Entra in contatto con noi

Mercati americani

Boom and Bust di Carvana: The Takeaways per gli investitori

Pubblicato

il

In questo podcast, l’analista senior di Motley Fool Asit Sharma si unisce al produttore di Motley Fool Ricky Mulvey per esaminare alcuni motivi giustificabili per cui le azioni sono diminuite lo scorso anno e quali aziende forti potrebbero essere state travolte dalla marea. Discutono:

  • Carvanaboom e bust e i risultati per gli investitori.
  • Se Ingrandisci ha un prodotto “appiccicoso”.
  • Come Roku sta affrontando un panorama pubblicitario più difficile.
  • Metavalutazione di , così come domande sulla sua leadership.
  • Consigli sulla mentalità se vuoi essere un investitore contrarian.

Per catturare gli episodi completi di tutti i podcast gratuiti di The Motley Fool, dai un’occhiata al nostro centro podcast. Per iniziare a investire, dai un’occhiata al nostro guida rapida per investire in azioni. Una trascrizione completa segue il video.

Delos Gioielli
Delos Gioielli

10 azioni che ci piacciono di più di Roku
Quando il nostro pluripremiato team di analisti ha un suggerimento sulle azioni, può essere utile ascoltarlo. Dopotutto, la newsletter che gestiscono da oltre un decennio, Motley Fool Stock Advisorha triplicato il mercato.*

Hanno appena rivelato ciò che credono siano i dieci migliori azioni per gli investitori da acquistare in questo momento… e Roku non era uno di loro! Esatto: pensano che questi 10 titoli siano acquisti ancora migliori.

Vedi i 10 titoli

*Stock Advisor torna a partire dal 9 gennaio 2023

Advertisement

Questo video è stato registrato il 07 gennaio, 2023.

AsitSharma: Non c’è alcuna minaccia esistenziale che incombe su Roku. Possono resistere a questo ambiente che non è il loro ambiente migliore. Allo stesso tempo, continuano ad aumentare quelle metriche chiave, ed è quello che vuoi vedere. Puoi guadagnare quota, puoi guadagnare utenti, puoi renderli più attivi durante un brutto periodo se hai il solido quadro finanziario per uscire da quell’ambiente in una posizione più forte? Ecco dove, ancora una volta, potrebbero sorprendere alcuni investitori in futuro.

Chris Hill: Sono Chris Hill, e quello è Asit Sharma, analista senior di Motley Fool. In un ambiente difficile, alcune aziende falliscono e altre ne escono più forti dall’altra parte. Ricky Mulvey ha incontrato Sharma per parlare di alcuni dei cali di borsa più significativi del 2022, di cosa ha significato la crescita a tutti i costi per un’azienda come Carvana e di consigli per chiunque voglia davvero essere un investitore contrarian.

Ricky Mulvy: S&P è sceso di oltre il 20%. Non posso usare l’anno fino ad oggi. Siamo ancora all’inizio dell’anno. S&P 500 è in calo di circa il 20% anno su anno. Nasdaq è in calo di circa il 34%. Molte azioni sono scese ancora di più. Penso che la mia mentalità, e penso che forse altri investitori azionari stiano pensando, fantastico, ora ho la possibilità di acquistare a un prezzo basso, si spera, vendere a un prezzo alto. Quindi sei davvero un contrarian, e qual è il tuo consiglio di mentalità a quelle persone che stanno provando a giocare a quel gioco?

Advertisement

AsitSharma: Il mio primo consiglio è di essere un acquirente costante e frequente nel mercato, sia che il mercato stia salendo o scendendo. Alcune persone si riferiscono a questo come alla media del costo in dollari, che è un buon modo per vederlo. Molti di noi fanno una pausa quando i mercati vengono davvero spinti verso il basso, quando si dirigono verso gli estremi, come una pausa mentale spirituale, e poi iniziamo a cercare occasioni. Non c’è niente di sbagliato in questo. Se ci sono aziende che ti sono piaciute prima che il mercato abbia abbattuto tutto, quelle sono le prime a guardare, forse un’azienda che pensavi fosse un ottimo affare è in qualche modo ipervenduta, per usare più un termine commerciale, ma per qualunque cosa valga, e quello può essere un momento eccellente per la persona che manterrà quel titolo per diversi anni per prendere una posizione o aggiungere una posizione. Quindi il modo in cui di solito lo guardo è, ehi, quali sono le attività di qualità che mi piacevano prima che forse ho semplicemente distolto lo sguardo? Non volevo vedere l’auto rottamata, ma ora che sto guardando di nuovo, ci sono dei pezzi qui che posso raccogliere e comprare delle azioni?

