Entra in contatto con noi

Mercati americani

Brusca frenata dei futures su azioni che crollano in previsione di una grande settimana di utili

Pubblicato

il

I futures su azioni sono scesi domenica sera dopo una settimana di forti perdite che si è conclusa con una nota alta e prima di una settimana di grandi guadagni per i rivenditori.

I Futures legati a il Dow Jones Industrial Average hanno perso 82 punti, o 0.39%, mentre i futures S&P 500 sono scesi dello 0.73%. I futures Nasdaq 100 sono scesi di 0.40%.

Venerdì, il Dow è salito 500.39 punti, o 1.39%, mentre l’S&P 500 è salito del 2.39%. Il Nasdaq Composite è balzato del 3.82% e ha registrato il suo guadagno di un giorno più forte da novembre 2020. Tuttavia, tutte e tre le medie hanno registrato settimane perdenti.

I guadagni sono arrivati ​​quando gli investitori sono entrati in modalità rally di sollievo per coronare una brutta settimana per i titoli in cui l’S&P 466 è quasi sceso nel territorio del mercato ribassista.

Resta da vedere, tuttavia, per quanto tempo durerà il rally o quanto ulteriormente le azioni dovranno scendere prima dei minimi ribassisti di quest’anno .

Advertisement

“Data la storia dei mercati ribassisti, unita al fatto che la Fed ha appena iniziato il suo ciclo di rialzo dei tassi e vorrebbe vedere le condizioni finanziarie continuare a restringersi in modo che la domanda tiri indietro ulteriormente, questo rally molto probabilmente si indebolirà”, ha affermato Quincy Krosby, chief equity strategist di LPL Financial.

Tuttavia, alcuni investitori e analisti affermano, indipendentemente dal fatto che il fondo sia o meno, ci sono buone opportunità di acquisto ai minimi attuali del mercato.

“Non sto chiamando il minimo qui, ma c’è un po’ Abbiamo l’opportunità di ottenere un costo medio in dollari”, ha dichiarato alla CNBC Sylvia Jablonski, CEO e chief investment officer di Defiance ETFs. “Se sei seduto su un mucchio di contanti, stai bloccando le perdite a causa dell’inflazione. Investire in azioni o classi di attività in cui credi… è il male minore. La fatica della vendita svanirà, il mercato diminuirà reset. È improbabile che il Dow e l’S&P saranno in territorio di correzione da sei mesi a un anno.”

La stagione degli utili al dettaglio inizia questa settimana con diversi big box i rivenditori dovrebbero riportare i risultati per il primo trimestre, inclusi Walmart, Target e Home Depot. Altrove, Deere è anche sul ponte, insieme a una manciata di società tecnologiche.

Advertisement

Gli investitori terranno d’occhio anche i dati sulle vendite al dettaglio questa settimana, che potrebbero fornire loro un’idea di come i rivenditori stanno gestendo l’inflazione, che rimane vicina ai massimi dell’anno 40.


Fonte: CNBC

Advertisement