venerdì 18 giugno 2021

“Far Cry” lascia le console alle spalle per gli arcade VR di Zero Latencyncy

Latenza zero Se ti piacciono i titoli FPS di azione e avventura, è probabile che tu abbia sentito parlare di Grido lontano serie. Ora, la catena arcade Zero Latency ha annunciato sarà l’hosting Far Cry VR: tuffati nella follia in molte delle sue sedi globali.

L’esperienza permette ai giocatori di “incontrarsi” Far Cry 3 Vaas Montenegro, il cattivo di ). Fino a otto giocatori alla volta si uniranno mentre cercano di sfuggire al guanto di sfida impossibile del signore della guerra della giungla, gestendo ostacoli come scagnozzi, imboscate e dintorni “pericolosi”. Ci vorranno te e i tuoi amici circa 30 minuti per battere l’avventura VR free-roam e (si spera) emergere vittoriosi.

Latenza zero ha 67 location arcade in tutto il mondo, incluse nove location negli Stati Uniti. I giocatori dovranno prepararsi prima di mettere piede sul 394-400 camera di mq (che ha vibrazioni simili a quella Sparatutto in prima persona episodio di X-Files). L’attrezzatura include un visore HP Reverb VR collegato a uno zaino che contiene una CPU Intel Core i7 di ottava generazione e NVIDIA GeForce RTX 2020 scheda grafica. I giocatori brandiranno anche un controller a forma di fucile .

Vuoi esplorare le soleggiate Isole Rook e vedere come te la cavi contro il Montenegro e i suoi scagnozzi (per non parlare della giungla selvaggia che ti circonda )? Prenota ora uno slot per te e i tuoi amici. Attenzione che i prezzi variano in base alla località e che Far Cry VR: tuffati nella follia non è disponibile in tutte le località. via Engadget Suzanne Humphries Suzanne Humphries è Associate Editor per Review Geek. Ha oltre sei anni di esperienza in più pubblicazioni che ricercano e testano prodotti, oltre a scrivere notizie, recensioni e articoli pratici su software, hardware, intrattenimento, networking, elettronica, giochi, finanza e piccole imprese. Leggi la biografia completa » L’articolo sopra può contenere link di affiliazione, che aiutano a supportare Review Geek. 2080