venerdì 26 febbraio 2021

Chesapeake Energy ha un nuovo inizio: ora sembra un vero affare

Il 9 febbraio, Chesapeake Energy  è uscito dal fallimento.

Ora, le azioni CHK sembrano un affare. La società non ha debiti ad eccezione di note quinquennali raccolte di recente per $ 1 miliardo.

Tuttavia, dopo gli incassi da warrant ora in the money, il debito netto rimanente è di soli $ 71 milioni, secondo un analista che scrive in Seeking Alpha .

Ancora più importante, però, la gestione ora sembra essere diventata piuttosto seria generazione di flussi di cassa liberi (FCF). Chesapeake afferma anche che il suo FCF sarà “sostenibile”.

Ad esempio, nel suo comunicato stampa iniziale all’uscita dal fallimento, Chesapeake ha affermato di aspettarsi di generare grandi quantità di FCF – $ 2 miliardi su base cumulativa nei prossimi cinque anni.

Perché le azioni CHK sono un vero affare

Lo stock di CHK ora ha 100 milioni di azioni. Utilizzando il prezzo di febbraio 13 di $ 43. 60, la capitalizzazione di mercato di Chesapeake (prima che venga esercitato uno qualsiasi dei warrant) è di $ 4. 36 miliardi. I $ 2 miliardi in FCF si attestano in media a $ 400 milioni all’anno in cinque anni.

Pertanto, un investitore che intende detenere azioni CHK per cinque anni realizzerà un rendimento FCF molto elevato. Ad esempio, $ 400 milioni diviso per $ 4. 36 miliardi di valore di mercato equivale a 9. 17% all’anno in media.

Questo, in sostanza, è il motivo per cui lo stock è un affare. Ancora una volta, questo presuppone che l’investitore detenga Chesapeake per tutti i cinque anni e che la società sia in grado di produrre quei 2 miliardi di dollari in FCF nello stesso periodo. Se è in grado di farlo, probabilmente vedrai la direzione avviare un dividendo, un programma di riacquisto di azioni o entrambi.

Ciò presuppone anche, come potresti aver intuito, che i prezzi del petrolio e del gas restano relativamente alti nei prossimi anni. Devono rimanere abbastanza alti da consentire all’azienda di produrre questi livelli di FCF. In tale ottica, il 9 febbraio Chesapeake Energy ha anche rilasciato una presentazione operativa molto dettagliata.

La società è diventata un operatore a basso costo focalizzato principalmente sul gas naturale a Marcellus in Pennsylvania shale e la regione di Haynesville in Louisiana (Slide 05). Ciò dimostra che Chesapeake ora ha un costo per barile di petrolio equivalente (BOE) compreso tra $ 13. 60 a $ 15. 05.

La differenza tra questi costi (più admin e capex) e il prezzo di mercato dell’equivalente del petrolio (attualmente superiore a $ 59 per barile) si accumula nel free cash flow. In altre parole, sta realizzando un margine molto buono che sottolineerà la natura “sostenibile” delle sue proiezioni di rendimento FCF.

Cosa succederà

A prima vista, sembra che l’azienda voglia davvero essere una società molto più conservatrice e ” generatore FCF sostenibile ”, qualunque cosa significhi. Tengo quella parola – “sostenibile” – tra virgolette, poiché non ci sono garanzie con un produttore di materie prime.

Ad esempio, nell’appendice alla presentazione, Chesapeake sottolinea che ha coperto o “bloccato il 75% dei volumi previsti per 2021” (Diapositiva 21). Il problema è che quei prezzi bloccati sono oggi molto al di sotto dei prezzi di mercato. Ciò rende l’FCF che potrebbe generare in un certo senso sostenibile o garantito, ma anche perdere il rialzo di un mercato rialzista del petrolio e del gas in questo momento.

Quindi, forse quella strategia conservatrice potrebbe dover allentare un po ‘. In questo modo, l’azienda può partecipare al mercato rialzista dei prezzi dell’energia previsti per il resto di 2021 e 2022.

Tuttavia, se Chesapeake può davvero produrre $ 2 miliardi in FCF nei prossimi anni, il mercato ricompenserà Stock CHK molto profumatamente. Ciò si verificherà una volta che il mercato si renderà conto che la società ha i mezzi per iniziare il pagamento dei dividendi o il riacquisto.

Cosa a che fare con Chesapeake Energy

L’investitore intraprendente che è disposto a prendere in parola la gestione potrebbe vedere le azioni CHK come un affare. Ciò presuppone che la resa FCF media prevista del 9,1% si realizzi.

Considerare anche una resa FCF intorno al 5% circa. Ciò implica che CHK vale più del 80% in più. Questo perché, se dividi la media di $ 400 milioni in FCF (vedi sopra) per 5%, il valore di mercato funziona fino a $ 8 miliardi.

Fondamentalmente, le azioni CHK dovrebbero valere 83. 36% in più ($ 8 miliardi diviso per Feb. 13 valore di mercato di $ 4. 36, il che implica che il suo prezzo obiettivo per un po ‘di tempo nei prossimi cinque anni è $ 80 per azione (prima dei warrant). Ciò corrisponde a un guadagno medio annuo di 12. 9% all’anno su cinque anni. Questo è un rendimento ragionevolmente buono, soprattutto se i dividendi vengono pagati lungo il percorso.