giovedì 26 maggio 2022

Curiosità sul tuo sperma e sul tuo seme. Dalla storia all’attualità aneddoti da raccontare

Sostanze enigmatiche che contengono l’enigma della vita

Lo sperma e il seme che sono all’origine della riproduzione custodiscono ancora molto segreti che la scienza e la medicina non sono riuscite a svelare nonostante la grande strada percorsa. Ricordiamo che questa curiosità ci accomuna con numerose culture infatti lo sperma e il seme sono considerate sostanze sacre in alcune credenze religiose o ideologiche. La parola seme deriva dal termine latino semen o seminis, si credeva infatti  in passato che l’uomo deponesse il suo seme nella donna e lei producesse come frutto una nuova vita. Sveliamo però un falso mito: sperma e seme non sono la stessa cosa: il seme è il fluido che viene prodotto durante l’eiaculazione e che trasporta lo sperma o l’insieme di spermatozoi ovvero le cellule riproduttive maschili. Altre cosa da sapere è che lo sperma si forma solo nei testicoli, il liquido  seminale si forma nella prostata prima, nelle vescicole seminali poi e solo infine nei testicoli. Gli spermatozoi sono prodotti continuamente ma dalla loro nascita alla loro maturità impiegano 74 giorni. Lo sperma espulso ha la consistenza di gel per restare più a lungo nella vagina ma in seguito di fluidifica. È interessante anche sapere che ogni millilitro di plasma seminale contiene tra i 20 e i 300 milioni di spermatozoi e che un’eiaculazione media contiene tra 1 e 5 millilitri di sperma, cioè tra 20 e 1500 milioni di spermatozoi. Inoltre occorre sapere che gli spermatozoi sono le uniche cellule prodotte da un individuo progettate per sopravvivere in un altro corpo ( vivono tra le 24 e 48 ore nel corpo femminile e in casi eccezionali anche 5 giorni).

Occorre prendersi cura del proprio delicato apparato riproduttivi perché è molto sensibile e per fino la biancheria intima può sensibilizzarli: per esempio anche i boxer sono stati collegati a una produzione di sperma di qualità superiore. L’intimo stretto infatti aumenta la temperatura dei testicoli e quindi porta ad una produzione inferiore del numero di spermatozoi. Anche l’alimentazione è strettamente collegata: secondo studi scientifici il consumo di frutta secca migliora la qualità dello sperma e il numero di spermatozoi. Inoltre l’Università della Florida consiglia di cambiare spesso partner:  gli uomini producono più sperma quando hanno una nuova partner.

Curiosità divertenti

Lo sperma migliora l’umore, gli uomini sono infatti più felici quando eiaculano.

C’è chi mangia lo sperma e seme che sono usati in alcune ricette dal Natural Harvest: A Collection of Semen-Based Recipes: una forma di  esotismo che non apporta un importante contributo nutrizionale.

Anche l’arte lo ha utilizzato: Il pittore Martin von Ostrowski ha utilizzato lo sperma in alcune sue opere mischiandolo con altro materiale. C’è anche chi L ha usato come inchiostro invisibile ovvero le spie della prima guerra mondiale.