Ricky Mulvy: Prima di entrare in alcune delle nuove società, voglio dare un’occhiata ad alcune delle società di cui abbiamo discusso l’ultima volta. È successo 10 mesi fa e so che guardiamo sempre a orizzonti temporali da 3 a 5 anni, ancora piuttosto interessanti. Il primo che abbiamo visto nell’ultimo spettacolo è stato Lululemone. A quel punto era scambiato intorno a $ 333, praticamente piatto a circa $ 326 ora. L’altro che abbiamo visto è stato Zoom Video. Era a $ 113. Ora è scambiato a 67 dollari. Qualche riflessione su queste due società prima di entrare nei nuovi esempi?

AsitSharma: Penso che il fatto che Lululemon abbia mantenuto la sua posizione forse sia una testimonianza di qualcosa di cui credo abbiamo discusso, ma è abbastanza centrale per la tesi aziendale che questa azienda abbia un grande potere di determinazione dei prezzi. Ha clienti fedeli che vogliono acquistare un certo tipo di materiale per l’atletica e lo yoga, e hanno dimostrato durante la pandemia, attraverso gli sconvolgimenti dell’economia, che quegli articoli di abbigliamento verranno sostituiti regolarmente. Possono persino aumentare i prezzi e avranno ancora acquirenti. Quindi si tratta di essere in grado di mantenere i propri margini in un ambiente inflazionistico. Lululemon ce l’ha a palate. Forse la cosa che è cambiata su Zoom dall’ultima volta che abbiamo parlato è che la crescita è rallentata ancora di più, e ora gli investitori stanno iniziando a chiedersi, è solo il fatto che Zoom sta passando a un cliente di valore più alto, cioè più clienti aziendali, rispetto quelli che chiamano clienti online, forse tu o io o una piccola organizzazione.

Diciamo che io e te gestiamo un club e dobbiamo acquistare i loro servizi. Quelli stanno diminuendo, ma c’è questo campo di gioco davvero carino per Zoom, vendendo licenze Zoom Phone, vendendo i loro prodotti ausiliari, Zoom Rooms, ecc., Alle grandi aziende. In questa transizione, penso che anche gli investitori temono che forse cederanno una quota di mercato a Microsoft Squadre e altri concorrenti. È stata un po’ una forza depressiva sulle azioni Zoom. Mi piace ancora, Ricky, e penso che, a lungo termine, sia un’azienda che avrà un flusso di cassa davvero buono, ed è valutata ragionevolmente qui. Quindi non sono sicuro se allora abbiamo detto che era un affare. Non lo definisco un affare ora, ma non dissuaderei qualcuno che vuole prendere un po ‘di Zoom e, ancora una volta, tenerlo per un periodo di detenzione pluriennale.

Advertisement

Ricky Mulvy: È più economico. Certamente. Penso che ci siano ancora alcune domande sulle comp basate su azioni e alcune domande sulla viscosità. Hanno potere sui prezzi su Microsoft? Ma c’è un’inerzia quando un’intera organizzazione si trova su una determinata piattaforma. La facilità di commutazione diventa significativamente più difficile. Parliamo di alcuni titoli che hanno avuto un 2022 difficile. Alcuni nuovi. Che ne dici di quello? Penso che il figlio del poster di alta crescita e poi completamente schiacciato fosse Carvana. Le azioni valevano circa $ 360 alla fine del 2021. In effetti, è stata la terza azienda più veloce a entrare a far parte della Fortune 500 dopo[[Alfabeto‘s]Google. È Google e Amazzonia e poi Carvana. Ha registrato una crescita dei ricavi del 65% nel 2020, una crescita dei ricavi del 105% nel 2021, quando registrava circa 13 miliardi di dollari di vendite. Ora, il titolo è scambiato a meno di cinque dollari. Quasi la metà delle sue azioni in circolazione sono ancora allo scoperto e gli investitori di debito stanno scontando un alto rischio di insolvenza. È successo qualcosa tra questi due eventi, Asit. Cosa ha fatto?

