martedì 22 giugno 2021

Gli scienziati non possono spiegare un'estinzione di massa di squali avvenuta 19 milioni di anni fa

solarsette/ShutterstockUn nuovo studio pubblicato su Science suggerisce che la maggior parte degli squali e delle specie di squali sono morti in un evento di estinzione di massa 70 milioni di anni fa. Potrebbe essere stato l’evento di estinzione più devastante nella storia di un milione di anni di squali 19, ma gli scienziati non riescono a spiegare cosa sia andato storto .

I ricercatori Elizabeth Sibert e Leah D. Rubin hanno trovato prove dell’evento di estinzione di massa in antichi campioni di carote di sedimenti prelevati dal sud acque del Pacifico e del Pacifico settentrionale. I campioni, che contengono materiali risalenti a centinaia di milioni di anni, sono stati raccolti in 1983 e 1992 dall’International Ocean Discovery Program. Evidentemente, le migliaia di squame di squalo contenute in questi campioni sono state trascurate fino a poco tempo fa.

Le squame di squalo, o dentelli, sono un buon indicatore di quanti squali si trovavano in un’area durante un certo periodo. A questo proposito, i campioni di carote del Nord e del Sud del Pacifico raccontano una storia interessante: le acque della Terra hanno ospitato una serie vertiginosa di squali fino a quando 19 milioni di anni fa, quando la popolazione di squali è bruscamente diminuita del 90%. Ancora più preoccupante, circa il 70% delle specie di squali si è estinto in questo momento.

Ma i ricercatori non riescono a capire perché gli squali siano morti così improvvisamente. I soliti sospetti, come la temperatura dell’acqua e i cicli del carbonio, sembrano essere stati stabili quando si è verificata l’estinzione. Il mistero, a quanto pare, non sarà risolto fino a quando non avremo più dati.

Purtroppo, non abbiamo un molti dati da 19 milioni di anni fa. Gli scienziati devono raccogliere più campioni di sedimenti del nucleo per vedere se qualcosa di insolito ha causato l’evento di estinzione di massa. Come notato da Elizabeth Sibert e Leah D. Rubin, i ricercatori non hanno avuto la possibilità di analizzare campioni di carota dall’Oceano Atlantico, quindi è possibile che questo evento di estinzione di massa si sia verificato solo nell’Oceano Pacifico (sebbene ciò sia improbabile, poiché i cambiamenti oceanici tendono ad accadere su scala globale).

Mentre continuiamo a studiare il lontano passato, abbiamo la garanzia di scoprire più massa eventi di estinzione. L’impatto che questi eventi hanno sulla storia della Terra e sui giorni nostri potrebbe essere impossibile da conoscere, ma almeno possiamo provare a capire cosa li ha portati in primo luogo.

Fonte: Science via Ars Technica