Entra in contatto con noi

Fisco

Caro energia: 600 euro per fronteggiare le bollette

Pubblicato

il

Dal Decreto Aiuti bis: Esenzione dall’IRPEF fino a 600 euro per benefici aziendali ai lavoratori per la restituzione delle sole ricevute imponibili per la franchigia

La soglia dell’esenzione fiscale per beni e servizi forniti da un datore di lavoro sotto forma di fringe benefits per il 2022 è passata da 258,23 a 600 euro, corrisposti anche a titolo di compensazione delle fatture (precedentemente escluse). Questa nuova agevolazioni si unisce infatti agli altri fringe benefit  del 2022 che prevede soglie e beni ammessi anche buoni spesa, buoni benzina, rimborsi delle utenze domestiche di acqua, luce e gas, buoni benzina o titolo analoghi per un massimo di 200 euro (anche al posto dei premi di risultato).

Lo prevede il Decreto Aiuti bis, che prevede una nuova franchigia per i benefici alle imprese volti a contrastare l’aumento dei prezzi dell’energia. Quindi, secondo il Decreto, l’esenzione Irpef è doppia rispetto alla soglia ordinaria, superando anche il limite di 516 euro fissato per il 2020 e il 2021 a causa dell’emergenza Covid.

In pratica, nella franchigia di 600 euro sono comprese anche le spese per i servizi domestici relativi ad acqua, luce e gas, comprese le donazioni degli imprenditori. Occorre stare attenti a non superare la soglia in presenza di più benefit determinati con criteri differenti, bisogna accertarsi di non superare tale soglia complessiva altrimenti scatta la tassazione sull’intera somma, e non soltanto sulla parte per cui si supera la franchigia.

Questi benefici per i dipendenti fino al tetto massimo di 600 € sul libro paga non contribuiranno alla generazione di reddito e saranno esenti da imposta nell’anno fiscale 2022

Inoltre, in caso di superamento della soglia dei 600 euro, l’importo dell’eccedenza non viene tassato nel suo insieme (come previsto dal TUIR), ma solo rispetto agli importi che superano l’importo massimo. Una precisazione importante che non era prevista per legge per i tagliandi benzina emessi ad inizio anno a sostegno dei dipendenti a causa dell’aumento del costo del carburante.

Advertisement
Advertisement