mercoledì 25 novembre 2020

Come impedire ai medici di diagnosticare erroneamente l’abuso sui minori? Non fare affidamento su una sola opinione, dicono gli esperti

Questo articolo è stato pubblicato in collaborazione con Houston Chronicle.

GALVESTON, Texas – Il Dr. Michael Laposata ha notato uno schema inquietante due decenni fa, quando era direttore dei laboratori clinici presso il Massachusetts General Hospital e una Harvard Medical School professore.

Lo stato stava prendendo i bambini dai loro genitori sulla base di errori dei medici. I bambini con lividi o sanguinamento interno sono stati erroneamente identificati come vittime di abusi dopo che i medici hanno mancato le condizioni mediche sottostanti che possono causare le stesse lesioni .

I medici sono umani, disse Laposata, e gli errori sono destinati a succedere. Ma ha detto che è difficile immaginare una diagnosi errata peggiore di quella degli abusi sui minori.

“Quando sbagliamo questo”, ha detto, “porti un bambino lontano da una famiglia amorevole, e un guardiano va in prigione. “

Negli anni da allora Laposata afferma di aver esaminato centinaia di casi per conto di genitori accusati e di aver contribuito a ribaltare diverse condanne. Ora capo della patologia presso la Medical Branch dell’Università del Texas a Galveston, fa parte di un crescente gruppo di medici che, insieme ai legislatori, stanno sostenendo misure di sicurezza più forti per prevenire le diagnosi errate di abusi su minori un’indagine annuale di NBC News e Houston Chronicle .

I legislatori del Texas hanno lanciato una serie di udienze in risposta alla segnalazione, e alcuni hanno proposto di consentire a tribunali o genitori di chiedere un secondo parere medico ) dopo che un medico ha segnalato un abuso. Altri legislatori hanno suggerito di cambiare il modo in cui i servizi di protezione dell’infanzia si avvicinano alle indagini quando l’unica prova di abuso arriva sotto forma di una nota del medico. I legislatori hanno detto che hanno in programma di accogliere queste proposte nella prossima sessione legislativa dello stato in 2021.

Mike Schneider, un ex giudice della corte minorile che ha imposto un record $ 127, sanzione sull’agenzia di assistenza all’infanzia del Texas per la sua cattiva gestione di uno dei casi evidenziati da NBC News and the Chronicle , è d’accordo che ulteriori pareri medici sarebbero utili. Ha detto che di solito gli unici medici che testimoniano nei casi di benessere dei minori sono quelli che hanno denunciato l’abuso.

Ma lo stato probabilmente raggiungerebbe la giusta conclusione più spesso se il sistema rendesse più facile ha accusato i genitori di richiedere una seconda opinione, ha detto.

“Perché non ha senso avere tutti accesso allo stesso tipo di esperienza?”, ha detto Schneider. “Il punto è arrivare alla verità.”

A livello nazionale, quasi 1, 700 i bambini sono morti per abuso o abbandono in 2017, secondo l’Ufficio dei bambini del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti. Per aiutare a prevenire queste morti, gli ospedali per bambini impiegano specialisti pediatrici che sono addestrati per differenziare le lesioni accidentali da quelle che sono state inflitte.

Lascia che le nostre notizie incontrino la tua casella di posta. Le notizie e le storie che contano, hanno consegnato le mattine nei giorni feriali.

Per legge , tutti i medici sono tenuti a informare le autorità quando sospettano che un bambino possa essere stato abusato. I pediatri che abusano di bambini vanno oltre: esaminano quindi un quadro completo delle lesioni del bambino e cercano di confermare se l’abuso si è verificato, diagnosticando non solo le condizioni mediche di un bambino, ma anche ciò che l’ha causato.

In Texas e in molti altri stati, il lavoro di questi medici è finanziato in parte da sovvenzioni da parte dello stato assistenziale per l’infanzia e agenzie di sanità pubblica, che sostengono i team medici ospedalieri per la revisione dei casi per conto dei servizi di protezione dell’infanzia. Il loro lavoro è particolarmente vitale nei casi in cui coinvolgono bambini troppo piccoli per descrivere ciò che è loro accaduto.

Ma nel loro zelo per proteggere i bambini, alcuni pediatri che abusano di bambini hanno anche implicato genitori che sembrano credibili rivendicazioni di innocenza, che portano a separazioni traumatiche della famiglia e discutibili accuse penali , la NBC News e l’indagine Chronicle trovati. In alcuni casi esaminati dai giornalisti, i medici curanti o altri esperti medici non erano d’accordo con le conclusioni dei pediatri che si occupano di abusi sui minori sostenuti dallo stato, ma i servizi di protezione dell’infanzia non hanno tenuto conto delle opinioni di tali medici prima di separare le famiglie.

Lo stato ha portato il figlio di 4 mesi di Ann Marie Timmerman a 2016 dopo aver subito un sequestro e un pediatra di abusi su minori lo ha diagnosticato una vittima della sindrome del bambino scosso . Un neurochirurgo pediatrico nello stesso ospedale ha detto alla famiglia che il sequestro era stato causato da una condizione medica di base, ma lo stato non ha consultato quel medico e Timmerman e suo marito hanno impiegato sette mesi per provare la loro innocenza e riguadagnare la piena custodia.

“Se lo stato non avesse completamente ignorato la diagnosi iniziale di neurochirurgo, non avremmo dovuto sopportare il trauma non necessario causato alla nostra famiglia”, ha detto Timmerman. “Le seconde opinioni in casi come il mio dovrebbero essere automatiche.”

