martedì 28 giugno 2022

Brutte notizie per i consumatori: i prezzi nei supermercati in Italia aumenteranno ancora

Ebbene si, sembra ormai assodato che i prezzi che troveremo al supermercato nei prossimi mesi saranno ancora più alti degli attuali.

Quali sono i motivi?

Sono due fattori in prima linea. Il primo è sicuramente basato sulle difficoltà dei trasporti merci e anche la carenza degli addetti. Il secondo, sembrerà strano, ma è dato dal crollo dei raccolti di grano in Ucraina.

In Europa e in Italia mancano camionisti

Secondo le stime, in Europa esiste una carenza di autotrasportatori che si aggira intorno alle 400.000 unità, mentre per l’Italia si parla di 20.000. Sono cifre importanti che fanno capire quale sia la situazione effettiva.

Per quanto riguarda l’Italia, secondo Renzo Sartore, vicepresidente di Assologistica, la mancanza di camionisti è dovuta al fatto che durante la pandemia molti degli autotrasportatori sono ritornati nei loro Paesi di provenienza, senza poi tornare.

Ma in realtà esistevano problemi anche prima della pandemia ed erano da ricercare nello ricambio generazionale. Secondo Sartore, già nel 2016 era difficile sostituire chi andava in pensione.

L’impatto sull’aumento dei prezzi

A riguardo Sartore afferma:

“Trasportiamo derrate alimentari, un tipo di merce che non si può consegnare in ritardo. E ora abbiamo bisogno di pianificare con molto anticipo le consegne, andare a cercare gli autisti disponibili”. Tutte questioni che inevitabilmente provocano un “aumento delle tariffe”.

La guerra in Ucraina è l’altro fattore di rischio per l’aumento dei prezzi

Stando alle notizie che arrivano dal Governo ucraino, si potrebbe verificare un calo del 50% del raccolto di grano rispetto al 2021.

Tutto ciò avrà impatto sull’aumento del prezzo del grano a livello mondiale, ma soprattutto su quei Paesi che importano grano esclusivamente dall’Ucraina, come molti in Asia e Africa.