, abbiamo dimostrato la nostra capacità di eseguire e costruire capitale, in questo caso, 75 punti base in due trimestri. Quindi, ci occuperemo di qualunque siano le regole definitive.

Ken Usdin — Jefferies — Analista

Grande. Grazie Alastair.

Operatore

Advertisement

La nostra prossima domanda viene da Matt O’Connor di Deutsche Bank. La tua linea è aperta.

Matt O’Connor — Deutsche Bank — Analista

Buon giorno. Ragazzi, avete pensato a come proteggervi meglio da tassi potenzialmente più bassi e non solo da un piccolo calo, ma se otteniamo qualcosa di insolito e i tassi scendono molto? So che è più facile farlo per alcune delle banche più piccole. Ma, sai, abbiamo visto alcune banche regionali essenzialmente bloccarsi in un corridoio del NIM in modo che, sai, a medio termine, si tratta più di far crescere il bilancio rispetto al tasso che si muove su e giù. E, sai, chiaramente, con i loro tassi di deposito bassi, se otteniamo tagli della Fed, non sono solo una leva sufficiente per abbassare quei tassi.

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

Advertisement

Sì. Quindi, non so se ci abbiamo pensato in termini di circa un quarto di NIM, ma pensiamo sicuramente a bilanciare guadagni, capitale e liquidità durante il ciclo. Quindi, non ci vedo apportare modifiche significative al nostro nucleo. Stiamo cercando di assicurarci di operare e consegnare in tutti gli ambienti tariffari.

Può essere alto o, due anni fa, può essere un ambiente a tasso zero. Quindi, i cambiamenti in cui – puoi vedere i nostri cambiamenti al margine. Puoi vedere che stiamo ritirando titoli e sostituendoli con prestiti. E puoi vedere tutto riaccendere più in alto.

Quindi, abbiamo un bilancio più piccolo ed efficiente. Noi, a margine, potremmo prendere in considerazione la possibilità di fissare alcuni tassi qui, a seconda di come si sviluppano le cose nel trimestre. Ma è – sai, abbiamo avuto una bella, direi, una buona strategia che ci ha permesso di guidare i rendimenti degli interessi netti. Puoi vederli a pagina 16.

Sono aumentati del 46% nel corso dell’ultimo anno. E guida la NII. È un aumento di 3,3 miliardi anno su anno. Quindi, sai, ci sentiamo come se avessimo raggiunto quell’equilibrio.

Advertisement

Questo è ciò che significa per noi una crescita responsabile. E al margine, probabilmente manterremo ancora un po’ di sensibilità agli asset.

Matt O’Connor — Deutsche Bank — Analista

OK. Grazie. Questo è tutto per me.

Operatore

Advertisement

Prenderemo la nostra prossima domanda da Betsy Graseck con Morgan Stanley. La tua linea è aperta.

Betsy Graseck — Morgan Stanley — Analista

Ciao. Buon giorno. Riesci a sentirmi?

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Advertisement

Sì possiamo.

Betsy Graseck — Morgan Stanley — Analista

Oh, va bene, fantastico. Due domande. Uno, solo un po’ più di colore sulle prospettive di crescita del prestito. Ti ho sentito che ti aspettavi che la crescita dei prestiti rallenterà nel corso dell’anno.

E volevo solo capire, sai, è che di più, sai, richiedi solo il rallentamento degli effetti di base, o c’è anche qualcosa da te sulla decisione proattiva del credito poiché la normalizzazione, sai, arriva attraverso il resto di l’anno?

Advertisement

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Ci sono un paio di cose. Se guardi nel quarto trimestre, potresti vedere le carte salire, che, sai, stagionalmente, scenderanno, e questa è una delle cose che le persone tendono a pagare. L’utilizzo di quelle carte, francamente, è ancora a bassi livelli di retribuzione. L’altro modo di pensarci è ancora negli anni ’30.

