domenica 28 novembre 2021

Digitalmeet 2021: nono festival italiano sull’alfabetizzazione digitale

Donne, competenze e crescita sono le parole chiave del 9° festival italiano Digitalmeet 2021 dedicato all’alfabetizzazione digitale per cittadini e imprese. Intervenuti 68.000 utenti della rete, di 19 regioni italiane su 20, per un totale di 134 eventi, sia in presenza che da remoto. Tutto questo è stato possibile grazie a un esercito di volontari, 285 relatori e 112 associazioni

Il successo della nona edizione di Digitalmeet sta nel numero, il più grande e diffuso festival italiano di alfabetizzazione digitale per cittadini e imprese, organizzato da Fondazione Comunica e I-Center Tag Padova. L’edizione di quest’anno è “diversa dal solito”, soprattutto per “un momento storico che il Paese sta vivendo e che permette davvero di mettere in pratica un programma strutturato di digitalizzazione capillare in vari campi”, ringraziano gli organizzatori per aver sottolineato evento. nelle tecnologie digitali, “per ampliare le competenze della popolazione e per il PNRR”, che ha stanziato risorse economiche per contrastare questo sviluppo, anche nelle aree dove le tecnologie digitali sono più deboli e meno diffuse.

Donna, abilità e altezza sono le tre parole chiave che hanno caratterizzato l’edizione 2021 di Digitalmeet. Durante l’evento si è parlato del costante aumento del numero di studentesse nella scelta delle facoltà della fondazione (scienze naturali, tecnologia, ingegneria e matematica), sebbene la maggioranza di coloro che accedono alle facoltà scientifiche e tecniche siano ancora uomini; il ruolo strategico delle donne nello sviluppo digitale, con la presentazione in Senato dello studio “Dal soffitto al diaframma di vetro – Impresa e carriera delle donne” del professor Paolo Gubitta dell’Università di Padova in collaborazione con gli analisti di InfoCamere, che hanno indagato la presenza di donne più importanti al Sud che al Nord alla guida delle aziende in Italia.

Digitalmeet 2021 ha affrontato il problema delle competenze digitali in cui l’Italia è ancora in ritardo, anche se nell’anno e mezzo della pandemia sono stati fatti significativi passi avanti con i tablet digitali che sono stati inviati in tutta Italia durante gli eventi dell’organizzazione regionale. Evangelista Digitale regionale. . ambasciatori e relatori. Si è parlato anche di crescita: Digitalmeet, che è attualmente il più grande e diffuso festival italiano di alfabetizzazione digitale, e di crescita economica del Paese, anche grazie alla posizione del PNR. Dal punto di vista tecnico è stato un festival completamente ibrido, con la possibilità di vedere gli eventi sia di persona che online. “Si tratta di uno strumento a cui non rinunceremo di certo per le prossime edizioni, perché ci ha dato l’opportunità di fare un bel viaggio in giro per l’Italia, da Messina a Terni a Trieste”, ha commentato Gianni Potti, presidente di Fondazione Comunica e fondatore di Digitalmeet . .

Il ponte digitale, come ha sottolineato Potti, “ha unito tutto il Paese e ha fatto di Digitalmeet un luogo di incontro e piattaforma per lo sviluppo delle tecnologie digitali in Italia. E con questo spirito guardiamo già all’edizione  del prossimo anno, che si svolgerà dal 18 al 23 ottobre 2022”. “Durante la nona edizione di Digitalmeet – ha detto infine – abbiamo raccontato al Paese quanto è cambiata la tecnologia digitale nell’ultimo periodo. Ognuno di noi in un anno e mezzo di pandemia ha dovuto affrontare la necessità di confrontarsi con le tecnologie digitali e i loro strumenti; è quindi necessario approfittare della marea e proiettarci verso il futuro, che è già in parte presente e supportato dalle risorse PNRR, affinché tutti abbiano accesso alla connettività e all’alfabetizzazione digitale”.