mercoledì 21 aprile 2021

Bayer chiude il 2020 in rosso di 10,5 miliardi: colpa delle svalutazioni e del glisofato

AGI – Il colosso chimico-farmaceutico tedesco Bayer chiude in rosso di 10,5 miliardi di euro il 2020, contro un utile di 4,1 miliardi nel 2019. I ricavi restano stabili a 41,4 miliardi, grazie alla forte domanda di prodotti per la salute e per l’igiene, legata ai lockdown. Sui conti pesano gli effetti valutari negativi e i maxi-risarcimenti versati negli Usa per chiudere le vertenze legate all’erbicida di Monsanto Roundup

Il titolo di Bayer al Dax perde il 4% e trascina giù il Dax a Francoforte, la piazza peggiore d’Europa. Lo scorso giugno il gruppo aveva accantonato 11 miliardi di dollari per risolvere un’ondata

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SU AGI

Questo contenuto è di proprietà di AGI
Finanza News 24 non detiene alcun diritto su tale contenuto, ma si limita soltanto a diffonderlo