lunedì 19 aprile 2021

Che fine hanno fatto le azioni Beyond Meat?

La società che ha sdoganato la carne vegetale, Beyond Meat, ha avuto un exploit incredibile a partire dalla sua IPO dell’anno scorso e le sue azioni performance da panico. Ma come stanno le cose ora?

A giudicare dalle analisi di molti investitori di Wall Street, le azioni Beyond Meat (BYND) dovrebbero essere semplicemente una moda passeggera. C’è da dire che però le azioni BYND sono aumentate del 500% rispetto al prezzo IPO di maggio 2019.

Molti hanno paragonato Beyond Meat a Tesla (TSLA) per la sua fortissima tendenza a sovraperformare. Chiunque pensi che la carne vegetale sarà il futuro, manterrà il titolo per il lungo periodo, con la convinzione che la società tragga vantaggio da uno stravolgimento dei modi in cui mangiamo.

Effettivamente esistono molte considerazioni a riguardo. Intanto da studi fatti, la carne vegetale è migliore anche per gli animali. Non è un segreto nascosto che per soddisfare la crescente domanda di carne nel mondo, gli agricoltori hanno dovuto allevare più mucche, polli e maiali del normale e metterli in condizioni difficilmente vivibili. Per anni gli americani non si sono preoccupati del benessere del bestiame. Ora, per vari motivi, lo fanno. La carne a base vegetale migliora il benessere degli animali riducendo la necessità di tante mucche, polli e maiali.

A questo si può aggiungere un impatto sull’ambiente molto positivo, a causa dell’eventuale diminuzione di gas che al momento impatta per il 9% prodotto da animali e nello specifico le mucche.

Altro fattore di non poco conto è il costo. La produzione di carne a base vegetale, su larga scala, è molto più economica. Oggi, produrre carne a base vegetale è piuttosto costoso, a causa dell’enorme spesa in ricerca e sviluppo. Tuttavia, tale spesa in ricerca e sviluppo diminuirà man mano che le aziende perfezioneranno i propri processi di produzione di carne in laboratorio e poiché tali processi beneficeranno di economie di scala.

Beyond Meat è il leader del megatrend della carne vegetale

L’azienda ha enormi vantaggi tecnologici. Produrre carne a base vegetale non è facile e Beyond Meat in questo non sembra avere competitors all’altezza. L’azienda ha molti più prodotti rispetto ad altri produttori di carne vegetale, inclusi hamburger vegetali, salsicce vegetali, maiale vegetale, ecc.

Inoltre ha vantaggi di distribuzione. Beyond Meat è già presente in 118.000 punti vendita al dettaglio e di ristorazione e ha firmato grandi accordi con McDonald’s (MCD), Starbucks (SBUX) e altri ancora.

Infine, Beyond Meat si è consolidata come marchio di settore indiscusso. Ciò vuol dire che qualsiasi nuovo player avrà grosse difficoltà a scalcarla nel sentiment collettivo, regalandogli ancora una volta il primato.