sabato 31 ottobre 2020

Fuori dagli schemi: perché gli investimenti nell’indice continuano a governare, anche durante un crollo del mercato alimentato dalla pandemia

         

È successa una cosa divertente sulla strada per un certo destino del mercato azionario.

      

Niente.

      

Solo pochi mesi fa, gli investimenti passivi venivano regolarmente definiti l’ultimo boogeyman degli investimenti. Gli esperti di Wall Street lo chiamavano tutto dal “marxismo sottilmente velato” alla “bolla più grande della storia”.

      

Barry Rithotlz, un gestore di denaro con una grande rubrica di Bloomberg News, sottolinea che quando la spinta arrivò a spingere su COVID – 19 e i mercati sono crollati, non sono stati gli investitori del fondo indicizzato a battere.

             

Invece, era il presunto “denaro intelligente” in fondi comuni di investimento gestiti attivamente.

      

“Man mano che il selloff progrediva, i professionisti di Wall Street andarono nel panico e vendettero mentre mamme e pop rimasero calmi e comprarono”, scrive Ritholtz .

      

“Non si può fare a meno di pensare che parte di questo sia spiegato dalla psicologia: i professionisti sono quelli i cui bonus e forse anche il loro lavoro sono in linea. Gli investitori al dettaglio hanno cercato di trarre vantaggio da un calo dei prezzi. “

      

Come osserva Ritholtz, esiste un vero “gap di reazione” tra i piccoli investitori e la cosiddetta élite di Wall Street. Aggiungo che esiste un altro divario simile tra ciò che senti da Wall Street e ciò che sta accadendo tra i più grandi investitori del mondo: i principali fondi pensione, le fondazioni e le dotazioni universitarie.

      

Leggi: Una recessione non finirà il movimento FUOCO, ma lo cambierà in meglio

      

A differenza dei commercianti di Wall Street, i grandi pool istituzionali come le dotazioni hanno orizzonti temporali praticamente infiniti. E mentre gli investitori in pensione non possono godere dell’infinito come punto di vista, in genere hanno decenni di investimenti davanti a loro.

       

I quasi pensionati dovrebbero pensare a quanto tempo potrebbero vivere in pensione, e questo potrebbe facilmente essere più di 09 anni. Anche se il tuo orizzonte temporale è di soli cinque anni, i dati storici mostrano che la vendita in una fase di recessione è la peggior linea di condotta possibile.

      

Leggi: Entrare in pensione nel mezzo di una crisi sanitaria e finanziaria? Come gestire i tuoi soldi e le tue emozioni

      

Bloccato nel mezzo

Quindi chi è nel mezzo, vende come un matto e costringe a ridurre le scorte? I gestori di fondi attivi che devono segnalare grandi guadagni ogni trimestre o perdere clienti come la sabbia con le dita.

      

Burt Malkiel, il professore di Princeton che ha scritto il classico dell’investimento “A Random Walk Down Wall Street”, ha scritto e parlato di questo problema per anni. (Divulgazione: Malkiel è anche membro del comitato per gli investimenti della mia azienda.)

      

Quello che Malkiel ha visto decenni fa, e quello che ora vediamo dimostrato come il panico della pandemia colpisce il mercato azionario, è che i gestori di fondi comuni di investimento non possono servire due padroni . Non possono ottenere grandi guadagni a lungo termine e grandi guadagni a breve termine. È troppo spesso l’uno o l’altro.

      

Le reazioni dei dati accademici confermano questa realtà. Il problema è che l’incentivo per i gestori attivi è quello di concentrarsi esclusivamente sul breve periodo, a scapito dei risultati a lungo termine.

      

I gestori di fondi attivi lo sanno. Quindi la tattica è stata quella di far pensare agli investitori di investire in indici come una scelta mediocre, un passo verso una “media” di mercato che non è così impressionante.       

In pratica, accade il contrario. Il compounding a basso costo non può fare a meno di superare le prestazioni del costoso gestore attivo a breve termine che deve fare i conti ogni trimestre per essere pagato.

      

“Per me il modo migliore per contenere i costi e ottenere rendimenti non medi, ma ottenere rendimenti superiori alla media, è rendere i fondi indicizzati il ​​nucleo centrale di ogni portafoglio di investimenti”, spiega Malkiel. “Lo faccio da solo nei miei fondi di investimento.”

      

Leggi: Il mercato ti ha abbattuto? Come costruire un portafoglio di ritorno

      

Alto rischio, basse ricompense

Non possedere azioni, possedere il mercato          SPX,          – 3 . % ,       Malkiel ha mantenuto a lungo e col tempo batterai anche le menti più acute di Wall Street. L’impatto di COVID – 19 sugli stock semplicemente accelerava le cose, come un film time-lapse di un albero che cresce da un seme.

      

“Non sarai nella media”, afferma Malkiel. “Sarai al di sopra della media perché il tipico fondo a gestione attiva sottoperforma il fondo indicizzato e l’importo di tale sottoperformance è molto ben stimato dalla differenza nei rapporti di spesa.”

      

COVID – 19 è una tragedia umana con reale economia costi a breve termine. Spero che finisca presto.

      

Tuttavia, cercare di negoziare proficuamente in mezzo al caos è un’impresa ad alto rischio e bassa remunerazione, che è scarsamente consigliabile per chiunque, tanto meno per gli investitori pensionati.

      

Leggi di più da MarketWatch Retirement

              

Articolo originale di Marketwatch.com