AsitSharma: Ricky, credo che le condizioni abbiano favorito Carvana all’inizio. Tu ed io stavamo parlando di questo. Mi hai inviato note simili quando stavamo pensando a questo spettacolo. Guarda, l’economia era forte, c’era una domanda di auto usate, c’era una coorte di acquirenti più giovani che non avevano necessariamente bisogno di andare in un parcheggio e prendere a calci le gomme. Hanno fornito carburante per questo modello di business e, allo stesso tempo, i tassi di interesse prevalenti hanno consentito a Carvana di finanziare sostanzialmente questa rapida crescita. Ora, anche a quel punto c’erano alcune cose che erano almeno bandiere gialle per alcuni investitori, e voglio esporre anche questo caso. L’azienda è più ad alta intensità di capitale di quanto molti pensino. Hanno questi centri di ricondizionamento in tutti gli Stati Uniti. Questi centri di ricondizionamento consentono loro di raggiungere la maggior parte della popolazione, ma accettano auto usate, quindi si assicurano che le auto siano come si aspetta l’acquirente. Li puliscono.

Devono trasportarli con i loro camion. In realtà non credo che quei grandi e bellissimi distributori automatici di Carvana siano davvero il problema capitale qui. Alcune persone dicono che poi hanno speso soldi per quelle macchine. Quella era solo una frazione della spesa. In realtà questi centri di condizionamento assorbivano molto capitale. Anche il fatto che stessero usando i mercati dei capitali per finanziare la loro operazione era una bandiera gialla, e il motivo è questo. Quando hai rotto il margine lordo che Carvana stava guadagnando nei bei giorni con le loro auto, il vero sugo proveniva da questo elemento finanziario in cui potevano raccogliere crediti di prestito da così tanti acquirenti, raggrupparli e venderli a investitori istituzionali.

È un buon affare se stai guadagnando il tuo margine come società finanziaria, ma amico, abbiamo visto quella storia esplodere nel corso degli anni per così tante aziende diverse, dalle piccole e stravaganti società finanziarie a GE Capital. È un affare difficile in cui trovarsi, se è da lì che viene il vero profitto della tua attività, e questa è una delle cose che sono successe a Carvana. Ora, ci sono altre parti della storia, ovviamente. Abbiamo avuto una pandemia, abbiamo avuto tassi di interesse in aumento e abbiamo avuto problemi nella catena di approvvigionamento che, a un certo punto, hanno reso le auto usate economiche e poi hanno aumentato il prezzo delle auto usate con l’esplosione dei tassi di interesse. La domanda è diminuita, mutuatari non garantiti, quindi ora quei prezzi stanno diminuendo. Carvana ha l’inventario, questi prezzi più bassi. Ci sono alcune altre parti in questa storia per cui è diventato questo poster child è, come lo chiami giustamente, per le scorte di crescita. Ma voglio fermarmi qui prima di dare altri motivi e chiedere solo commenti o aggiunte a questo quadro che sto cercando di dipingere.

Advertisement

Ricky Mulvy: Chiedi un feedback. È come se fossimo in una riunione, non in un podcast, Asit.

AsitSharma: Penso che ci incontriamo troppo prima di questi podcast, Ricky. Forse è così.

Ricky Mulvy: Lo so.

AsitSharma: Forse siamo ancora in pre-produzione qui.

Advertisement

Ricky Mulvy: Devo ricominciare da capo. Penso che sia facile schiacciare su Carvana, e ci sono ragioni legittime per farlo. Ma all’inizio, c’è una vera proposta di valore che è, ehi, non odi andare in un concessionario di auto usate dove alcune delle pratiche sono praticamente le stesse dal momento in cui L’uva dell’ira è stato scritto durante il Dust Bowl? Ehi, ti vendiamo questa macchina. Aspetta, quello per cui sei venuto non è qui, ma abbiamo quest’altro fantastico. Quindi automatizziamo questo processo in modo che tu sappia cosa stai ricevendo e te lo porteremo a casa tua. Ma è qui che sono stati creati i problemi perché forse hai bisogno di un elemento umano nel processo di acquisto e vendita di auto, vale a dire che Carvana stava essenzialmente facendo iBuying con auto usate.

