Entra in contatto con noi

Lifestyle

Boccata di ossigeno per le discoteche: arrivano i contributi a fondo perduto pari a22 mila euro

Pubblicato

il

Il contributo a fondo perduto è pari a 22mila euro e sarà elargito a discoteche, sale da ballo, night club e locali analoghi chiusi per le restrizioni Covid (Sostegni-ter): Ad erogarli sempre l’Agenzia delle Entrate e si potrà sapere se si è tra i beneficiari consultando il portale dell’Agenzia delle entrate alla sezione area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” – sezione “Contributo a fondo perduto – Consultazione esito”

Il contributo vale quindi per  titolari di partita IVA che in data 27 gennaio avevano l’attività chiusa a causa delle misure anti-Covid (articolo 6, comma 2, del Dl n. 221/2021) e che appartengono alle attività individuate dal codice Ateco 2007 93.29.10. Il contributo a fondo perduto è quindi riservato alle aziende con ricavi 2019 non superiori a 2 milioni di euro che hanno subito un calo di fatturato nel 2021 almeno del 30% rispetto al pre-Covid. L’Agenzia delle Entrate ha diviso  i fondi in base alle domande che gli sono giunte entro l’importo massimo di 25mila euro per ciascun beneficiario. Per sapere se è tra i destinatari occorre far attenzione alla notifica del ristoro che giunge tramite l’ area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” – sezione “Contributo a fondo perduto – Consultazione esito” . Tale somma sarà  accreditata sul conto corrente bancario o postale del richiedente.

L’Agenzia delle Entrate ha stabilito gli importi dell’indennizzo: un contributo a fondo perduto di 22 mila euro sarà quindi elargito dai fondi del Sostegni-ter ai gestori di discoteche, sale da ballo, night club e locali analoghi che hanno subito ingenti perdite a causa delle restrizioni  dovute al proliferarsi del Covid -19.  La ripartizione è stata effettuata in base al plafond di risorse disponibili e al numero di domande pervenute entro il 20 giugno, ultimo giorno per l’invio delle istanze. Giungeranno quindi altri soldi:  come già previsto dal decreto Sostegni Bis, il rifinanziamento del fondo di sostegno alle attività economiche chiuse per Covid è stato riproposto anche dal Sostegni-ter (articolo 1, comma 1, Dl n. 4/2022).