martedì 19 ottobre 2021

Durante la Nadef si svelano dati positivi per il Belpaese

Un quadro positivo anche oltre le aspettative per il nostro Belpaese. A dirlo Mario Draghi in conferenza stampa a Palazzo Chigi

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi “da’ i numeri” e numeri davvero positivi presentando la Nadef  in conferenza stampa a Palazzo Chigi : “Il quadro economico è di gran lunga migliore di quello che noi stessi pensavamo potesse essere 5 mesi fa.La crescita per il 2021 è del 6% invece di una ipotesi del 4,5% formulata 5 mesi fa. Il deficit rispetto al Prodotto interno lordo è 9,4% invece di 11,8% ed è anche in calo rispetto al 2020. Il debito pubblico anche è in lieve discesa. C’è fiducia ora nell’Italia, tra gli italiani e nel resto del mondo verso l’Italia. Questa è un’altra notizia positiva. Il rimbalzo degli investimenti recupera tutto ciò che era stato perso lo scorso anno e anche di più”.

Commentando la ripresa dalla pandemia il Premier vede e diffonde speranza. Il suo anche un messaggio che invita all’ unione e al rispetto, per affrontare insieme la crisi e far si che l’Italia possa uscirne rinvigorita:

“La sfida più importante -evidenzia ancora- è quella di rendere la crescita equa, sostenibile, duratura e strutturale, a livelli dei tassi di crescita più alti di quelli precedenti alla pandemia, che erano molto bassi. L’ingrediente ambientale che ha favorito la ripresa è la vaccinazione, il fatto che si possa lavorare con tranquillità nell’azienda, che si possa andare in giro. Dobbiamo proteggere questa crescita in tutti i modi possibili. In caso di recrudescenza dell’epidemia noi siamo pronti ad affrontarla senza ospedalizzazioni diffuse, senza la pressione sulla struttura ospedaliera che abbiamo visto nel passato”.

Dal problema dell’alto debito pubblico si esce prima di tutto con la crescita. – continua Draghi – Questo significa anche però che nella selezione delle misure per la legge di bilancio dobbiamo stare attenti a quali misure contribuiscono a una crescita che sia equa, sostenibile e duratura e quali sono invece indifferenti per questa crescita. La legge di bilancio che verrà presentata tra poche settimane rimarrà una legge fondamentalmente espansiva”.