Entra in contatto con noi

Mondo del Lavoro

Doppio orale per chi vuole diventare avvocato nel 2022

Pubblicato

il

Anche per il 2022 l’esame di stato per giovani avvocati prevede un doppio orale e varie misure per prevenire il contagio da Covid

L’Esame di Stato di Avvocato, anche per il 2022, consisterà in due prove orali per garantire una maggiore sicurezza di fronte alla prolungata emergenza sanitaria causata dal Covid-19. Tale provvedimento è stato previsto dall’articolo 39 bis del Decreto Semplificazione legislativa, riprendendo quanto già introdotto per i bandi 2021 nonostante dallo scorso anno molte cose siano cambiate e molte altre aperture hanno concesso a tanti altri settori di tornare alla normalità.

Cosa dovrà quindi fare  chi vuole diventare nel 2022 avvocato?

Festeggeranno coloro che rendono più all’orale che allo scritto perché  anche nel 2022, i futuri avvocati devono superare l’esame di stato con le stesse procedure  introdotte lo scorso anno su proposta del ministro Marta Cartabia ovvero sostenendo la prima prova orale della durata complessiva di 60 minuti, utilizzata dai candidati per studiare un caso specifico e discuterlo davanti alla commissione e con la seconda prova orale, della durata compresa tra 45 e 60 minuti, che si svolge entro e non oltre 30 giorni dalla prima prova orale.

Chi detterà il calendario delle prove?

Il ministero della Giustizia fisserà una data di inizio degli esami di stato per diventare avvocato, che specificherà anche le modalità di estrazione a sorte delle prove, nonché le regole di accesso e permanenza nelle sedi d’esame come misure volte alla prevenzione e protezione dal rischio di contagio. Inoltre, il ministero avrà anche il potere di decidere come utilizzare gli strumenti compensativi previsti per i candidati con particolari difficoltà di apprendimento.

Ricordiamo però che termine per iscriversi al Registro dei Praticanti, ai fini dell’esame di avvocato 2023 è stato il 1° luglio 2022 in modo da far deliberare l’iscrizione nell’ultima seduta disponibile del 07/07/2022. Viene così differita di un ulteriore anno, l’entrata in vigore della nuova disciplina.

Advertisement
Advertisement