Ora, il modo in cui potrei descrivere l’auto che vorrei vendere loro sarà significativamente diverso dal modo in cui la vede il venditore. Questo è stato anche un caso in cui hai visto la storia della crescita andare in pezzi in molti modi in cui non era quella crescita responsabile. Si stavano davvero concentrando su questo. In alcuni casi, acquisizioni. In alcuni casi, è stato guardare quante altre auto stiamo vendendo e prezzi più alti ci stanno avvantaggiando, ma non avevano le operazioni per sostenerlo. Ci sono molti casi in cui gli acquirenti hanno aspettato mesi dopo i loro titoli di auto per gli acquisti. Quindi questo crea un problema in cui credo che, in alcuni casi, vendessero auto rubate a persone. Alla gente viene tolta la macchina perché non hanno la patente o la registrazione per essa.

AsitSharma: Questo è sicuramente un problema di rapida crescita e so che hanno avuto problemi con un paio di stati semplicemente perché non erano in grado di elaborare i propri documenti abbastanza velocemente da certificare il titolo. Possiamo guardare a questo e possiamo anche considerare il fatto che l’azienda ha preso alcune decisioni sbagliate anche se il loro modello di business stava iniziando a risentirne. Hanno acquisito un grossista di auto usate chiamato ADESA, e con un bilancio già tirato, Ricky, hanno preso altri 3 miliardi di dollari di debito. Numeri approssimativi qui, penso che l’acquisizione effettiva sia stata di poco più di 2 miliardi di dollari.

Quel debito si trova al 10,25%. Quindi c’è un’enorme spesa per interessi associata a questa acquisizione, e l’hanno acquistata in un momento in cui l’inventario aveva ancora un prezzo relativamente equo, ma i prezzi delle auto usate erano crollati. Quindi qualunque inventario ora sia loro, più l’aggiunta di quello forse non ha un prezzo a scopo di lucro. Hanno questa operazione in un momento in cui l’acquisto di auto usate sta rallentando, il che sarà davvero un onere in contanti per loro per onorare quel debito e cercare di ricavarne un profitto.

Advertisement

Ricky Mulvy: Hai visto le operazioni andare in pezzi in diversi modi con Carvana. Una cosa che potrebbe essere stata anche una bandiera gialla è la distribuzione dei diritti di voto che appartengono completamente alla famiglia Garcia che possedeva e gestiva l’azienda. Quindi non c’erano quei controlli in atto per prendere decisioni patrimoniali forse migliori e poi anche alcune decisioni operative quando dovevano licenziare i lavoratori. Molte aziende, aziende ad alta crescita, hanno dovuto farlo ultimamente.

Ma lo hanno fatto in una riunione di massa su Zoom, essenzialmente, e non hanno permesso alle persone di fare domande ai loro manager. Penso che stessero solo concedendo alla gente quattro settimane di liquidazione, e questa è un’azienda che ha continuato a predicare, che cos’è, trattare i clienti come se fossero tua madre e avere uno stretto rapporto con loro. Se hai subito un licenziamento di Zoom, sono già brutali così com’è, e farlo in quel modo ancora meno umano, è terribile. Non è un buon aspetto per l’azienda e solleva molte domande sul modo in cui la leadership prende decisioni difficili. Lo dirò nel modo più gentile possibile, Asit.

AsitSharma: Guarda, Ricky. Questa è un’azienda quando i tempi erano buoni che si sforzava di dimostrare che tutto ruotava attorno ai dipendenti. Qualche anno fa hanno dato a tutta la loro base di dipendenti una bella borsa di studio. Ma immagino che tu veda il vero calibro del management quando i tempi sono difficili, e andiamo un po’ oltre Carvana qui perché non è l’unica azienda che ha recentemente avuto licenziamenti in modo molto rapido e fatto con un’interfaccia umana minima. Penso che sia un modo terribile per troncare una relazione importante per i tuoi profitti. Penso che le aziende dovrebbero davvero riflettere attentamente in un’epoca in cui, sì, molti di noi lavorano da casa tramite Zoom, come si fa a terminare una relazione. Penso che dovrebbe sempre essere fatto uno contro uno.