Dr. Tammy Camp, il presidente della Texas Pediatric Society, ha dichiarato in una dichiarazione che la segnalazione ha dimostrato quanto sia difficile per i medici determinare se le ferite di un bambino sono state inflitte. Ecco perché i pediatri per abuso di minori trascorrono anni di formazione per identificare le condizioni che possono essere confuse per abuso, ha detto.

Ma anche allora, ha detto, “la diagnosi di abuso di solito non è in bianco e nero , ma piuttosto una previsione di rischio “. Ha indicato casi in Texas in cui i pediatri di abuso di minori non sono stati consultati e i bambini sono morti.

” L’attuale sistema è un grande miglioramento rispetto alle protezioni che erano a posto 000 anni fa, prima della disponibilità di consultazioni pediatriche per abusi di minori “, ha detto Camp,” ma i miglioramenti possono sempre essere fatti “.

La Texas Pediatric Society ha iniziato a discutere dei modi per migliorare il sistema, ha affermato Camp, ma ha sottolineato che eventuali cambiamenti “devono essere attentamente valutati per potenziali conseguenze indesiderate sulla salute e sulla sicurezza di questi bambini più vulnerabili”.

Prima di apportare qualsiasi modifica, Laposata ha dichiarato medici e governo i funzionari devono riconoscere ciò che è ampiamente noto in tutti i campi della medicina: Anche i bravi dottori fanno errori . Tali errori sono così comuni, i ricercatori stimano che 12 milioni di americani ricevono una diagnosi errata ogni anno , a volte con conseguenze devastanti.

Per questo motivo, Laposata ritiene che ulteriori gli esperti medici dovrebbero essere consultati all’inizio di questi casi piuttosto che dopo che è già stata fatta una diagnosi di abuso.

“È così cruciale che lo facciamo subito all’inizio e non dopo un bambino è stato erroneamente preso dai genitori, o peggio, rimandato in una casa dove viene abusato “, ha detto.

Laposata sta sostenendo un modello che ha pilotato alcuni anni fa, quando ha si è trasferito in Texas e ha riunito un team multidisciplinare per fornire recensioni gratuite sui casi per i genitori che credono di essere stati accusati ingiustamente.

Ogni mese, il team esamina circa una mezza dozzina di casi di abuso in tutto il paese, alla ricerca di errori o mancata pr medico emblemi che potrebbero spiegare le ferite di un bambino. Il team si riunisce quindi per discutere di ciascun caso e tenta di raggiungere un consenso. A volte sono d’accordo con i dottori che inizialmente hanno riferito di un abuso, ha detto Laposata, ma altre volte scopri prove esoneranti .

Dr. Michael Laposata Elizabeth Conley / Houston Chronicle

Pannelli simili potrebbero essere istituiti per riesaminare i casi per conto dello stato, finanziati dal governo o in modo indipendente, ha detto Laposata. Idealmente dovrebbero includere non solo pediatri, ma anche sottospecialisti e patologi pediatrici con esperienza nella diagnosi di una gamma più ampia di condizioni che potrebbero imitare lesioni abusive.

Includere ulteriori medici potrebbe anche ridurre il rischio di errori risultanti dalla propensione di un singolo medico, che è una delle principali cause di errori medici , ha detto Laposata.

“Penso che il problema più grande in questi casi sia che ad altri esperti spesso non viene chiesto di pesare dentro “, ha detto. “Forse sei un pediatra e sei stato nominato nel gruppo di abusi su minori, ma non hai mai trascorso del tempo in coagulazione con un bambino che è ammaccato o sanguina. O in ortopedia o endocrinologia con un bambino con ossa rotte. O in dermatologia con un bambino che ha cambiamenti della pelle. Gli esperti di tutte queste discipline devono essere consultati. ”

Questo sentimento è stato ripetuto in più di una dozzina di messaggi di sottospecialisti pediatrici che hanno contattato i giornalisti di NBC News e Chronicle nelle ultime settimane con storie di pazienti chi hanno dichiarato di essere stati diagnosticati come vittime di abusi da una squadra di maltrattamenti pediatrici in ospedale, nonostante ciò che credevano fosse una prova contraria. Gary Brock, un ortopedico pediatrico che ha lavorato presso il Texas Medical Center di Houston per 29 anni, ha detto che ha visto i medici riferire ai bambini con ossa rotte come vittime confermate di abuso nonostante forti prove, secondo lui, che le ferite non sono state inflitte.

“Ci sono pochissime lesioni che possiamo guardare e dire: ‘Questo è sicuramente un abuso di minori'”, ha detto Brock. “Quindi per un pediatra dire che, che ha poca formazione in radiologia o ortopedia, dovrebbe essere obbligatorio avere una seconda opinione da uno specialista.”

Brock ha suggerito di trovare un modo per rendere più semplice per il trattamento di medici con programmi clinici impegnati da testimoniare in tribunale, potenzialmente attraverso teleconferenze.

“Vorrei davvero sottolineare che tutti vogliono farlo bene e la sicurezza del il bambino è assolutamente il principale ”, ha detto Brock. “Ma in circostanze in cui almeno la metà delle volte non possiamo distinguere tra trauma accidentale e trauma non accidentale, le opinioni multiple sono obbligatorie, non facoltative.”

Come riportato da NBC News 24742777