venerdì 30 ottobre 2020

General Motors ha chiuso le operazioni di car-sharing di Maven

Una Chevy Volt e una GMC Acadia, parcheggiate su Little Raven Court, sono disponibili per il car sharing attraverso una nuova app di Maven a Denver .

Helen H. Richardson | The Denver Post | Getty Images

General Motors sta chiudendo il suo marchio di car-sharing Maven, un’attività di mobilità un tempo emergente per la casa automobilistica.

GM ha confermato martedì che le operazioni dovrebbero cessare entro quest’estate dopo aver comunicato i piani all’inizio della giornata a Maven’s more of 230, 000 utenti. La società aveva sospeso le attività all’inizio dell’anno a causa di Covid – 19.

Il portavoce GM Stuart Fowle ha dichiarato che la decisione di terminare le operazioni è in parte dovuta al virus ma anche al business stesso, che non si pensava fosse redditizio.

“Abbiamo preso il periodo di sospensione per esaminare criticamente la nostra attività e abbiamo preso la decisione difficile di trasferire le nostre risorse, capacità e tecnologia ad altre attività GM dove c’è maggiore potenziale di profitto e crescita “, ha scritto in una e-mail a CNBC.

GM ha annunciato Maven come ” marchio di mobilità personale ” a gennaio 2016. È stata la prima incursione significativa della casa automobilistica nello spazio di car sharing e mobilità. È stato visto come un concorrente di ZipCar e un’area per GM per testare nuove iniziative di mobilità.

Dopo operazioni in rapida espansione, inclusa l’aggiunta della condivisione peer-to-peer di veicoli e come flotta a Uber e Lyft , il prominenza del programma sbiadita. Lo scorso anno GM ha terminato il servizio in diversi mercati importanti.

Le attività e le risorse di Maven saranno trasferite all’organizzazione Global Innovation di GM, che le utilizzerà per sviluppare “nuovi servizi di flotta” e “mobilità soluzioni. “

” Abbiamo acquisito informazioni estremamente preziose gestendo la nostra attività di car-sharing “, ha dichiarato Pamela Fletcher, vicepresidente GM di Global Innovation, in una dichiarazione via e-mail. “I nostri apprendimenti e sviluppi da Maven andranno a beneficio e ad accelerare la crescita di altre aree del business GM.”

Maven ebbe all’incirca 45 dipendenti e appaltatori negli Stati Uniti e in Canada. GM si aspetta “la maggior parte dei dipendenti avrà nuove opportunità all’interno dell’azienda”, secondo Fowle.

Articolo originale di CNBC