Se c’è un caso in cui si tratta di una grande azienda, e non è fisicamente possibile a causa dei numeri, sicuramente ci sono modi migliori per farlo rispetto ad alcune di queste illustrazioni che abbiamo visto di recente. Non voglio scaricare solo su Carvana. Non sono gli unici a farlo, ma un po’ di umanesimo convincerà gli azionisti che state davvero camminando quando dite che, come azienda, abbiamo a cuore gli interessi di tutti i nostri stakeholder, i nostri fornitori, i nostri dipendenti, i nostri clienti, i nostri azionisti. I tempi difficili sono ciò che separa coloro che lo intendono davvero da coloro che stanno solo cercando di schiaffeggiare un po ‘di verbosità su un sito aziendale.

Advertisement

Ricky Mulvy: Parliamo di un’azienda, però, che potrebbe avere un futuro migliore, e quell’azienda è Roku. Certamente più difficile vendere annunci in questo momento. Roku crea lettori multimediali digitali per lo streaming di video. Dovranno aggiornare Wikipedia perché ora fanno anche televisori. Lo stock è sceso dell’80% nell’ultimo anno. Ma ha avuto una storia finanziariamente forte, in alcuni casi. Roku è stato un flusso di cassa libero positivo nel 2021. Ora non lo è, e si aspettano che la crescita dei ricavi rallenti e sia negativa nell’ultimo trimestre. Ne ho parlato con alcuni sciocchi. Roku è interessante in cui capisco che il paesaggio è difficile. È un problema aziendale o è un problema paesaggistico per i nostri amici di Roku?

AsitSharma: O — è un po’ di entrambi. Direi che più di esso è un problema paesaggistico. Penso che sia solo l’ambiente macro che non è stato gentile con Roku. Questa è un’azienda che sta ancora aumentando in tutte le sue metriche chiave in questo ultimo trimestre. Questo è il terzo trimestre del 2022. Le entrate medie per utente sono cresciute del 10%. I conti attivi sono cresciuti del 16%. Le loro ore di streaming sono cresciute del 21% a 22 miliardi di ore di streaming e le entrate sono aumentate. Ora, come hai sottolineato, quelle entrate non sono finite in operazioni redditizie. Stanno perdendo soldi quest’anno e, come giustamente fai notare, il flusso di cassa è diventato negativo.

Quello che vedo in questo principalmente è qualcosa che mi sorprende. Avrei supposto solo dalla narrazione che sono davvero i giocatori che stanno trascinando verso il basso l’immagine del profitto, ma l’immagine dell’utile lordo non è molto diversa dall’anno precedente. Se dai un’occhiata ai loro nove mesi su cui riferiscono per il 2022, finora, avremo l’intero anno non troppo lontano nel futuro. In realtà, è una maggiore spesa per la ricerca e lo sviluppo e una maggiore spesa per le vendite e il marketing che stanno generando la maggior parte delle perdite. Ora le vendite e il marketing in una cattiva economia, devono spendere di più con i loro partner di contenuti e devono spendere di più nelle vendite e nel marketing per spostare i giocatori. Questo è prevedibile. La ricerca e lo sviluppo, in realtà ti piace sempre vedere aumenti della spesa per ricerca e sviluppo.

Sono un po’ preoccupato però in questa spinta a marchiare altri dispositivi e forse creare un ecosistema Roku oltre i giocatori. Spero che parte di questa spesa per la ricerca e lo sviluppo non vada in una competenza non fondamentale che non aiuterà Roku. Ma tornando al panorama, la rivoluzione del taglio del filo si sta solo rafforzando. Roku continua a essere un attore davvero importante in questo. Penso che abbiano un futuro brillante in termini di pubblicità digitale. Penso che alcuni dei loro problemi recenti, come non essere inclusi nel Disney livello pubblicitario a pagamento, funzioneranno in futuro. È alle corde. Il titolo ha subito un duro colpo. Ma per un periodo di detenzione a lungo termine, questo potrebbe sorprendere alcuni investitori. Quindi non lo lascerei del tutto, se sei un sostenitore di Roku. So che alcuni sciocchi che rispetto hanno aggiunto condivisioni durante la discesa. Così il gioco è fatto.

