giovedì 25 febbraio 2021

Buone notizie per gli amanti della notte e della movida dal 15 giugno

Secondo l’ultimo Dpcm per cinema, teatri, spettacoli dal vivo e centri estivi da 15 giugno si dovrebbero allentare alcune restrizioni. Tutto ciò compresi locali notturni e discoteche. Ma ogni regione è chiamata secondo il proprio regolamento per specificare la data di ripresa per ciascun settore.

Nei club puoi ballare solo all’aperto

È vietato ballare in luoghi che non siano all’aperto, in aree esterne come giardini e terrazze e il consumo di bevande al bancone è proibito. Ciò è previsto nelle linee guida regionali per i locali notturni, in cui è vietato il montaggio e devono essere separati almeno 1 metro nel club e almeno 2 metri sulla pista da ballo. Sulla base di questi vincoli, ogni ambiente è tenuto a ricostruire la capacità massima, anche con l’aiuto di censori per monitorare l’accesso. Anche in questo caso, se possibile, dovrebbe essere garantito un sistema per la prenotazione, il pagamento dei biglietti e la compilazione di moduli, preferibilmente online, per evitare incontri prevedibili e, nel caso della privacy, se possibile, tenere un registro delle presenze durante un periodo di 14 giorni. La temperatura corporea può essere rilevata, impedendo l’accesso a temperature superiori ai 37,5 ° C.

Cinema: un metro di distanza

Nei cinema, i sedili devono avere una distanza minima di almeno 1 metro sia sul lato anteriore che su quello laterale. La reception e la reception possono essere dotate di barriere fisiche, possibilmente con l’aiuto di metodi di pagamento elettronici. Per le esibizioni dal vivo, ogni interazione tra artisti e pubblico deve essere ad almeno 2 metri di distanza. Per gli spettacoli al coperto, il numero massimo di utenti è 200, per gli spettacoli all’aperto il numero massimo è 1000.

Aree esterne per cerimonie e parchi giochi per bambini

Anche quando si tratta di cerimonie, è preferito l’uso di spazi esterni. Gli ospiti devono indossare la maschera al chiuso (quando non sono seduti al tavolo) e all’aperto, se la distanza di almeno 1 metro non può essere rispettata. La modalità self-service può essere consentita per i buffet realizzati esclusivamente con prodotti confezionati monodose.

La riorganizzazione degli spazi e l’ubicazione della legge è stata fondamentale per garantire l’accesso in modo ordinato ed evitare incontri. La maschera deve essere utilizzata da genitori, tutori e tutti i dipendenti e da bambini e adolescenti di età superiore ai 6 anni. Per i campi estivi, sarà necessario incoraggiare la composizione dei gruppi di bambini nel modo più stabile possibile nel tempo, mantenendo lo stesso personale in contatto con lo stesso gruppo di bambini. ▪