Quindi, questa è una cosa che è stata abbastanza coerente durante la pandemia, i clienti stanno pagando i saldi delle carte. E prevediamo, a un certo punto, che torneranno a un tasso di pagamento più normalizzato a metà degli anni ’20. Il secondo è che anche l’utilizzo della linea, francamente, è diminuito. Non è mai tornato al punto in cui era prima della pandemia, è salito ed è sceso di circa 100 punti base, che, su molte linee, è una discreta quantità di prestiti.

Quindi, quello che hai visto. E quindi, sai, il modo in cui le aziende gestiscono, sai, il loro ciclo di prestiti, liquidità e domanda, sai, sembra appiattirsi un po ‘. Sai, quindi ovviamente, le acquisizioni e le cose stanno rallentando. Non c’era molta attività lì.

Advertisement

Quindi, penso che se lo metti insieme, allora hai, in un’attività basata su titoli, i clienti, sai, hanno ridotto la leva finanziaria, pagato una discreta quantità di prestiti nell’attività di gestione patrimoniale, anche se sono cresciuti, Penso, per circa 50 trimestri di fila ora o qualcosa del genere nei saldi dei prestiti. Succede e basta. I mutui, ovviamente, sono bassi. Quindi, ma quello che pensiamo è che mentre l’ambiente dei tassi si assesta, vedrai che si normalizzerà e che otterrà – torneremo a metà delle cifre singole.

Semplicemente non avremo, sai, una crescita del prestito del 10% anno dopo anno perché è più veloce nell’economia e più veloce che facciamo. Non abbiamo modificato gli standard di sottoscrizione del credito. Voglio dire, puoi vederlo nella coerenza degli standard di origine nelle pagine dell’appendice in cui abbiamo mostrato una specie delle nostre auto, equità domestica e cose del genere. È solo che il lato della domanda è un po’ più morbido perché le persone leggono gli stessi titoli che stiamo leggendo tutti, su una recessione in arrivo e cosa dovrebbe – e dovrebbero stare attenti.

Betsy Graseck — Morgan Stanley — Analista

Ok capito. E poi dal punto di vista delle spese, so che abbiamo parlato molto del NII e, sai, delle cose da fare durante l’anno che stai cercando. Che dire [Audio gap] capacità sulla linea di spesa di gestire qualsiasi risultato peggiore del previsto sul NII? Che tipo di leve pensi di dover tirare lì, Brian?

Advertisement

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Bene, abbiamo sempre – sai, la roba della retribuzione variabile scenderà perché supponendo che il motivo per cui i tassi stanno andando – essere tagliati è perché l’attività economica è peggiore di quanto pensasse la gente. E poi hai i movimenti generali di efficienza nella casa che siamo – siamo stati abbastanza bravi. E poi devi ricordare, abbiamo cercato di convincere le persone a passare dalla spesa nominale alla leva operativa. E così, abbiamo sei quarti di leva operativa.

Man mano che la crescita del NII rallenta, dobbiamo gestire l’azienda, produrre leva operativa. E così, ci aspetteremmo che le commissioni possano stabilizzarsi e, sai, assorbire il downdraft da miliardi di dollari e le commissioni trimestrali di investment banking e iniziare a salire da lì e altri tipi di cose. Quindi, penso che ci sentiamo molto bene riguardo alla capacità di trovare modi per gestire le spese. Avere sempre.

Noi, sai, abbiamo rallentato le assunzioni quando siamo entrati nel quarto trimestre, no t perché, sai, stiamo provando a – perché francamente, abbiamo assunto – abbiamo ottenuto la nostra assunzione per corrispondere alle grandi dimissioni all’inizio dell’anno, ed è stato un po ‘esagerato. Quindi, l’abbiamo rallentato. E questo ci ha permesso di tornare in linea e iniziare a riportare l’organico al punto in cui volevamo essere. Ma quelle sono, francamente, posizioni che sono relativamente – hanno un tasso di movimento relativamente alto e solo a causa della natura del lavoro.

Advertisement

Quindi, ci sentiamo bene tra la remunerazione molto elevata, tra il continuare a ridurre l’organico per l’efficienza e, francamente, solo i livelli di attività. In uno scenario negativo, saremo in grado di ridurre le spese. Ma, sai, nel frattempo, stiamo provando: investiremo 3,7 miliardi di dollari nello sviluppo tecnologico nel ’23 contro 3,4 nel ’22. Continuiamo ad aggiungere banchieri.

