domenica 29 novembre 2020

Bristol-Myers Squibb potrebbe essere un investimento intelligente

Chi ha detto che gli investimenti in aziende sanitarie sono ottimi solo in relazione al rapporto con il coronavirus? Bristol-Myers Squibb ne è la prova.

Poiché il coronavirus continua a dominare i titoli dei giornali, a volte sembra che le aziende sanitarie focalizzate su Covid-19 siano le uniche che contano. Con così tante aziende che si affrettano a cercare un vaccino, le aziende farmaceutiche solide come Bristol-Myers Squibb (BMY) vengono ignorate e gli operatori bypassano le azioni BMY per investimenti più interessanti.

Tuttavia, anche se il titolo non è un carro armato veloce e la società non è totalmente concentrata sulla ricerca di un vaccino Covid-19, ci sono ancora molte ragioni per prenderlo in considerazione. Dopotutto, il 6 agosto prossimo sarà la data degli utili trimestrali che Bristol-Myers Squibb prevede di pubblicare.

Crescita costante, prezzo economico e un ottimo dividendo

Gli investitori orientati al reddito, apprezzano la mancanza di volatilità del titolo e il suo 3,1% di rendimento annuale da dividendo.

Per quanto riguarda l’andamento dei prezzi, le azioni BMY stanno ancora lottando per riprendere il loro picco pre-pandemico di $ 67.

In una delle più importanti fusioni farmaceutiche dell’ultimo decennio, Bristol-Myers Squibb ha completato l’acquisizione di Celgene lo scorso autunno e in qualche modo, tutto ciò deve ancora essere pienamente metabolizzato dagli investitori

Con l’accordo Celgene, Bristol-Myers Squibb ha aggiunto Inrebic, un trattamento del disturbo del midollo osseo, al suo già considerevole portafoglio. Ha anche aggiunto i trattamenti antitumorali Revlimid (un noto trattamento per il mieloma multiplo), Abraxane, Reblozyl e Pomalyst / Imnovid.

Just Revlimid da solo ha portato Bristol-Myers Squibb a $ 2,9 miliardi di vendite totali nel primo trimestre. Perché i traders non hanno ancora valutato tutto questo valore in azioni BMY?

E se scelgieranno esclusivamente i titoli collegati alla pandemia probabilmente il titolo passerà in secondo piano. Ma tutto ciò non renderebbe giustizia, viste le grandi potenzialità.

Forse una sorpresa positiva degli utili porterà maggiore attenzione a Bristol-Myers Squibb e in ogni caso sarà una realtà da tenere in gran considerazione.