Entra in contatto con noi

Fisco

Fattura elettronica: da domani obbligatoria per il regime forfettario

Pubblicato

il

Scatta domani la fattura elettronica per i regimi forfettari ma la novità non da preoccupa i professionisti. I dati della “non preoccupazione” sono oggetto di uno studio di Aruba. Un professionista su due non  risulta spaventato dal nuovo obbligo 

Lo dice uno studio di Aruba che indaga le attese e le percezioni sulla fatturazione elettronica dei liberi professionisti. Risulta infatti dall’analisi dei dati che un professionista su due non è spaventato dall’obbligo di fatturazione elettronica per i contribuenti che applicano il regime forfettario e che hanno conseguito, nel 2021, ricavi o compensi superiori a 25mila euro, per tutti gli altri, l’obbligo scatterà dal prossimo 1° gennaio 2024.

La nuova indagine per la precisione è stata realizzata da Nielsen e commissionata da Aruba, il principale cloud provider italiano e leader nei servizi di data center, web hosting, e-mail, Pec e servizi certificati, tra cui la fatturazione elettronica.

Gli esperti Nielsen dicono: “Secondo i risultati della survey, svolta tra fine maggio e inizio giugno 2022, la nuova normativa polarizza gli intervistati, e i favorevoli e i contrari arrivano quasi ad equivalersi: il 40% si dice molto o abbastanza favorevole, a fronte di un 36,5% che invece si professa abbastanza o molto contrario. Il restante 23,5% del campione coinvolto si dice indifferente o poco interessato. Interessante il dato che sottolinea come i più favorevoli alla nuova normativa siano i giovani (18-34 anni), mentre, al contrario, i meno propensi appaiono gli over 55. Secondo l’indagine, inoltre, coloro che hanno un atteggiamento favorevole, inoltre, ritengono che i vantaggi della nuova normativa siano legati soprattutto all’ottimizzazione della gestione delle fatture (43%) e al contrasto all’evasione fiscale (40,8%). Tra i benefici da evidenziare seguono l’obiettivo della dematerializzazione dei documenti (32,7%), la riduzione dei tempi (24%), una maggiore sicurezza (22%) e la diminuzione degli errori (21,6%)”.

 L’obbligo si applica dal 1° luglio ma solo per alcuni forfettari
Dal 1° luglio 2022 l’obbligo di fattura elettronica entra in vigore per i contribuenti in regime forfettario che nell’anno precedente hanno percepito ricavi o compensi superiori a € 25.000.
Il 1° gennaio 2024 l’obbligo si estende a tutti gli altri forfettari.

Le sanzioni non sono immediate
Per il terzo trimestre del periodo d’imposta 2022 (cioè da luglio a settembre) le sanzioni non si applicano ai forfettari obbligati dal 1° luglio, se la fattura elettronica viene emessa entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.