Entra in contatto con noi

Lifestyle

Free The Nipple: quando le donne vogliono i capezzoli uguali

Pubblicato

il

Il seno è completamente libero da ogni forma di tabù: questo è l’obiettivo della campagna Free The Nipple, che sottolinea la capacità delle donne di mostrare liberamente il proprio seno, cioè senza molti riferimenti sessuali. I capezzoli delle donne, infatti, troppo spesso restano un tabù, qualcosa da nascondere, perché si intrecciano con il regno sessuale e personale. È proprio vero?

Il capezzolo: campagna di equità capezzolo

La campagna inizia negli Stati Uniti con l’attivista e regista Lina Esco, che di sua iniziativa è riuscita a riunire personaggi famosi come Miley Cyrus, così come attori maschi come Matt McGorry, che lottano per il seno delle donne e, in particolare, il capezzolo, equivale a maschile. La libertà di andare in topless senza essere condannati per oscenità è uno dei tabù sociali ancora da sfatare.

La discriminazione del capezzolo femminile, infatti, non è solo una prerogativa del pensiero quotidiano: basti ricordare il disagio che molte donne provano quando i capezzoli brillano sotto i loro vestiti; Inoltre, esistono delle vere e proprie politiche sociali che regolano la pubblicità online, in base alle quali è vietato l’uso di immagini di un capezzolo femminile, ma è consentito quello maschile. Questo accade su piattaforme come Instagram e Facebook, dove vengono accettate solo le immagini che collegano il seno all’allattamento al seno o che presentano una cicatrice sul seno dovuta alla rimozione del seno.

Pertanto, la campagna Free The Nipple si impegna, attraverso la diffusione di materiali culturali, inclusi film, fotografie e testimonianze, a ripristinare una sorta di uguaglianza globale attraverso tabù che promuovono le differenze di genere.

Advertisement

Dalle battaglie sociali al ritocco: quando le battaglie sociali creano tendenza

C’è chi sostiene la campagna Free The Nipple per i suoi contenuti ideologici e social, e c’è chi invece ne approfitta per lanciare una nuova tendenza. Proprio come i seni, anche i capezzoli variano da donna a donna e una forma gonfia non è sempre un dono naturale. Tuttavia, la voglia di essere all’altezza di questo nuovo ideale estetico ha portato molte donne a sottoporsi a un intervento chirurgico per avere capezzoli gonfi e pieni. Tra i problemi che devono essere corretti ci sono i problemi associati ai capezzoli piatti o leggermente sporgenti.

Come si interviene per la correzione del capezzolo?

Ogni caso ha le sue caratteristiche, quindi deve essere analizzato ed esaminato da un chirurgo serio e qualificato. Tra gli interventi realizzabili troviamo: Aumento del capezzolo: come procedura, la mammoplastica tende a spingere fuori il tessuto. Inserendo il giusto tipo di protesi, puoi ottenere l’effetto con capezzoli più sporgenti. Riempimento:  In questa tecnica, un impianto di acido ialuronico viene utilizzato come riempitivo. Il prodotto, come le labbra, è biodegradabile e va riapplicato una volta all’anno. È una tecnica ambulatoriale di facile esecuzione e ripetuta nel tempo. Correzione chirurgica del capezzolo:  In questo caso si tratta di un’operazione che viene eseguita quando ci si ritrova con i capezzoli piatti o invertiti. Questa pratica viene svolta in ambulatorio chirurgico, in day hospital e in pronta guarigione. L’unica controindicazione è la perdita della capacità di allattare.

Chirurgia capezzolo gonfio: è sempre possibile?

Prima di ricorrere all’intervento chirurgico, tieni presente che i capezzoli sono una zona molto delicata. Pertanto, prima di procedere, è importante consultare un chirurgo specializzato che possa affrontare la questione da un punto di vista scientifico, guidando passo dopo passo il paziente lungo questo percorso.

In alcuni casi, il chirurgo può sconsigliare l’intervento chirurgico, soprattutto se la paziente desidera pianificare rapidamente una gravidanza o se è una giovane donna. Occorre inoltre diffidare di chi propone interventi a prezzi stracciati, perché questo può essere sintomo di possibili frodi o operazioni di scarsa qualità. Vuoi migliorare l’aspetto del tuo seno? Parliamone insieme per determinare quale sia la soluzione migliore per la tua situazione. Rivolgiti alla Dott.ssa La Rusca: puoi farti seguire da uno specialista serio e qualificato che ha a cuore la tua salute e il tuo benessere. Richiedi ora un appuntamento.

Advertisement
Advertisement