sabato 17 aprile 2021

Gli investigatori vedono le riprese di Jersey City come un potenziale atto di terrorismo interno

      

I funzionari stanno indagando sulla sparatoria in una drogheria kosher a Jersey City, nel New Jersey, come un potenziale atto di terrorismo domestico, e hanno recuperato diverse centinaia di bossoli insieme a un deposito di fucili e pistole sulla scena, hanno detto.

Le forze dell’ordine hanno affermato che gli assalitori, David Anderson e Francine Graham, erano armati con un 12 fucile a scartamento ridotto, due pistole da 9 mm, a. 22 pistola calibro equipaggiata con un silenziatore fatto in casa e un’arma in stile AR 15, un fucile che è stato usato in molte sparatorie di massa. La signora Graham legalmente …   

Come riportato da The Wall Street Journal