domenica 28 febbraio 2021

BTP Futura, il Titolo di Stato pensato per la clientela retail

BTp Futura, questo il nome del nuovo titolo governativo dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali (detti appunto clienti retail). Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato oggi la prima emissione da lunedì 6 luglio a venerdì 10 luglio. Il titolo, il cui ricavato finanzierà la ripresa, avrà rendimenti crescenti nel tempo e un bonus fedeltà finale legato alla crescita del PIL.

BTp Futura, il Titolo di Stato pensato per la clientela retail

BTp Futura è stato progettato proprio per “il futuro del Paese”. Come anticipato nella revisione degli orientamenti per il debito pubblico del 2020 e come già avvenuto per BTP Italia lo scorso maggio, questo argomento sarà interamente dedicato al finanziamento delle spese previste dalle ultime misure varate dal governo per far fronte all’emergenza. di Covid-19 e sostenere la ripresa del Paese. BTp Futura avrà una struttura coupon semplice e innovativa progettata per premiare i risparmiatori che lo manterranno alla maturità. In effetti, i coupon saranno calcolati sulla base di tariffe prestabilite e crescenti nel tempo (con il cosiddetto meccanismo di “aumento”). La serie di tariffe minime garantite per questa emissione di BTp Futura sarà annunciata venerdì 3 luglio, vicino all’emissione. Non ci sono massimali o partizioni: l’applicazione, a partire da un lotto minimo di 1.000 euro, sarà infatti completamente soddisfatta, tranne per il potere del Ministero di chiudere la questione in anticipo.

Un bonus fedeltà per la crescita economica.

In linea con l’obiettivo di sostenere l’economia nazionale, il bonus fedeltà rifletterà anche la crescita economica nazionale. Il premio, che viene pagato solo a coloro che acquistano il titolo nei giorni di emissione e lo mantengono fino alla scadenza, avrà in effetti un valore minimo garantito dell’1% del capitale investito, ma può aumentare fino ad un massimo del 3% di l’importo sottoscritto, basato sul tasso di crescita medio annuo del PIL nominale italiano registrato dall’Istat durante la vita del titolo.

Avrà una durata tra 8 e 10 anni.

La prima emissione di BTp Futura durerà tra 8 e 10 anni: la decisione finale sarà annunciata il 19 giugno. Il collocamento avverrà sulla piattaforma MOT  attraverso due distributori bancari: Banca Imi e Unicredit (UCG). La sicurezza può essere acquistata attraverso gli stessi canali utilizzati dai risparmiatori al dettaglio per BTP Italia contattando il loro referente presso la banca o l’ufficio postale; Per tenere conto delle circostanze attuali e incoraggiare la massima partecipazione dei risparmiatori, sarà anche possibile utilizzare il canale di shopping online, tramite Internet banking stesso, se è abilitato per le funzioni commerciali. Le comunicazioni successive sul primo numero di BTp Futura, dalla pubblicazione del foglio informativo previsto per il 19 giugno, saranno disponibili sul sito web del Ministero dell’Economia.