Abbiamo aggiunto 800 consulenti di gestione patrimoniale nella seconda metà dello scorso anno. Siamo – il nostro programma di formazione per coloro che, sai, la gestione patrimoniale – tutte le nostre attività di gestione patrimoniale e altri programmi di formazione. Continuiamo ad assumere persone giovani e di talento. Quindi, stiamo cercando di mantenere quell’equilibrio continuando a investire nella crescita.

Apertura in nuove città. Sai, stiamo facendo una media – sai, questi rami che stiamo aprendo hanno un enorme successo se guardi alle loro dimensioni rispetto alla pratica di apertura di qualcun altro. E quindi, perché dovresti fermarlo? Eppure, il numero totale di filiali diminuisce perché stiamo gestendo le spese. Quindi, stiamo pagando per questa roba mentre procediamo.

Ma – e quindi potresti rallentarne un po ‘e trarne vantaggio. Ma la domanda sarebbe, visto che siamo in quello scenario, è la decisione giusta per la creazione di valore a lungo termine?

Advertisement

Betsy Graseck — Morgan Stanley — Analista

Grazie.

Operatore

Andremo accanto a Vivek Juneja con JP Morgan. La tua linea è aperta.

Advertisement

Vivek Juneja — JPMorgan Chase and Company — Analista

Grazie. Un paio di chiarimenti sulla stessa domanda NII. Voglio solo capire, nella tua ipotesi sul – rimanendo a 14,4 miliardi durante l’anno su base trimestrale, presumi che i depositi continuino a crescere o diminuire, numero uno? Prevedi un’ulteriore rotazione da infruttifero a infruttifero? E si aspetta il numero di 14,4 miliardi anche se ci saranno tagli dei tassi verso la fine dell’anno? Quel numero è fattibile anche con quello – cosa stai assumendo? È anche con i tagli dei tassi?

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

Quindi, Vivek, abbiamo appena detto di meno – sai, ci sarà meno variabilità attorno a quel numero a causa del fatto che le cose del mercato sono andate a zero. Ciò non ha alcun impatto su ciò che hai visto negli ultimi trimestri avere un impatto. Quindi, meno variabilità. Tutte le cose che hai citato sono le ragioni per cui tendiamo a dire che devi stare attento a dire cosa succederà nel quarto trimestre del ’23 con grande chiarezza.

Advertisement

Quello che abbiamo detto è che se a questo livello con meno variabilità, quest’anno avrai una buona crescita rispetto al prossimo anno. Ma penso che tutto ciò che fai notare, che si tratti di tassi che salgono più velocemente di quanto la gente pensi perché l’inflazione non crescerà o scenderà perché la gente pensa di aver fatto un buon lavoro e vuole sostenere l’economia, sai , basiamo la nostra modellazione sulle ipotesi economiche blue chip là fuori e poi esaminiamo i nostri saldi e cose del genere. E quindi, sì, penso che sia la riluttanza. Quindi, io – tutti i tuoi punti sono ottimi punti e sono tutti i motivi per cui siamo riluttanti a dire che posso dirti ai tre decimali cosa sarà di tre quarti perché può muoversi su di te.

E al punto precedente di Mike, siamo cresciuti di 1,2 miliardi e 900 milioni nel trimestre collegato e in qualche modo la gente pensava che non fosse abbastanza buono perché, sai, c’è la matematica che avrebbe potuto – ti avrebbe reso diverso. Quindi, resta sintonizzato. Ti diremo quello che sappiamo quando lo sapremo. E – ma è una buona crescita organica dei clienti.

Sai, un milione di nuovi conti correnti netti, a partire da 5.000 saldi, crescita nella gestione patrimoniale e depositi di prestiti. Queste sono cose che rimangono con te e vanno bene indipendentemente dallo scenario.

