sabato 18 settembre 2021

Borse di studio per dottorati di ricerca a figli e orfani di dipendenti e pensionati della PA

Borse di studio per dottorati di ricerca a figli e orfani di dipendenti e pensionati della PA: il bando INPS con requisiti e modalità di candidatura.

Per l’anno accademico 2021-2022, l’INPS promuove un nuovo bando finalizzato all’assegnazione di un centinaio di borse di studio per dottorati di ricerca. I destinatari dell’iniziativa sono i figli dei dipendenti e dei pensionati della Pubblica Amministrazione , iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici.

In particolare, il bando dal titolo  “Dottorati di ricerca in materia di Industria 4.0, Scienze statistiche e attuariali, Sviluppo sostenibile, INPS e Welfare”, nello specifico, prevede la concessione di borse di studio per la copertura dei costi di partecipazione ai dottorati di durata triennale, fino a un importo mensile pari 1.570,38 euro oppure 2.355,58 euro per ogni mese trascorso all’estero.

Chi può partecipare al bando?

Possono partecipare alla selezione i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • figli o orfani di un dipendente o pensionato iscritto alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali o di pensionato utente della Gestione Dipendenti Pubblici;
  • aver presentato, presso l’Ateneo prescelto, la domanda di iscrizione al Dottorato di Ricerca per cui si intende richiedere la borsa di studio.

La domanda per ottenere la borsa di studio deve essere presentata dallo studente interessato direttamente all’Ateneo presso il quale si svolge il dottorato di ricerca, entro i termini di scadenza previsti per ciascun bando, pubblicato dagli atenei sui loro siti. L anotizia del 27 luglio è stata pubblicata sul sito https://www.inps.it/news/dottorati-di-ricerca-2021-2022-pubblicato-il-bando.

L’Inps indice infatti per l’anno accademico 2021-2022, in favore dei soggetti di cui all’art. 2 comma 2, un concorso per il conferimento delle seguenti
borse di studio per Dottorato di Ricerca: n°100 borse di studio aggiuntive rispetto a quelle finanziate dal MUR, così suddivise:

  • dottorati innovativi – Intersettoriali, vertenti sulle tematiche dell’iniziativa “Industria 4.0”, caratterizzati dal forte interesse industriale e dal coinvolgimento di imprese che svolgano attività industriali dirette alla produzione di beni o di servizi in coerenza con la “Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente 2014- 2020” approvata dalla Commissione europea;
  • dottorati su scienze statistiche e attuariali;
  •  dottorati su tematiche dello sviluppo sostenibile;
  • dottorati su tematiche INPS e Welfare e Benessere, in particolare sugli argomenti distinti nelle seguenti 3 macroaree: Innovazione nel settore pubblico in relazione,  Diritto della Previdenza sociale in relazione e Welfare – Ammortizzatori Sociali – Contrasto Evasione.