Advertisement

Ricky Mulvy: Era al CES 2023, Roku annuncia che inizierà a vendere televisori di marca. L’argomento è che devono espandersi in aree diverse, trovare modi diversi per portare il loro prodotto ai consumatori. L’argomento contrario sarebbe che gran parte del modello di business si è basato sull’idea che Roku fosse neutrale rispetto alla piattaforma. Puoi collegare il cavo USB e HDMI, praticamente qualsiasi cosa, e otterrai questa bellissima interfaccia utente facile da capire. Dove sei sui televisori di marca? Sei felice di vederlo o vorresti che si attaccassero ai dongle?

AsitSharma: Nel migliore dei casi, direi di restare con i dongle. Non mi dà troppo fastidio, Ricky, ma un po’ di ciò che il management sta proiettando va oltre i televisori di marca in forse altri tipi di dispositivi. Come ho accennato in precedenza, questa non è solo la loro competenza principale, non la loro timoneria. Direi solo di tenerlo d’occhio. Non penso che renderà la loro performance peggiore di quanto non sia stata. Ma se cominciassimo a vedere il tostapane Roku, sarei preoccupato.

Ricky Mulvy: Tim Sparks ci ha appena scritto che dobbiamo intitolare questo podcast “Stick with the Dongles”. Inizierò a fare la voce echo boom della CNBC con, cosa significano i dongle per Roku? In questo momento, l’azienda sta scambiando meno di 2 volte le vendite rispetto a quasi 13 volte le vendite nel 2021. È importante notare che, gran parte del suo modello di business, venderemo questi dispositivi in ​​perdita e poi faremo per questo sul back-end. L’abbiamo già sentito con Pelotone. È un modello che puoi realizzare in un contesto di tassi di interesse più difficili e più elevati?

AsitSharma: Sì. Diventa più difficile, ed è per questo che ora sono sotto pressione. Una cosa che cercheresti nel cercare di determinare, ehi, è questa un’azienda che può scendere dal tappeto se questo ambiente si attarderà in questo modo, ed è sfavorevole al loro modello, è il bilancio, e io vado avanti torniamo a questo. Se dai un’occhiata alle loro risorse, questa azienda, Roku, ha circa 2 miliardi di dollari di capitale circolante netto nei loro libri contabili e nessun vero debito a lungo termine. Hanno alcune passività di leasing operativo a lungo termine, ma niente di sostanziale. Il loro consumo di denaro non è stato poi così male e potevano controllarlo.

Advertisement

Potrebbero ritirare parte di quella spesa in ricerca e sviluppo. Possono controllarlo riducendo un po ‘le spese amministrative, un po’ di vendite e marketing. Non c’è alcuna minaccia esistenziale che incombe su Roku, possono resistere a questo ambiente che non è il loro ambiente migliore. Allo stesso tempo continuano ad aumentare quelle metriche chiave ed è quello che vuoi vedere, puoi guadagnare quota? Puoi guadagnare utenti? Puoi renderli più attivi durante un brutto periodo se hai il solido quadro finanziario per uscire da quell’ambiente in una posizione più forte, ed è qui che potrebbero sorprendere alcuni investitori in futuro.

Ricky Mulvy: Parlando di azioni in ribasso, Meta è scesa del 60% nell’ultimo anno. Ora è visto come un titolo di valore da molti, so che non sei d’accordo, quindi pensi che il pessimismo sia giustificato per i nostri amici nel metaverso?

AsitSharma: Lo dico sapendo benissimo che Meta potrebbe sicuramente salire, il titolo potrebbe salire, nel breve termine. Il motivo per cui non penso che sia un titolo di valore è che non penso che Meta stia facendo abbastanza per spostare l’ago nella loro attività di pubblicità digitale. Penso che sia diventata, nonostante ciò che dice il management nelle teleconferenze, davvero una seconda priorità per l’azienda perché il leader di Meta, Mark Zuckerberg, è così ossessionato dall’ottenere nuove entrate nel metaverso. Questa è una grande scommessa con una vincita incerta in un periodo di tempo incerto. È qui che si concentra la gestione in questa società, ed è per questo che guardare a questo puramente su una base di valutazione può fornire ad alcuni trader a breve termine un guadagno perché è così ipervenduto.