Vivek Juneja — JPMorgan Chase and Company — Analista

Advertisement

Un’altra — una domanda leggermente diversa. Hai dato quella coorte di deposito da 2.000 a 5.000, Brian, in termini di dove si trovano nei saldi dei depositi. In passato, hai anche fornito la coorte al di sotto di quella, come una coorte di tipo $ 1.000. Dove… come va? Puoi dare dei numeri in merito?

Brian Moynihan — Amministratore delegato

È simile. È – stanno tutti scendendo leggermente, quel saldo medio, lo stesso gruppo di clienti eliminato. Direi – quindi è nello stesso tipo di – dimensioni diverse, ma è la stessa cosa. È… non ce l’ho davanti a me, ma te lo farò portare da Lee.

Ma io no, ma si sta leggermente abbassando. La parte interessante di quel tipo, Vivek, onestamente, è nei saldi medi più alti, in realtà li hai visti scendere rispetto a prima della pandemia, il che significa che li hai visti riposizionarsi sul mercato. Quindi, andando alla domanda precedente, potremmo aver visto che molto di ciò è già avvenuto. Ma penso che sia leggermente in calo mese – trimestre su trimestre in quella coorte.

Advertisement

Vivek Juneja — JPMorgan Chase and Company — Analista

Grazie.

Operatore

Non hai altre domande in coda in questo momento. Vorrei restituire il programma a Brian Moynihan per qualsiasi osservazione aggiuntiva o conclusiva.

Advertisement

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Ringrazio tutti voi. Buon trimestre per finire il 2022 e grazie ai nostri compagni di squadra per averlo prodotto. Continuiamo a far crescere i nostri guadagni anno dopo anno. Abbiamo una buona crescita organica e leva operativa per il sesto trimestre consecutivo.

Quelli continueranno fino al 2023. La qualità degli asset nell’azienda continua a rimanere ai minimi storici rispetto a qualsiasi periodo di tempo normalizzato nella storia dell’azienda, inclusa la forte performance creditizia che abbiamo avuto poco prima, che ha portato alla pandemia. Quindi, il nostro compito ora è guidare ciò che possiamo controllare, ovvero la crescita organica del franchising. Gli investimenti che facciamo stanno dando i loro frutti e anche per tenere sotto controllo le spese.

E abbiamo in programma di farlo nel 2023. Grazie. E non vediamo l’ora di parlare con te il prossimo trimestre.

Advertisement

Operatore

[Operator signoff]

Durata: 0 minuti

Partecipanti alla chiamata:

Lee McEntire — Vicepresidente senior, Relazioni con gli investitori

Advertisement

Brian Moynihan — Amministratore delegato

Alastair Borthwick — Capo dell’ufficio finanziario

Glenn Schorr — Evercore ISI — Analista

Gérard Cassidy — RBC Capital Markets — Analista

Advertisement

Mike Mayo — Wells Fargo Securities — Analista

Giovanni McDonald — Ricerca autonoma — Analista

Erika Najarian — UBS — Analista

Ken Usdin — Jefferies — Analista

Advertisement

Matt O’Connor — Deutsche Bank — Analista

Betsy Graseck — Morgan Stanley — Analista

Vivek Juneja — JPMorgan Chase and Company — Analista

Più analisi BAC

Advertisement

Tutti i guadagni chiamano le trascrizioni

Questo articolo è una trascrizione di questa teleconferenza prodotta per The Motley Fool. Mentre ci impegniamo per il nostro Foolish Best, potrebbero esserci errori, omissioni o inesattezze in questa trascrizione. Come per tutti i nostri articoli, The Motley Fool non si assume alcuna responsabilità per l’utilizzo di questi contenuti e ti incoraggiamo vivamente a fare le tue ricerche, incluso ascoltare tu stesso la chiamata e leggere i documenti SEC dell’azienda. Si prega di consultare il nostro Termini e Condizioni per ulteriori dettagli, comprese le nostre esclusioni di responsabilità obbligatorie in maiuscolo.

Bank of America è un partner pubblicitario di The Ascent, una società Motley Fool. The Motley Fool ha posizioni in e raccomanda Bank of America. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione.

Advertisement
Advertisement

Trending