lunedì 01 marzo 2021

Diamanti coltivati in laboratorio: dovresti comprarli?

Se sei uno di quelli che amano una roccia scintillante o due, i diamanti potrebbero benissimo essere i tuoi migliori amici, ma sei preoccupato di dove sono venuti da se ha tutte le proprietà di una gemma estratta?

I diamanti coltivati in laboratorio sono certamente cresciuti in popolarità negli ultimi anni e nonostante siano realizzati in laboratorio piuttosto che in miniera, sono in giro 30% per 40% meno costoso, anche con i gemmologi più esperti incapaci di distinguere.

“La popolarità dei diamanti coltivati in laboratorio è esplosa negli ultimi anni”, spiega Mitch Perry di Hatton Garden Diamond . “Fisicamente e chimicamente, hanno lo stesso aspetto dei diamanti normali, ma sono molto più economici e certamente attraenti per i giovani acquirenti che cercano i loro soldi per andare oltre.”

I diamanti coltivati in laboratorio possono essere utilizzati per tutti i tipi di gioielli, inclusi gli anelli di fidanzamento

I diamanti coltivati in laboratorio sono emersi sulla scena dei diamanti alcuni anni fa e sono realizzati prendendo i resti di diamanti esistenti e quindi trattandoli ad alta pressione e alta temperatura per formare un diamante sintetico. Hanno esattamente lo stesso aspetto dei diamanti normali, che sono minerali composti da carbonio puro.

Da un punto di vista ecologico ed etico, i diamanti coltivati in laboratorio sono superiori con ogni carato di diamante estratto che disturba 100 piedi quadrati di terreno e 2,7 tonnellate di rifiuti naturali in fase di creazione. Inoltre, si dice che ce ne sia uno in 1000 tra i minatori che lavorano per scoprire diamanti, mentre non ce ne sono in un laboratorio.

Perry aggiunge: “Le persone ora sono molto più consapevoli di ciò che acquistano e da dove provengono i loro prodotti. I media e i film come Blood Diamond hanno sollevato molta consapevolezza sul commercio di diamanti e sui problemi che derivano dalla coltivazione di diamanti da paesi dilaniati dalla guerra.

“Sebbene Hatton Garden si occupi solo di diamanti etici, i consumatori hanno Tranquillità sapendo che un diamante coltivato in laboratorio è stato realizzato in un laboratorio nel Regno Unito o negli Stati Uniti (i leader di mercato) – e non estratto dai lavoratori attraverso la coercizione o la schiavitù. “

“Le persone ora sono molto più consapevoli di ciò che acquistare e da dove provengono i loro prodotti “, afferma Mitch Perry di Hatton Garden Diamond

I diamanti coltivati in laboratorio possono essere utilizzati per tutti i tipi di gioielli compresi anelli di fidanzamento, bracciali, collane e ciondoli, ma è ancora da vedere se manterranno il loro valore. “È ancora molto presto per i diamanti coltivati in laboratorio o sintetici”, spiega Perry. “In questo momento, non sappiamo se manterranno il loro valore allo stesso modo di un normale diamante estratto e originario del Sud Africa, Australia o Canada. Tuttavia, avendo vere tracce di diamante al suo interno, è ancora prezioso e dovresti assicurarlo come faresti con qualsiasi altro gioiello. “

Quindi, quando si tratta di decidere prima di te acquistare se i diamanti coltivati in laboratorio sono ancora diamanti “veri” (i venditori diranno che lo sono), è una buona idea fare quante più ricerche possibili e decidere quale sia la soluzione giusta per te. Ci sono molti argomenti a favore della versione sviluppata in laboratorio, ma di certo non vorrai guardare a spendere troppo a meno che tu non sia sicuro che i gioielli che acquisti saranno ancora altrettanto degni negli anni a venire.

Detto questo, con le domande etiche che sorgono con le versioni minate, potresti essere molto a tuo agio con la tua decisione con una versione cresciuta in laboratorio. Alla fine la decisione sarà tua, ma puoi essere certo che un venditore rispettabile sarà rigoroso quando procurerà le loro versioni minate in entrambi i casi.