Ma a lungo termine, penso che l’allocazione di capitale di questa azienda sia ancora destinata a contrastare qualsiasi tipo di guadagno che potrebbero ottenere nella loro attività pubblicitaria perché semplicemente non sono focalizzati e non sono affinati sulla loro competenza principale, che Ho usato questa frase oggi, quindi usiamola anche con Meta. Questa non è una società che vedrà un aumento a breve termine dei propri utili operativi da miliardi e miliardi di dollari sia di investimenti nel conto economico che di spese in conto capitale per attività metaverse. Possiamo andare più in dettaglio su cosa comportano queste attività effettive. Ma lasciami fare una pausa qui così posso avere un piccolo respingimento da parte tua.

Advertisement

Ricky Mulvy: No. Questo non è da parte mia. Prendo in prestito questa opinione da Aswath Damodaran in molti dei suoi post. Ma penso che sostenga che, a questo punto, l’azienda è fondamentalmente valutata sulla base del fatto che non crescerà mai più, e ogni singolo centesimo che stanno spendendo per il metaverso verrà semplicemente incenerito. Ora potresti giustificarlo con i problemi di leadership che ho con Meta. Penso che sia fondamentalmente una ditta individuale in cui Mark Zuckerberg ha, credo, il 13% delle azioni ma il 57% dei diritti di voto. Ecco perché stai vedendo forse questo gioco costoso e incontrollato in un’area in cui non hanno davvero rilasciato un piano aziendale.

Ho pensato che questa fosse una buona citazione da uno dei post sul blog di Damodaran: “[T]Le qualità che lo hanno reso un fondatore di successo (eccessiva fiducia, testardaggine di fronte al fallimento, arroganza) potrebbero benissimo mantenerlo sul suo percorso predeterminato e, senza controlli ed equilibri, Facebook perderà molti più soldi in un periodo più lungo punto, prima che si arrenda.” Detto questo, ha dati praticamente su ogni singola persona sul pianeta, e viene scambiato come se non crescesse mai più. Sono un toro molto titubante su questo. Non sono come questo è il titolo che probabilmente mi vergogno di più di possedere, ed è a causa della leadership. Non so se hai sentito la sua intervista. Zuckerberg ha parlato di Rogan, Asit, e stava discutendo di arti marziali e di come ama questo intensi allenamenti di arti marziali e jujitsu.

Ha detto che ha avuto un tasso di successo del 100%, convincendo i suoi amici a partecipare al jujitsu e alle arti marziali. Penso che ci sia un parallelo in cui, per me, questo segnala che si sta circondando di persone “sì”. Ho fatto un po’ di jujitsu. Capisco i benefici per la salute mentale, dovrei riprendermi. Ma questo è un podcast separato. Ma il b Il caso è che, per le arti marziali, a volte le persone cercano di prenderti a calci in faccia. Nel jujitsu, a volte le persone cercano di spezzarti le braccia. Quindi non è per tutti. Ho così tante domande ed esitazioni sulla leadership, ma penso ancora che ci sia un’azienda forte alla base.

AsitSharma: Sono d’accordo con te, Ricky, in quanto c’è un forte business lì sotto tutti i risultati commerciali strani e difficili da analizzare che stanno uscendo da Meta. Penso che molte persone credano che il professor Damodaran sia proprio come questo mago dei numeri, e lo è. Non fraintendermi. Ma non è così che valuta le aziende. Valuta le aziende in base alla narrativa. Per lui, la narrazione è altrettanto importante per la determinazione dei futuri flussi di cassa, ed è sempre informata dei suoi esercizi di valutazione. Siamo stati fortunati con il Matto, è venuto diverse volte ed è stato in grado di assistere a un discorso che ha tenuto agli analisti del Matto qualche mese fa. Ancora una volta stava sottolineando l’idea che devi capire cosa pensi sia la narrazione e continui ad adattare le tue aspettative future in base non solo a ciò che ti dice il tuo foglio di calcolo. Chiunque può eseguire un foglio di calcolo.

Advertisement

A questo dico di essere d’accordo con lui sul fatto che il core business pubblicitario sia ormai sottovalutato. Penso che ci sia sempre stata una compressione del rischio che ha colpito il loro multiplo perché Facebook non ha mai, non dovrei dire mai, ma per così tanti anni non è stato gestito in modo da favorire la creazione del miglior valore per gli azionisti. Hanno ignorato i problemi di privacy dei loro utenti, hanno consentito la manipolazione dei dati degli utenti e hanno davvero gestito l’attività in modo mercenario, che è tornato a morderli più e più volte sui problemi di privacy.

Questo è, se torni indietro nella storia, per un business così meraviglioso, perché non è mai stato scambiato a multipli di alcuni concorrenti perché le persone percepiscono un rischio nel modo in cui Mark Zuckerberg gestisce questa azienda. Senza Sheryl Sandberg lì, dico, probabilmente c’è un posto migliore se guardi solo in termini di costo opportunità totale per i dollari di investimento di qualcuno quando hai un nucleo sottovalutato del business che viene oscurato da investimenti molto discutibili. Perché non mettere i tuoi dollari altrove in un quadro di investimento chiaro? È qui che mi separo dal professore su questo. Penso che abbia perfettamente ragione a richiamare il principio di valutazione qui, che potrebbe esserci un valore intrinseco che gli investitori stanno trascurando che potrebbe esplodere di nuovo in superficie.

Ho affermato che sarà temporaneo perché, senza alcuna sfida alla gestione di questa società da parte di Mark Zuckerberg, senza alcun modo per gli azionisti di votarlo fuori da quella posizione e senza vincoli sotto forma, ad esempio, di Sheryl Sandberg, credo che ci sia un molto più rischio anche per quel modello digitale. Ciò non significa che sarà necessariamente in grado di far prosperare quel modello in un periodo da 3 a 5 anni. Non ci sta davvero prestando attenzione. Quindi direi che ciò che il professor Damodaran sta identificando è un guadagno a breve termine per trader o investitori a breve termine. Se questa è la tua inclinazione, e l’ho scritto in a Consulente azionario un’immersione profonda qualche mese fa, di sicuro, sgranocchiando alcune condivisioni, ma consiglio alle persone di non andare come all in su Meta.

Ricky Mulvy: Asit Sharma. Sempre bello chiacchierare con te. Grazie per essere venuti allo spettacolo.

Advertisement

AsitSharma: Lo stesso qui. Grazie.

Chris Hill: Come sempre, le persone nel programma potrebbero essere interessate alle azioni di cui parlano e The Motley Fool potrebbe avere raccomandazioni formali a favore o contro, quindi non acquistare o vendere azioni basandosi esclusivamente su ciò che senti. Sono Chris Hill. Grazie per aver ascoltato. Ci vediamo domani.

Suzanne Frey, dirigente di Alphabet, è membro del consiglio di amministrazione di The Motley Fool. John Mackey, ex CEO di Whole Foods Market, una sussidiaria di Amazon, è membro del consiglio di amministrazione di The Motley Fool. Randi Zuckerberg, ex direttore dello sviluppo del mercato e portavoce di Facebook e sorella del CEO di Meta Platforms Mark Zuckerberg, è membro del consiglio di amministrazione di The Motley Fool. Asit Sharma ha posizioni in Microsoft, Walt Disney e Zoom Video Communications. Chris Hill ha posizioni in Alphabet, Amazon.com, Microsoft e Walt Disney. Ricky Mulvey ha posizioni in Lululemon Athletica, Meta Platforms, Roku e Walt Disney. The Motley Fool ha posizioni in e raccomanda Alphabet, Amazon.com, Lululemon Athletica, Meta Platforms, Microsoft, Peloton Interactive, Roku, Walt Disney e Zoom Video Communications. The Motley Fool consiglia le seguenti opzioni: chiamate lunghe da $ 145 di gennaio 2024 su Walt Disney e chiamate brevi da $ 155 di gennaio 2024 su Walt Disney. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione.

Advertisement
Advertisement

Trending